Star Trek Beyond: George Takei polemizza sulla scelta di un Sulu gay

Simon Pegg e Zachary Quinto rispondono alle critiche di George Takei sull'annuncio di un Sulu gay in "Star Trek Beyond".

star-trek-beyond-george-takei-polemizza-sulla-scelta-di-un-sulu-gay-e-il-cast-risponde.jpg

Dopo la notizia che l'Hikaru Sulu di John Cho è il primo personaggio gay di Star Trek, l'attore George Takei, il Sulu dello Star Trek originale non ha reagito bene alla notizia.

Sono felice che ci sia un personaggio gay. Purtroppo è uno stravolgimento della creazione di Gene a cui lui aveva prestato molta cura. Credo che sia davvero un peccato. Ho detto loro: "Questo film uscirà in occasione del 50° anniversario di Star Trek, un 50° anniversario che renderà omaggio a Gene Roddenberry, l'uomo la cui visione ci ha accompagnati attraverso mezzo secolo. Onoratelo e create un nuovo personaggio. Questo li ho invitati a fare e questo mi è stato lasciato intendere sarebbe accaduto.

Dopo le dichiarazioni di George Takei è arrivato un commento di Simon Pegg a The Guardian.

Ho grande amore e rispetto per George Takei, il suo cuore, il suo coraggio e il suo umorismo sono una fonte d'ispirazione. Tuttavia, per quanto riguarda i suoi pensieri sul nostro Sulu, devo rispettosamente essere in disaccordo con lui. Ha ragione, è un peccato, è un peccato che la versione cinematografica dell'universo più tollerante e inclusivo nella fantascienza non abbia caratterizzato un personaggio LGBT fino ad ora. Avremmo potuto introdurre un nuovo personaggio gay, ma lui o lei sarebbero stati in primo luogo definiti dalla loro sessualità, visti come il "personaggio gay", piuttosto che semplicemente per quello che sono e con questo non sto cercando alibi? Justin Lin, Doug Jung e io abbiamo amato l'idea di utilizzare qualcuno di cui il pubblico avesse già un parere preesistente non solo come personaggio, ma come essere umano, senza essere influenzati da alcun pregiudizio. Il loro orientamento sessuale è solo uno dei tanti aspetti personali, non ciò che li caratterizza. Inoltre il pubblico avrebbe dedotto che vi è stata una presenza LGBT in Star Trek sin dall'inizio (almeno nella nostra linea temporale), e che un eroe gay non è qualcosa di nuovo o di strano. E' anche importante notare che in nessun punto noi suggeriamo che il nostro Sulu si sia mai nascosto, perché avrebbe bisogno di farlo? E' solo qualcosa che non è saltata fuori prima.

Star Trek Beyond sarà presentato in anteprima al Comic-Con di San Diego il prossimo 20 luglio seguito dall'uscita italiana fissata al 21 luglio.

 

 

Fonte: THR

 

 

  • shares
  • Mail