Box Office Usa, Suicide Squad sempre primo - disastro Ben-Hur

Ben-Hur flop annunciato al box office americano.

ben-hur-nuovo-trailer-e-locandina-del-remake-di-timur-bekmambetov-2.jpg

Primo grazie alle deludenti new entry del fine settimana. Suicide Squad ha mantenuto la vetta del box office americano per il 3° weekend consecutivo con appena 21 milioni di dollari. 262,283,335 il totale a stelle e strisce per il titolo DC Comics, che punta ai 300 casalinghi e che ha toccato quota 573 milioni di dollari worldwide. Niente male, viste le critiche ricevute. Terzo posto per un altro titolo Warner, ovvero War Dogs. 15.3 milioni all'esordio per la commedia diretta da Todd Phillips, che da 10 anni, ovvero dai tempi di Scuole per Famiglie, non partiva con così 'pochi' dollari in tasca.

Medaglia di argento e ben 65 milioni in saccoccia per Sausage Party della Sony, autentica sorpresa d'agosto, con l'atteso Kubo and the Two Strings della Laika debuttante con 12.6 milioni in 3 giorni. Peccato ne sia costati 60, ma siamo in linea con i precedenti titoli in plastilina dello studios. Coraline esordì con 16,849,640 dollari, Paranorman con 14,087,050 dollari, Boxtrolls con 17,275,239 dollari. Sesta piazza e 43 milioni incassati fino ad oggi da Il Drago Invisibile della Disney, preceduto dagli 11.3 milioni del disastroso Ben-Hur. Kolossal da 100 milioni di dollari, il remake di Timur Bekmambetov era di fatto un flop annunciato. Chiusura di chart con i 141 milioni di Jason Bourne, gli 86 di Bad Moms, i 347 di Pets (675 in tutto il mondo), i 14 di Florence Foster Jenkins e i 147 di Star Trek Beyond. Da segnalare, infine, l'incredibile performance della Disney che ha piazzato 4 titoli tra i migliori 4 incassi worldwide del 2016. Captain America: Civil War ($1,152.3); Zootropolis ($1,023.2); Il libro della Giungla ($955.5) e Alla ricerca di Dory ($915.7).

Fine settimana a tre il prossimo grazie alle uscite di Mechanic: Resurrection, Don't Breathe e Hands of Stone.

  • shares
  • Mail