Doctor Strange: Tilda Swinton risponde alle critiche sul suo personaggio non asiatico

Tilda Swinton afferma che non le è mai stato chiesto di interpretare un ruolo asiatico quando è stata scelta come l'Antico nel cinecomic Doctor Strange.

doctor-strange-tilda-swinton-risponde-alle-critiche-sul-suo-personaggio-non-asiatico.jpg

L'Universo Cinematografico Marvel ha sfornato un successo dietro l'altro nel corso degli ultimi otto anni, lo studio però a volte si è attirato qualche critica per la sua mancanza di diversità, in particolare per quel che riguarda lo spazio concesso alle supereroine. Così lo studio ha fatto una mossa piuttosto sorprendente la scorsa estate con il casting dell'attrice Premio Oscar Tilda Swinton per il ruolo dell'Antico di Doctor Strange, un personaggio raffigurato nei fumetti come un maschio tibetano. Lo studio è stato elogiato per il casting di una donna in un ruolo maschile, ma allo stesso tempo ha ricevuto critiche e accuse per aver "imbiancato" un ruolo asiatico.

Tilda Swinton ha commentato su questa polemica per la prima volta in un'intervista con The Hollywood Reporter rivelando che a lei non è mai stato chiesto di interpretare un personaggio asiatico.

Beh, in realtà non è un personaggio asiatico. Quello che sento il bisogno di dirvi sul ruolo è che non mi è stato chiesto di interpretare un personaggio asiatico, ne potete essere certi, non vi resta che aspettare e vedere perché non è un personaggio asiatico.

Il trailer di Doctor Strange ha debuttato all'inizio di questo mese e pochi giorni dopo i fan hanno ottenuto una prima immagine ufficiale del live-action Ghost in The Shell della Paramount con Scarlett Johansson nel ruolo di Kusanagi, che nel manga / anime originale è una donna giapponese, un altro casting che ha dato il via ad un dibattito sulle pratiche di "imbiancatura" di Hollywood con film recenti come Pan, Sotto il cielo delle Hawaii e Gods of Egypt che sono stati al centro di polemiche per la scelta di attori bianchi in ruoli etnici.

Marvel aveva inizialmente cercato attori maschi per il ruolo dell'Antico, ma il produttore Kevin Feige ha rivelato in un'intervista lo scorso dicembre che lo studio è sempre alla ricerca di modi per cambiare gli elementi dei fumetti originali.

Non abbiamo mai paura di cambiare le cose. Nei fumetti Jarvis è un anziano maggiordomo bianco. Nei film è un sistema di intelligenza artificiale che diventa il Vision di Paul Bettany. Quindi siamo sempre alla ricerca di modi per cambiare le cose. Credo che se si guarda ad alcune delle prime incarnazioni dell'Antico nei fumetti, sono ciò che noi consideriamo oggi come una sorta di stereotipo e non reggono a quella che è la visione odierna. Inoltre, all'interno della trama del nostro film, l'Antico è un titolo che molte persone hanno avuto. Quindi francamente dato che cercavamo di diversificare il film, ci ha colpito l'idea di che cosa accadrebbe se l'Antico fosse una donna? Che cosa accadrebbe se il titolo di Antico fosse passato ad una donna? Oh, questa è un'idea interessante. Tilda Swinton! Whoah! Abbiamo colpito nel segno.

Anche se da parte Marvel sembra non ci sia stata alcuna malafede nell'eliminare un ruolo asiatico dal film, questo genere di polemiche hanno radici profonde e nascono da alcune discutibili pratiche in voga ad Hollywood nel corso degli anni, in particolare riguardo a ruoli orientali interpretati da attori americani ricordiamo un Mickey Rooney macchietta giapponese in Colazione da Tiffany, la scelta di un orientaleggiante David Carradine come protagonista della serie tv Kung Fu al posto di Bruce Lee o ancora l'attore Joel Grey che nell'action Il mio nome è Remo Williams viene trasformato grazie al make-up in un maestro di arti marziali orientale.

Doctor Strange debutta nei cinema italiani il 26 ottobre 2016.

 

Fonte: Movieweb

 

 

  • shares
  • Mail