Doctor Strange: origini, curiosità e storia dello “Stregone supremo” Marvel

Ripercorriamo origini e storia del fumetto “Doctor Strange” che debutterà sul grande schermo il prossimo 26 ottobre.

 

Il prossimo 26 ottobre il Dottor Stephen Vincent Strange, uno dei più insoliti abitanti dell’Universo Marvel, farà il suo debutto cinematografico nel cinecomic Doctor Strange interpretato da Benedict Cumberbatch (Sherlock, The Imitation Game). Cogliamo quindi l’occasione per esplorare la storia del personaggio e scoprire origini e curiosità del leggendario “Stregone supremo” dei fumetti.

Doctor Strange è una creazione dell’artista Steve Ditko, creatore con Stan Lee di Spider-Man. Stan Lee ha raccontato che Ditko gli portò la prima storia di Doctor Strange già disegnata e narrava di un misterioso “Signore della magia nera” che forniva aiuto e consulenza a persone che avevano a che fare con forze sovrannaturali. Doctor Strange appare per la prima volta nella serie antologica Strange Tales (Vol. 1) n. 110 (luglio 1963) e da quel momento è diventato un elemento costante dell’Universo Marvel. Nulla del suo passato viene rivelato nella storia di debutto, Strange viene descritto come un esperto di “magia nera”, armato di oggetti magici, che vive nel suo Sanctum Sanctorum situato al Greenwich Village, New York.

Quello che colpì i lettori dell’esordio di Doctor Strange furono le illustrazioni di Steve Ditko che presentavano uno stile grafico in netto contrasto con i disegni futuristici del lavoro di Jack Kirby in altri fumetti Marvel. I primi racconti permisero a Ditko una sperimentazione senza pari per la visualizzazione delle abilità mistiche del Doctor Strange. A partire da Strange Tales n. 116, Ditko amplificò il suo look visionario e onirico attraverso paesaggi caleidoscopici in cui l’eroe e stregone veniva calato durante suo viaggi in regni ultraterreni come “La Dimensione dei Sogni” e “La Dimensione Oscura”. Questi viaggi in altre dimensioni, insieme con gli esseri bizzarri che il Doctor Strange incontrava d volta in volta, donarono alla serie un’atmosfera surreale che strizzava l’occhio alla controcultura degli anni ’60 e sembrava prevedere il successivo interesse per il misticismo e altri piani di realtà.

Strange Tales n° 116, che vide coinvolto anche Stan Lee, introdusse strani nomi mistici e incantesimi nei dialoghi di Doctor Strange. In particolare si fa riferimento al “Libro dei Vishanti” che contiene le più potenti magie bianche conosciute, al “terrore Dormammu” entità mistica e demoniaco stregone e a “L’onniveggente Agamotto” una delle più potenti entità mistiche nell’Universo Marvel. Poi ci sono oggetti mistici e incantesimi che vengono menzionati per la prima volta come “l’Asta di Watoomb”, uno scettro capace di assorbire ed incrementare l’energia mistica e le “Bande scarlatte di Cyttorak” un incantesimo che trae forza dall’entità mistica Cytorrak creando diversi anelli di energia rossa che imprigionano l’avversario (sono state usate contro Hulk e Juggernaut). In queste prime storie si apprenderà che Vishanti era una trinità di esseri cosmici (Agamotto, Hoggoth e Oshtur) che fornivano potere magico, in particolare a chiunque si fregiasse del titolo di “Stregone Supremo”. Il terrore Dormammu della Dimensione Oscura è successivamente diventato uno dei più acerrimi nemici di Doctor Strange.

Nei primi fumetti Strange è una figura oscura e misteriosa di cui non si conosce la provenienza. Lo vediamo consultarsi con un mentore (in seguito chiamato l’Antico) che vive in un tempio sulle montagne dell’Asia. In Strange Tales n. 111 si chiarisce che l’Antico vive in Tibet, ma poi in Strange Tales n. 115 l’ubicazione del tempio cambia e si sposta India. Poi in Strange Tales n. 117 torna di nuovo in Tibet e qui è rimasta (anche se in alcuni fumetti si dice che il tempio sia in Himalaya).

Dopo tre storie introduttive, l’origine del Doctor Strange viene rivelata nell’albo Strange Tales n. 115. A differenza di molti eroi dei fumetti già esistenti e supercattivi come il Dottor Fate e il Dottor Destino, si scopre che Strange è un vero e proprio medico come suggerisce il suo nome. Stephen Strange in origine era un brillante chirurgo la cui vita era interamente focalizzata su denaro e reputazione, piuttosto che sui pazienti. Una notte il medico ha un incidente con la sua auto con conseguenti danni ai nervi delle sue mani che pongono fine alla sua carriera. Strange però non si rassegna e comincia una ricerca ossessiva di metodi di guarigione alternativi. Non avendo trovato una soluzione nel campo della scienza, viaggia per il mondo e indaga su voci di una potente magia di guarigione. Il suo viaggio lo porta al tempio dell’Antico dove gli viene detto che è la sua anima a necessitare di cure, piuttosto che le sue mani, e l’Antico si offre di aiutare il chirurgo in questo percorso. A Strange non importa nulla della sua anima e, anche se contrariato dalla risposta ricevuta, accetta di passare la notte nel tempio poichè si è fatto tardi e il viaggio di ritorno è molto lungo. Quella notte Strange scopre che l’apprendista dell’Antico, Barone Karl Mordo, sta tramando l’assassinio del suo maestro. Mordo si accorge di essere stato scoperto e lancia un incantesimo che impedisce a Strange di rivelare questa scoperta. La notte sembra aver portato consiglio e al mattino Strange chiede all’Antico di insegnargli la magia, pensando così di poter imparare a proteggere l’Antico e combattere egli stesso Mordo. L’Antico rivela poi a Strange di essere da tempo al corrente dei piani di Mordo e, impressionato dal suo altruismo, accetta il medico come suo allievo. Successivi anni di studio e pratica porteranno Strange a diventare un “Signore delle arti mistiche”.

doctor-strange-origini-curiosita-e-storia-dello-stregone-supremo-marvel-1.jpg

Successivamente altri dettagli sul passato del Dr. Stephen Vincent Strange vengono aggiunti nei fumetti come i suoi studi alla Columbia University. Apprendiamo inoltre che è cresciuto a New York, ma è nato a Philadelphia, mentre i suoi genitori erano in vacanza. Scopriamo della morte a diciannove anni per annegamento della sorella minore Donna, un evento traumatico che porterà Strange a crescere con un gran timore nei confronti della morte, un disagio che si amplificherà dopo la morte per malattia di entrambi i suoi genitori e quella di suo fratello Victor, investito da un’auto pochi istanti dopo che i due fratelli avevano avuto un’accesa discussione. Nel 1996 lo sceneggiatore JM DeMatteis rivela che Barone Mordo, consapevole che il medico sarebbe diventato suo acerrimo nemico, ha inviato forze demoniache a tormentare Strange per tutta la sua vita e si pensa che Mordo sia anche responsabile dell’incidente d’auto in cui morì il fratello del medico.

Dopo le storie in flashback in cui vengono raccontate le origini e il passato di Doctor Strange (che ora si fa chiamare “Signore delle arti mistiche” piuttosto che “Signore della magia nera”), l’ex medico ora stregone, sotto la direzione di Stan Lee e Steve Ditko, continua a combattere contro le minacce mistiche che mettono in pericolo la Terra. Strange nel frattempo s’innamora di Clea della “Dimensione Oscura” e gli viene affidato un servitore di nome Wong, che più tardi si scoprirà essere il figlio del servitore dell’Antico. In queste storie firmate a quattro mani da Lee e Ditko, Doctor Strange non solo usa la magia per risolvere i suoi problemi, ma spesso ricorre ad artifizi creativi e mostra anche le sue abilità nelle arti marziali. Strange comincia anche ad interagire di più con il resto dell’Universo Marvel, aiutando Thor contro Loki e stringendo amicizia con Spider-Man. La personalità di Doctor Strange si sviluppa in un uomo compassionevole, contemplativo e con una natura spesso seriosa, ma che non disdegna un sano senso dell’umorismo. Strange apprezza l’arte e la poesia e quando non è impegnato a studiare volumi sulle arti mistiche, grazie alla lettura mantiene vivo l’interesse per la medicina e la ricerca scientifica. Strange durante le sue prime avventure indossa un mantello scuro e un amuleto magico. In Strange Tales n. 127 (1964), il suo look viene aggiornato con il famoso mantello rosso (Cappa della Levitazione) e il potente Occhio di Agamotto (noto anche come “Occhio della verità”).

Strange Tales n. 146 è l’ultima storia di Doctor Strange a cui collabora Steve Ditko, seguito di un racconto epico in cui il demoniaco Dormammu tenta di sconfiggere l’Eternità, incarnazione vivente della realtà. Strange sconfigge Dormammu e salva non solo il suo amore Clea, ma anche il suo nemico Barone Mordo. Dopo l’uscita di scena di Ditko gli subentra Denny O’Neil, seguito da Roy Thomas dall’uscita n. 150. Roy Thomas diventerà uno degli scrittori storici di Doctor Strange e ideatore di molti elementi familiari ai fan del fumetto, vedi l’indirizzo esatto del Sanctum Sanctorum di Strange (117A Bleecker Street), che fa riferimento ad un appartamento di Thomas, una volta condiviso con Gary Friedrich, co-creatore di Ghost Rider. Dal n. 169 “Strange Tales” cambia il titolo della testata in “Doctor Strange” e si concentra sulle avventure del Signore della arti mistiche.

doctor-strange-origini-curiosita-e-storia-dello-stregone-supremo-marvel-6.jpg

Alla fine degli anni ’60 il fumetto di Doctor Strange si trova in un momento di difficoltà e così la Marvel si chiede se il pubblico lo avrebbe preferito come un supereroe più tradizionale, con tanto di maschera e identità segreta. In Doctor Strange n. 177 (1969), scritto da Roy Thomas e illustrato da Gene Colan e Tom Palmer, lo stregone assume un nuovo look mascherato in modo da bypassare l’incantesimo di un nemico. Poi in Doctor Strange n. 182, una serie complicata di eventi porta Strange a ricorrere ad una nuova identità segreta assumendo l’alias “Dr. Stephen Sanders”, pseudonimo da usare al di fuori della sua attività di stregone. Questo “update” in stile supereroe non riuscirà però a risollevare le vendite e si deciderà quindi per un pensionamento del personaggio. Così il Doctor Strange mascherato apparirà in Sub-Mariner n. 22 e un’ultima volta nell’albo Incredible Hulk n. 126 dove Strange deciderà di ritirarsi, abbandonando i suoi poteri magici per diventare il consulente medico Stephen Sanders. Questo ritiro però durerà solo alcuni mesi; in Marvel Feature n. 1 , Strange riassume i suoi poteri mistici per affrontare di nuovo il Barone Mordo, che lo sta impersonando nei panni del Doctor Strange mascherato. L’Antico aiuterà Strange a riottenere velocemente la sua magia annullando nel processo l’identità segreta Stephen Sanders. Nello stesso numero Doctor Strange diventa membro fondatore del team originale dei Difensori Marvel, insieme a Hulk e Namor il Sub-Mariner.

doctor-strange-origini-curiosita-e-storia-dello-stregone-supremo-marvel-3.jpg

Nel 1973, albo Marvel Premiere n. 10, l’Antico muore chiedendo a Doctor Strange di porre fine alla sua vita, prima che una potente entità malvagia possa usare il suo corpo per minacciare la Terra. Di conseguenza Stephen Strange raccoglie il metaforico mantello del suo mentore diventando “Stregone supremo”. Questo significa che Strange è divenuto il più potente e formidabile stregone del pianeta a cui è affidata la protezione della dimensione della Terra (Vishanti poi deciderà di provare se Strange è realmente degno di questo titolo nella graphic novel del 1989 “Dottor Strange & Dottor Destino: Trionfo e Tormento”). L’anno successivo Doctor Strange ha la sua testata da solista e in Doctor Strange Vol. 2 n. 4, guadagna il dono di una vita “senza età” che gli consentirà di non invecchiare mai.

Nonostante la qualità delle storie le vendite di Doctor Strange Vol. 2 non furono soddisfacenti e la serie si concluse nel 1987 con l’uscita n. 81. Stephen Strange è stato poi protagonista per un po’ di tempo di una nuova serie antologica con lo sceneggiatore Peter B. Gillis che farà distruggere allo Stregone supremo molti dei suoi talismani magici, al fine di evitare che una forza malvagia se se impossessi. Poi Strange lascia New York per agire clandestinamente di nuovo come il Dr. Stephen Sanders mentre il mondo, incluso Wong, lo daranno per morto grazie ad un intervento magico che altererà le loro menti in modo che nessuno lo possa riconoscere. Dopo varie avventure Strange torna al suo vero nome e alla sua casa, rivelandosi a Wong e ai suoi amici.

Stephen Strange ottiene una nuova testata da solista nel 1988: Doctor Strange, Sorcerer Supreme. Strange è ora parte di un cast corale che comprende Wong, l’interesse amoroso di quest’ultimo Imei, Sara Wolfe (pronipote di uno sciamano Cheyenne) e una donna mistica chiamata Topaz. A partire dal numero 5, Strange guadagna un apprendista, il minotauro di un altra dimensione di nome Rintrah. Negli anni ’90 le vendite della serie vanno a rilento e arrivano nuove storie che includono diversi colpi di scena per risvegliare l’interesse dei lettori. Strange rivela ai suoi amici che ha un fratello di nome Victor che è morto investito da un’auto e che ha ibernato il suo corpo nella speranza di poterlo un giorno riportare in vita. Purtroppo dopo essere diventato un Signore delle arti mistiche, ha inconsapevolmente e accidentalmente resuscitato il ragazzo come un vampiro. Non molto tempo dopo, Strange incontra una versione malvagia di se stesso da Counter-Earth che si fa chiamare Necromancer ed è una versione mascherata di Strange che viene utilizzata per breve tempo. Infine fa la sua apparizione Lilith, la regina dei demoni, che spinge il Doctor Strange a formare un team di supereroi dai poteri mistici (Blade, Ghost Rider e altri) che vedremo in azione in un fumetto crossover con il nome I Figli della Mezzanotte.

doctor-strange-origini-curiosita-e-storia-dello-stregone-supremo-marvel-7.jpg

Dopo il periodo del super-team mistico sembra che Marvel non abbia dei piani a lungo termine per Doctor Strange e così lo mette al centro di una nuova testata dal titolo Secret Defenders (1993-1995). Strange perde il titolo di “Stregone supremo” e fonda i Difensori Segreti, team i cui membri cambiano di avventura in avventura e che includono l’Uomo Ragno, Wolverine, Hulk e Ghost Rider. In una storia pubblicata nel 1994 Doctor Strange crea due esseri artificiali denominati Strangers (Strange e Vincent Stevens) come parte di un piano per sconfiggere la strega demone Salomé, ma le due creature diventeranno un problema per Doctor Strange che sarà costretto a distruggere Stevens e ad esiliare Strange nella Dimensione oscura.

Dopo gli eventi che hanno coinvolto gli Strangers, Doctor Strange riacquista il suo titolo di Stregone Supremo e si dedica alla magia elementale della Terra nell’uscita n. 80 del 1995, curata dallo sceneggiatore Warren Ellis che sposta la fonte del potere di Doctor Strange sulla “Magia del caos” o “Caos magico”. Purtroppo, dopo un inizio molto promettente, Warren Ellis abbandona e la serie “Doctor Strange, Sorcerer Supreme” si conclude nel 1996 con l’uscita n. 90. Il rapporto di Wong con Strange è cambiato durante questo periodo. Nel bel mezzo di una importante battaglia Doctor Strange prende una decisione pragmatica per salvare il numero massimo di persone possibili, ma questo significherà non essere in grado di prevenire la morte di Imei. Con il cuore spezzato, Wong lascerà la squadra di Strange per un po’ e quando si riuniranno la loro diventerà una difficile alleanza, ma alla fine riusciranno a ricucire il loro rapporto portandolo al livello successivo, non più padrone e servo, ma amici e partner. Negli anni successivi Doctor Strange appare come guest star in altri fumetti, a volte ottenendo un proprio speciale o una miniserie. Durante gli eventi crossover lui è un giocatore importante e interpreta un ruolo decisivo nella risoluzione delle missioni. Nel 1998 torna al suo look tradizionale, per poi assumere una versione più dark nel 1999 per la miniserie Doctor Strange: The Flight of Bones.

doctor-strange-origini-curiosita-e-storia-dello-stregone-supremo-marvel-4.jpg

Nel 21° secolo Doctor Strange torna principalmente come “jolly” con apparizioni in altri fumetti. Nella miniserie del 2002 The Order, lui e gli altri Difensori originali (a cui in seguito si unirà anche Silver Surfer) influenzati da un incantesimo malvagio mettono in atto un tentativo di diventare benevoli dittatori della Terra prima di essere ricondotti alla ragione. Nelle pagine di New Avengers e Illuminati, lo scrittore Brian Michael Bendis rivela che, ormai da anni, Stephen Strange si riunisce in segreto con Mr. Fantastic, il Professor Xavier, Freccia Nera, Iron Man e Namor il Sub-Mariner, al fine di assicurarst che la comunità sovrumana e la società restino sulla retta via. Questo gruppo finirà per perdere molti dei suoi membri quando si arriverà alla decisione di esiliare Hulk dalla Terra, una mossa che porterà al crossover World War Hulk.

Gli eventi del fumetto House of M ribadiranno la crisi in cui versa Doctor Strange che prima tenta senza successo di far rinsavire la mutante Scarlet dal catastrofico esaurimento nervoso che ha provocato lo scioglimento dei Vendicatori, senza però ottenere risultati e trovandosi intrappolato nella riscrittura della realtà operata dalla donna, per poi palesare la sua impotenza nell’impedire una battaglia nel corso della quale Magneto ucciderà Quicksilver e Scarlet scatenando conseguenze devastanti per i mutanti (battaglia battezzata “M-Day”), un evento considerato da Strange al pari di un fallimento personale in quanto il suo compito consiste proprio nel prevenire simili danni alla struttura della realtà.

Nel 2007 Brian K. Vaughan e Marcos Martin collaborano ad una nuova miniserie dal titolo Doctor Strange: The Oath. Questa storia che vede Strange alla prese con la scoperta di una possibile cura per il cancro, diventa un classico e si presta ad introdurre il supereroe ad una schiera di nuovi fan. In seguito a questa miniserie, Stephen perde il titolo di Stregone Supremo, ancora una volta, convinto di non meritarlo. In New Avengers vol. 1 n. 54 (2009) il titolo passa a Gerico Drumm, l’eroe sovrannaturale Fratello Voodoo, ribattezzato Dottor Voodoo. In New Avengers vol. 2 n. 34 (2012), lo spirito dell’ Antico restituisce il titolo di Stregone Supremo a Strange, insieme al mantello e all’Occhio di Agamotto. Doctor Strange continua ad aiutare gli eroi della Terra contro le minacciose incursioni dalla Terra parallela per poi giocare un ruolo fondamentale nel crossover Secret Wars (2015).

Nel 2016 Doctor Strange è protagonista di un nuova serie scritta da Jason Aaron e illustrata da Chris Bachalo. Questa serie indirizzata a fan vecchi e nuovi segue Stephen Strange, Wong e e Zelma Stanton, nuova bibliotecaria del Sanctum Sanctorum, mentre si occupano di nuove minacce, tra cui adoratori della scienza determinati a distruggere tutta la magia, sia essa buona o malvagia.

 

 

who-is-dr-strange.jpg

 

 

Fonte: Polygon / Wikipedia / Costume Collection

 

 

Ultime notizie su Film Marvel

Tutto su Film Marvel →