Rogue One: svelati nuovi dettagli sul castello di Darth Vader

Scopriamo nuovi dettagli sul castello di Darth Vader mostrato nello spin-off “Rogue One”.

 

Rogue One: A Star Wars Story ha fatto il suo debutto nelle sale e un altro pezzo dell’iconica saga di George Lucas ha preso il suo posto tra La vendetta dei Sith e Una nuova speranza. Una delle cose migliori di questo spin-off è si è rivelato senza dubbio il ritorno di un Darth Vader sempre più minaccioso. In questo spin-off però abbiamo avuto la possibilità di vedere anche l’iconico villain nella sua dimora. Visto il film, in molti si sono chiesti su quale pianeta Darth Vader avesse costruito il suo castello ed è proprio quello di cui andiamo a parlarvi a seguire poichè alcune di queste domande riguardo alla saga di Star Wars hanno avuto risposta e alcuni segreti sono stati rivelati.

Grazie al sito Slash Film, alcune uscite editoriali e nuove immagini promozionali possiamo approfondire su cosa è accaduto a Darth Vader in seguito agli avvenimenti in La vendetta dei Sith e su come è approdato di nuovo sul pianeta vulcanico di Mustafar. Darth Vader è ancora privo delle sue membra e sembra provare un dolore insopportabile quando non indossa la sua armatura nera, allora perché tornare al luogo che l’ha visto sconfitto e morente?

Il castello di Darth Vader è una location che è intrisa di antica tradizione di Star Wars e che ci riporta fino ai film originali, vale a dire a L’impero colpisce ancora, film che per primo avrebbe dovuto visitare questo luogo.

Mustafar è noto ai fan come il pianeta su cui, alla fine di La Vendetta dei Sith, Obi-Wan e Anakin hanno il loro duello finale, il luogo in cui Ben Kenobi sconfigge Skywalker lasciandolo morente. Si tratta essenzialmente del luogo di nascita di Darth Vader. Il motivo per cui Darth Vader torna in un luogo intriso di così tragici ricordi è parzialmente spiegato dal primo sceneggiatore di Rogue One, Gary Whitta, nell’Art of Book uscito in concomitanza con il film.

[quote layout=”big”]Il fatto che egli abbia scelto di costruire qui il suo mausoleo è un cenno al conflitto che è in atto in lui, lo ha fatto in questo luogo per riflettere su ciò che è accaduto all’uomo che era un tempo. Allo stesso tempo è anche il luogo terribile che lo ha visto emergere nella sua armatura di Darth Vader.[/quote]

Anche il romanzo del canone ufficiale Star Wars: Aftermath, uscito intorno al periodo in cui era nelle sale Il risveglio della Forza, include alcune risposte cruciali. Il pilota ribelle Wedge Antilles spiega che Mustafar detiene una sorta di importanza per la leadership imperiale. Si dice che sia un luogo in cui Darth Vader ha portato alcuni Jedi per torturarli prima della loro esecuzione. L’impero ha costruito il castello di Darth Vader su Mustafar così avrebbe avuto una dimora mentre eseguiva questi efferati atti in nome dei Sith.

Parlando invece di Star Wars Rebels, nella seconda metà della stagione 3 della serie animata che vedremo nei primi mesi del 2017, si scopre che l’Impero Galattico ha occupato Mustafar dopo la fine delle Guerre dei Cloni e che hanno mantenuto strutture segrete sul pianeta. Nel 13° episodio della prima stagione intitolato “Fire Across the Galaxy”, Wilhuff Tarkin fa il suo ritorno per catturare Kanan, portandolo così a Mustafar per torturarlo e carpirgli le informazioni relative all’Alleanza ribelle. A Hera viene chiesto del pianeta, e lei lo descrive come segue.

[quote layout=”big”]Ho sentito quel nome solo una volta, da Kanan. Ha detto che Mustafar è dove i Jedi vanno a morire.[/quote]

Un altro libro dedicato a Rogue One in uscita, dal titolo The Ultimate Visual Guide, dà alla dimora di Vader un nome, Dark Monolith, e il luogo viene descritto proprio come suo rifugio personale, una torre di ossidiana che si staglia su un mondo inospitale. L’Imperatore è così spietato da chiedere a Vader di vivere in un posto da incubo per dare al suo braccio destro un luogo che contribuisca ad alimentare la sua rabbia e il suo desiderio di vendetta. Darth Vader ha un assistente su Mustafar di nome Vanee, che veglia sul Signore Oscuro ogni volta che egli medita nella sua camera di ringiovanimento. La dimora di Vader è definita una moderna struttura alla Stark costruita sopra un antico castello pieno di oscuri segreti.

Il libro spiega dettagli che non apprendiamo in Rogue One come ad esempio che il Dark Monolith è costruito sopra una caverna naturale Sith che cela segreti pericolosi. E’ molto probabile che questo castello avrà un ruolo chiave in Star Wars 8 e potrebbe diventare la connessione tra l’Episodio VIII e questo primo spin-off. Alcuni ipotizzano che Snoke abbia effettivamente fatto del castello la sua dimora sulla scia della morte di Vader in Il ritorno dello Jedi. Ed è probabile che Kylo Ren, nipote di Anakin Skywalker, tornerà in questo nefasto luogo nell’Episodio VIII. Il libro The Art of Rogue One accenna ad un ritorno del castello nei film futuri.

[quote layout=”big”]Il Castello di Vader su Mustafar è stato concepito, progettato ed esplorato anche al di là delle esigenze narrative di Rogue One. Stavamo costruendo mondi, così abbiamo sempre dovuto tenere a mente le grandi linee e il quadro generale, nel caso in cui fossero stati necessari per la storia.[/quote]

Il castello visto sullo schermo in Rogue One è basato su un’illustrazione originale creata dal leggendario Ralph McQuarrie che ha lavorato alla trilogia originale. La scena all’interno del castello vede il ritorno del Contenitore di Bacta visto per la prima volta in L’impero colpisce ancora. Il Concept artist Christian Alzmann ha parlato dell’inclusione di questo miracoloso contenitore.

[quote layout=”big”]Qui è dove riposa Vader, perché è l’unico posto in cui si sente a suo agio. L’idea è che avrebbe avuto un’imponente macchina cilindrica posta al centro della sua stanza e al centro di quella macchina un contenitore di bacta affacciato su una finestra che dava sui settori di lava di Mustafar. E’ sia una camera di meditazione che di guarigione. C’è un fiume di lava al di sotto, che dal basso verso l’alto fornisce una strana illuminazione alla stanza. Questi bracci sarebbero scesi per tirare da una parte la camera in modo in cui si potrebbe separare una pillola dalla sua capsula, e il bacta sarebbe fuoriuscito sulle griglie calde per creare vapore, in parte perchè il vapore è così suggestivo e impressionante, e in parte perché non si voleva veramente far vedere un Vader nudo, Ci sarebbero stati comunque attraverso il vapore indizi e scorci del suo corpo deforme. E poi, alla fine, si poteva scorgere a malapena una sagoma del casco che viene giù.[/quote]

Il Contenitore di Bacta viene utilizzato su schermo per contribuire a mostrare quanto realmente sia danneggiato il corpo umano di Darth Vader. Ed è stato il presidente di Lucasfilm Kathleen Kennedy a dare per prima il suo benestare a questa idea dopo aver visto alcuni dei concept art.

Rogue One si è preso anche qualche rischio, con l’introduzione a livello grafico di nuove idee che non sono familiari ai film originali. Una cosa che Rogue One presenta in modo diverso è includere descrizioni su schermo per ogni pianeta che eroi e villain visitano, come Jedha e Scarif. Mustafar però è uno dei pochi luoghi che non ottiene una sua descrizione. Perché? Pablo Hidalgo di Lucasfilm sostiene che è stata una scelta del regista per mantenere il mistero che circonda la location e il suo abitante.

 

rogue-one-svelati-nuovi-dettagli-sul-castello-di-darth-vader-1.jpg

 

rogue-one-svelati-nuovi-dettagli-sul-castello-di-darth-vader.jpg

 

Fonte: Movieweb

 

I Video di Cineblog

Ultime notizie su Star Wars

Tutto su Star Wars →