Box Office, The Accountant fa sua la vetta e batte Kevin Hart – disastro Max Steel

Disastroso esordio al botteghino americano per Max Steel.

Ben Affleck torna a guidare il box office americano grazie a The Accountant di Gavin O’Connor, riuscito ad incassare 24.7 milioni di dollari al debutto dopo esserne costati 44. Sconfitto Kevin Hart: What Now?, docu-show lanciato dalla Universal in 2,567 copie ma fermatosi poco sotto i 12 milioni di dollari all’esordio dopo esserne costati 10. Calo del 50% sugli incassi rispetto a 7 giorni fa e trono già perduto per La ragazza del Treno, ora 3° a quota 46.5 milioni (80 in tutto il mondo), seguito dai 66 de La casa per bambini speciali di Miss Peregrine, che ne è costati 110. Worldwide, invece, il botteghino ha toccato quota 197 milioni.

5° piazza con 60 milioni per Cicogne in Missione, seguito dai 49 milioni di Deepwater Horizon, a dir poco deludente essendone costati più del doppio. Chiusura di chart con goi 85 milioni de I Magnifici 7 (149 in tutto il mondo), i quasi 14 di Middle School: The Worst Years of My Life, i 118 di Sully (176 wordlwide) e i 12.2 del ‘boicottato’ The Birth of a Nation, strapagato dalla Fox Searchlight (17.5 milioni di dollari) e in trionfo al Sundance eppure incapace di far cassa. Disastroso Max Steel, uscito in oltre 2000 sale e fermo ai 2,163,720 dollari all’esordio. Un massacro facilmente pronosticabile. Desierto di Jonas Cuaron, uscito in 73 cinema, ha infine incassato 450,000 dollari.

Weekend ricchissimo il prossimo grazie agli arrivi di Boo! A Madea Halloween, ennesimo ritorno firmato Tyler Perry; Keeping Up with the Joneses, comedy Fox diretta da Greg Mottola; Ouija 2, chiamato a far meglio dei 50,856,010 dollari complessivamente incassati dal primo capitolo; e soprattutto di Jack Reacher 2, in sala 4 anni dopo i 80,070,736 dollari incassati dal 1° episodio. Chi farà sua la vetta?