Everest: Tom Hardy in trattativa per il ruolo di George Mallory

Toccherà un’ardua impresa a Tom Hardy, che in uno dei suoi prossimi film potrebbe addirittura dover scalare l’Everest. Sono infatti in corso le trattative per portare l’attore britannico, in parabola decisamente ascendente, nel progetto attualmente denominato Everest, per l’appunto (via Empire).

Trattasi della storia vera di George Mallory, che nel lontano 1920 decise di diventare il primo uomo a scalare il monte più alto al mondo. E Mallory ci provò, inizialmente ben due volte addirittura. La prima nel 1921, la seconda l’anno successivo. In entrambi i casi fallì. Ma a dispetto delle richiesta da parte della famiglia, l’intrepido alpinista tentò di nuovo nel 1924, usando l’ossigeno. Da quella spedizione non fece più ritorno.

Tuttavia resta il dubbio in merito alla possibilità che Mallory abbia o meno raggiunto la vetta, visto che pare sia stato rivenuto il suo corpo durante una spedizione condotta nel 1999. Una foto del suo partner in quella scalata, Andrew Irvine, avrebbe potuto contribuire a capire qualcosa di più, solo che tale reperto non si è più trovato.

Ufficialmente l’impresa viene accreditata a Edmund Hillary e Tenzing Norgay, che scalarono la vetta più alta dell’Himalaya nel 1953. Una storia a limite dunque, i cui buchi trovano terreno fertile in ambito cinematografico. Sia che s’intenda colmarli, sia che li si voglia semplicemente assecondare.