Benh Zeitlin pronto per il secondo film dopo Beasts of the Southern Wild

Il suo film d’esordio, Beasts of the Southern Wild, è tra i migliori film del 2012: e Benh Zeitlin pensa già al suo secondo lungometraggio…

L’esordio di Benh Zeitlin è un colpo di fulmine: di quelli che fanno tremare dall’emozione, che ti rassicurano sul fatto che qualcosa di nuovo può sempre esserci, e che ti fanno credere ancora nella magia del cinema. Beasts of the Southern Wild (qui la nostra recensione) è tra le sorprese di questo 2012, e Zeitlin non vuole perdere tempo: sta già programmando la sua opera seconda, ancora senza titolo.

Il film sarà ambientato, come Beasts of the Southern Wild, in Louisiana, e viene definito come una fiaba. C’è un ecosistema nascosto in cui il processo di invecchiamento è decisamente… scombussolato. Le persone possono o invecchiare in modo velocissimo, o in modo davvero molto lento. Questo è quel che si sa della trama, che proprio come nell’esordio si focalizza su un micro-mondo “altro”: lì era una zona rurale poverissima dell’America, una comunità quasi fuori dal tempo chiamata Bathtub.

E come se questa breve ma affascinante sinossi non bastasse, Zeitlin ha deciso di “comprarci” per benino. Il team della pellicola sarà infatti lo stesso di Beasts of the Southern Wild, e non solo: torneranno pure i due meravigliosi protagonisti, Quvenzhané Wallis e Dwight Henry. Come si dice in questi casi? Squadra che vince non si cambia. Tra l’altro, la piccola Wallis ed Henry, che hanno entrambi esordito con il film di Zeitlin, sono assieme anche sul set di Twelve Years a Slave, terzo, attesissimo lungometraggio di Steve McQueen, regista di Hunger e Shame.

Beasts of the Southern Wild è stato presentato in anteprima mondiale in concorso all’ultimo Sundance, dove ha vinto il Gran Premio della Giuria (ovvero: ha vinto il festival). È finito poi nell’Un Certain Regard del Festival di Cannes, dove ha vinto la Caméra d’or come Miglior opera prima di tutte le sezioni. Sulla Croisette si è poi portato a casa diversi premi collaterali. Tra gli ultimi riconoscimenti segnaliamo anche il Premio del pubblico al Los Angeles Film Festival.

Insomma: vi abbiamo convinto? No? Guardate le nostre prime previsioni degli Oscar 2013 per capire quanto puntiamo su Benh Zeitlin, il miglior nuovo regista indie americano in circolazione assieme a Jeff Nichols.

Fonte: U.S. News

Ultime notizie su Film Americani

Tutto su Film Americani →