Fast and Furious 8, James Wan ha detto di no causa dissidi con Vin Diesel?

Universal in crisi: a chi affidare la regia di Fast and Furious 8?

furious-7.jpg

Quinto incasso worldwide di tutti i tempi con 1,511,726,205 dollari, Fast and Furious 7 avrà ovviamente un sequel a breve. In casa Universal Pictures non vedono l'ora di poter spremere un altro po' il ricco franchise automobilistico, se non fosse che lo studios stia trovando non poche difficoltà a trovare un regista.

James Wan, a cui la major aveva fatto firmare un opzione su Furious 8 e 9, si è poi dedicato a The Conjuring 2 e ad Aquaman, mettendo in enorme difficoltà la Universal. Parola dell'Hollywood Reporter. Justin Lin, che ha diretto 4 capitoli della saga, ha preferito Star Trek 3 ad un clamoroso ritorno, così come Wan, ricontattato dallo studios, ha nuovamente declinato l'offerta. Il motivo? Rumor alla mano, udite udite, Vin Diesel.

'Fonti dicono che la convivenza con Diesel si sia rivelata straordinariamente difficile. Come produttore si dice che abbia messo in dubbio anche i più piccoli dettagli sulle elaborate sequenza d'azione, complicando spesso la già difficile produzione. Vin è conosciuto per assillare i registi con ripetuti ritocchi notturni allo script per smussare ancor di più i suoi dialoghi e il suo personaggio'.

Voci, va detto, smentite dai diretti interessati. Parola del produttore Neal Moritz:

'Se avessimo qualche problema, ovviamente, non staremmo per fare l'ottavo film con Diesel'.

Vero fino ad un certo punto, perché senza Vin, onestamente parlando, il franchise potrebbe presto sgretolarsi. La paura della Universal, sottolinea l'Hollywood Reporter, è che lo stesso Diesel voglia prima o poi debuttare come regista, mentre tra i papabili 'director' in corsa per il ruolo c'è il 'libero' Jaume Collett-Serra.

Fonte: Collider

  • shares
  • Mail