Corpo estraneo: trailer dell'ultimo film di Krzysztof Zanussi

Amore, fede e potere in conflitto tra idealismo e cinismo, nell'ultimo film di Krzysztof Zanussi

Amore, fede e potere possono rivelarsi una triade letale, anche nell’ultimo film del pluri-premiato regista polacco Krzysztof Zanussi, pronto a portare il suo Corpo estraneo (Obce Ciało, Foreign Body) sul grande schermo delle nostre sale, con tutta la forza del conflitto tra l’idealismo giovanile, cattolico per giunta e il cinismo feroce del mondo del business.

Il conflitto che travolge il giovane e fervente cattolico italiano Angelo (Riccardo Leonelli), quando incontra la polacca Kasia (Agata Buzek).

Entrambi fanno parte del movimento cattolico dei Focolarini, si innamorano in Italia ma quando lei decide di tornare in Polonia per entrare in convento, lui sceglie di seguirla e restargli vicino, continuando a nutrire la speranza che rinunci ai suoi voti.

Quando Angelo si trasferisce a Varsavia, trova lavoro in una multinazionale, dove la sua superiore Krystyna (Agnieszka Grochowska), disinibita, cinica e affascinata dalla sua fede, cerca di circuirlo sottoponendolo a ricatti e molestie.

Tra scandali ed episodi di corruzione legati all’azienda in cui Krystyna riesce a coinvolgere Angelo, raggirandolo e rendendolo un capro espiatorio, il destino dei due subirà una svolta.

Le sorti spirituali ed esistenziali di Angelo, legate alla scelta dell’amata Kasia, non tarderanno a schiacciarlo tra ideali e amore irrealizzabile da una parte e ferocia disumana dell’ambiente lavorativo dall’altra. Ma non sarà soltanto Angelo, ad entrare in crisi e veder vacillare le proprie convinzioni.

Nel cast anche Weronika Rosati (Mira), Sławomir Orzechowski (Padre), Chulpan Khamatova (Tamara), Bartek Żmuda (Adam), Ewa Krasnodębska (Róźa), Mattia Mor (Alessio), Victoria Zinny (Madre di Angelo), Jacek Poniedziałek (Giornalista), Janusz Chabior (Ipnotizzatore), Stanisława Celińska (Madre superiora), Maciej Robakiewicz (Prete), Tadeusz Bradecki (Focolarino), Bartosz Obuchowicz (Poliziotto).

Il film prodotto da TOR Film Production con Revolver Film, in collaborazione con TVCo, National Program Within The Family-WFDiF, TVP e co-finanziato da Polish Film Institute, Ministry of Culture and National Heritage, dopo la presentazione al Toronto Film Festival 2014, sarà distribuito nelle nostre sale da Lab 80 film, dal 5 maggio 2016.

Anche Krzystztof Zanussi arriva in Italia per presentare il film, dal 3 al 5 maggio:

Ancona, Cinema Italia (3 maggio)

Milano, Cinema Beltrade (4 maggio)

Verona, Circolo del Cinema K2 (5 maggio)

Corpo estraneo: note di regia

Il film, un dramma psicologico, racconta lo scontro tra il cinismo del mondo del business e l’idealismo della gioventù. La perversità della storia nasce dal fatto che ad essere perseguitato è un giovane uomo, un italiano, che è profondamente cristiano.
Dall’altra parte c’è una donna emancipata che supera l’uomo in cinismo e brutalità.
L’esito dello scontro è doppio: l’idealismo vacilla e il cinismo va in crisi, anche se resta lontano da una possibile conversione. Se alla mia età si torna dietro alla macchina da presa è per una ragione: invitare a ritrovare un’integrità. Un cristiano non può venire a patti con le leggi di un’economia selvaggia, diventa un corpo estraneo. Dovremmo cercare di esserlo un po’ tutti, c’è bisogno di un nuovo anticonformismo coraggioso.
Krzysztof Zanussi

corpo-estraneo-locandina-all-70x100-2_light.jpg

Via | Lab 80 film

  • shares
  • Mail