Paul Walker: la figlia dell'attore fa causa a Porsche per la morte del padre

La figlia adolescente di Paul Walker, la star di Fast and Furious 7, ha presentato una querela per omicidio colposo contro Porsche in un tribunale di Los Angeles.

Meadow Rain Walker, 16 anni, figlia del defunto Paul Walker, e il suo tutore Brandon Birtell, hanno intentato una causa per omicidio colposo nei confronti del costruttore di automobili Volkswagen di proprietà Porsche, quasi due anni dopo che l'amato attore è morto in un incidente d'auto. Un'indagine iniziale dell'incidente che ha ucciso Paul Walker e il suo consulente finanziario Roger Rodas, ha sostenuto che l'incidente era accaduto perché la vettura, guidata da Rodas, viaggaiva ad una velocità troppo elevata ma questa azione legale sostiene che la colpa è invece della macchina difettosa, citando la mancanza di un adeguato "sistema di controllo elettronico della stabilità", insieme con le cinture di sicurezza che hanno rotto le costole e il bacino dell'attore, intrappolandolo nella macchina prima che la vettura prendesse fuoco ed esplodesse.

Ecco un estratto della causa, presentata presso la corte di cassazione di Los Angeles

Nella sua veste di unica erede di Paul William Walker IV, la querelante chiede il pagamento di tutti i danni causati dalla morte ingiusta di Paul William Walker IV, compresi e senza limitazione, tutto il reddito e i guadagni persi (presenti e futuri), le spese e tutti i danni generali e speciali nella misura consentita dalla legge.

L'azione legale sostiene che l'auto stava viaggiando a 114 km/h al momento dello schianto, non a 160 km/h. I ricorrenti sostengono inoltre che Paul Walker sarebbe ancora vivo oggi se la GT Porsche Carrera che stava guidando fosse stata adeguatamente attrezzata, citando materiali da costruzione deboli come il tubo del carburante e le cinture di sicurezza. La vedova di Roger Rodas, Kristine M. Rodas, ha intentato una causa simile per omicidio colposo contro Porsche nel maggio 2014, ma la causa è stata respinta dal produttore di auto, sostenendo che entrambi i decessi sono stati causati dalla guida di Rodas. Sia Paul Walker che Roger Rodas erano guidatori esperti e si sono messi alla guida della Porsche Carrera GT dopo un evento di beneficenza il 30 novembre 2013. L'attore stava ancora girando Fast & Furious 7 quando è avvenuto l'incidente mortale durante la pausa delle riprese per la Festa del Ringraziamento. L'ufficio del coroner della contea Los Angeles ha stabilito che l'attore è morto per traumi e ustioni.

Dopo un lungo ritardo seguito alla morte di Walker, la produzione di Fast & Furious 7 è ripresa il 7 aprile 2014, con i fratelli del defunto attore, Caleb e Cody Walker Walker, che hanno collaborato al film come controfigure. Il regista James Wan e lo sceneggiatore Chris Morgan hanno ampiamente rielaborato lo script durante la pausa di produzione, dando al personaggio di Paul Walker, Brian O'Connor, un commovente commiato. Fast & furious 7 ha debuttato nelle sale lo scorso aprile incassando in tutto il mondo la cifra record di un miliardo e mezzo di dollari.

La causa non specifica l'importo esatto dei danni, ma dal momento che il processo è alla ricerca sia di "perdita di reddito" che di "utili futuri", che sarebbero stati guadagnati in sequel come Fast & Furious 8, la causa potrebbe finire per costare decine di milioni di dollari a Porsche. È possibile visitare il sito Deadline per leggere l'intera querela di 18 pagine.

 

la-figlia-di-paul-walker-fa-causa-a-porsche-per-la-morte-del-padre.jpg

 

Fonte: Deadline / Movieweb

  • shares
  • Mail