Pinocchio, Toni Servillo sarà Geppetto per Matteo Garrone

Via alle riprese in primavera per il nuovo Pinocchio in live-action firmato Matteo Garrone.

ROME - MAY 08:  Italian director Matteo Garrone (L) and Italian actor Tony Servillo show their awards during the Italian Movie Awards ''David Di Donatello'' at the Auditorium Conciliazione on May 8, 2009 in Rome, Italy. Garrone won as best director for his movie 'Gomorra' and Servillo as best actor for 'Il Divo'.  (Photo by Franco Origlia/Getty Images)

Giulio Andreotti, Jep Gambardella ed ora, udite udite, Geppetto. Secondo quanto riportato da Variety Toni Servillo, volto feticcio di Paolo Sorrentino, sarà il papà del più celebre burattino di sempre nel nuovo live-action di Pinocchio, diretto da Matteo Garrone. Ad occuparsi della produzione la Archimede Productions dello stesso Garrone, la Recorded Picture Company di Jeremy Thomas e Le Pacte di Jean Labadie, con la HanWay Films incaricata di vendere la pellicola in tutto il mondo.

L'American Film Market attende l'arrivo di Pinocchio, che in Italia verrà distribuito da Rai Cinema e in Francia da Le Pacte. Per Servillo e Garrone sarà la seconda collaborazione, 8 anni dopo i trionfi di Gomorra. Queste le parole del regista.

“Pinocchio è un mio vecchio sogno che va molto indietro nel tempo, a quando ero bambino. Con questo film completerò il mio viaggio attraverso il mondo delle fiabe che ho iniziato con Il Racconto dei racconti. Spero che possa essere un'evoluzione grazie all'esperienza che ho acquisito. L'amore che sento per Pinocchio non è un amore a prima vista ma è un personaggio da cui mi sono sempre sentito attratto, e molti hanno notato la sua influenza sia in Gomorra che con Reality".

Via alle riprese in primavera, tra Lazio e in Toscana. Due volte Grand Prix al Festival di Cannes, Garrone ha vinto 3 Nastri e 7 David con Il racconto dei racconti - Tale of Tales, lo scorso anno presentato sulla Croisette. Anche in casa Disney stanno lavorando ad un live-action sul 'loro' Pinocchio, mentre 14 anni fa fu Roberto Benigni a portare in sala le avventure di Collodi. 45 milioni di euro di budget (record per il cinema italiano), 28 settimane di riprese, 8 mesi di preproduzione e 8 di postproduzione, e una pioggia di nomination ai Razzies Awards. Uno dei quali vinto (peggior attore protagonista). In quel caso fu Carlo Giuffré ad indossare gli abiti di Geppetto, nel 1972 reso immortale da Nino Manfredi.

Fonte: Variety

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail