Cannes 2016, The Nice Guys: Recensione in Anteprima

Russell Crowe e Ryan Gosling esilaranti protagonisti di The Nice Guys, ritorno al cinema del regista di Iron Man 3.

the-nice-guys-crowe-gosling-movie-film-1500x1000.jpg

Il ritorno al passato, a quelle origini da sceneggiatore che lo videro scrivere cult come Arma letale e L'ultimo boy scout, Last Action Hero - L'ultimo grande eroe e Kiss Kiss Bang Bang, suo esordio alla regia nel 2005. Dimenticato Iron Man 3, Shane Black è infatti tornato al buddy movie con The Nice Guys, presentato fuori Concorso al Festival di Cannes e giustamente accolto da un'ovazione critica. Perché Black, qui allo script con Anthony Bagarozzi, ha dato vita ad uno dei film più spiazzanti, divertenti e sfaccettati di stagione.

Siamo nella Los Angeles del 1977, dannatamente libertina, avvolta dallo smog e nel sottobosco criminale alimentata dal mondo del porno, 5 anni prima arrivato all'attenzione di un pubblico mainstream con Gola Profonda. Quasi per caso, seguendo due crimini apparentemente differenti, un investigatore privato e un ex detective senza scrupoli si alleano per risolvere il caso di una ragazza scomparsa e la morte di una pornodiva. In 3 giorni appena, neanche a dirlo, ne combineranno di tutti i colori.

Coppia che vince non si cambia. Black e Joel Silver, produttore di Arma Letale, si sono ritrovati 30 anni dopo per dar vita ad un altro improbabile duo, che fisicamente ricorda i nostri Bud Spencer e Terence Hill, ovvero Jackson Healy e Holland March, interpretati da Russell Crowe e Ryan Gosling. Due imbecilli più o meno complementari, traditi dalle rispettive vite sentimentali e trovatisi quasi per caso. Il primo è più un truffatore che un detective privato, spillando soldi alle vecchiette per non risolvere alcun tipo di caso, mentre il secondo sferra pugni ai delinquenti a cui deve dare la caccia, limitandosi di fatto a rompere ossa. Entrambi, moralmente parlando, sono sulla strada sbagliata, e sarà proprio l'inatteso incontro che li farà tornare sulla retta via, diventando quasi dei 'bravi ragazzi'.

the-nice-guys-nuove-foto-e-locandine-18.jpg

Si ride di gusto, dinanzi a The Nice Guys, e mai in modo banale, perché Black e Bagarozzi hanno costruito due personaggi agli antipodi volutamente esagerati e perfettamente amalgamati l'uno con l'altro. L'alchimia tra un imbolsito Crowe e un esilarante Gosling è da applausi, tanto da crescere minuto dopo minuto, follia dopo follia. Perché nulla è come sembra e il 'mistero' dietro la morte di una pornodiva finirà per scoperchiare il caso del secolo, che vede in prima linea la potente lobby delle auto. Vero colpo di genio il personaggio di Holly March, interpretato dalla bravissima Angourie Rice, 13enne figlia di Gosling a cui Black affida un ruolo da autentica co-protagonista, tra voluta irriverenza ed esagerata maturità.

E' lei a stimolare il padre ubriacone, mai ripresosi dalla morte della moglie, ed è sempre lei a frenare il violento Jackson, dopo aver attivamente preso parte al caso risolto dall'improbabile coppia. Ricostruito un mondo, quello della Los Angeles degli anni '70, storicamente marcio, tra coltre di smog e pornografia, Black ha snocciolato un poliziesco dai risvolti comedy che mai si prende sul serio cambiando continuamente marcia, senza lesinare scene di action girate con innegabile maestria, violente scazzottate, sparatorie in strada, inseguimenti ed esplosioni. A causarle, soprattutto nel delirante finale, un inedito e trasformato Matt Bomer, qui spietato killer, con la bionda Kim Basinger di nuovo al fianco di Crowe 20 anni dopo quel L.A. Confidential che le fece vincere un premio Oscar. Tra colori pastello e hit musicali d'annata, Black si diverte a disegnare i lineamenti di questi due antieroi che spaziano tra bruta fisicità (Russell) e trionfo slapstick (Ryan), ritrovata moralità e lisergiche visioni, api assassine e Adolf Hitler, rivitalizzando un genere che da tempo necessitava di una simile rinascita.

Mai esageratamente idiota tanto da diventare demenziale, eppure così genuinamente piacevole, The Nice Guys ha di fatto regalato ad Hollywood un'altra inverosibile coppia cinematografica a cui concedere, box office permettendo, almeno un altro caso da risolvere.

Voto di Federico 7.5

The Nice Guys (Usa, action, commedia, 2016) di Shane Black; con Russell Crowe, Ryan Gosling, Angourie Rice, Matt Bomer, Margaret Qualley, Kim Basinger, Beau Knapp, Keith David, Yaya DaCosta, Ty Simpkins, Rachele Brooke Smith, Yvonne Zima, Jack Kilmer - uscita mercoledì 1 giugno 2016.

  • shares
  • Mail