Rogue One: 19 cameo e citazioni di Star Wars nello spin-off di Gareth Edwards

19 citazioni, omaggi e riferimenti alla saga di Star Wars nello spin-off Rogue One.

 

 

 

 

Attenzione l’articolo contiene spoiler di Rogue One: A Star Wars Story.

 

 

Cameo è stata la parola d’ordine dello spin-off Rogue One portando avanti una consuetudine iniziata con “Star Wars: Il risveglio della Forza”. Anche il prossimo spin-off su Han Solo avrà sicuramente la sua quota dii omaggi, ma oggi vogliamo farvi un elenco di quelli presenti in Rogue One, molti dei quali potrebbero essere sfuggiti ai fan meno attenti.

Ci sono naturalmente grandi cameo che non abbiamo incluso in questa lista, poiché era impossibile non vederli, come quelli di Mon Mothma, Darth Vader e il ritorno in CG di Grand Moff Tarkin, tutti protagonisti nel film di intere sequenze chiave. Idem per il cameo degli amati droidi R2-D2 e C-3PO e una fugace inquadratura della Principessa Leia di Carrie Fisher tornata grazie alla magia della CG ai 19 anni di Una nuova speranza. Nella nostra lista ci sono invece cameo più fugaci, alcuni sicuramente più difficili da individuare rispetto ad altri.

La cosa più interessante è che i cameo di Star Wars presenti in Rogue One sono citazioni non solo dei film della saga, ma ampliano anche alle serie tv d’animazione vedi il Saw Gerrera di Forest Whitaker dalla serie animata Star Wars: Clone Wars.

Anche se Rogue One si svolge poco prima degli eventi di Una nuova speranza, non è l’unico capitolo della trilogia originale che ottiene un tributo, ci sono anche L’impero colpisce ancora, Il ritorno dello Jedi senza dimenticare la controversa Trilogia prequel con La vendetta dei Sith diventato sostanzialmente prequel di Rogue One.

 

Capitano Antilles

Il Capitano Antilles nel canone di Star Wars appare in un certo numero di romanzi del cosiddetto “Universo espanso”. Reymus Antilles è parte integrante della mitologia di Star Wars anche se ha avuto solo pochi momenti sullo schermo in Una nuova speranza. Lui è la prima vittima di Darth Vader sullo schermo nell’originale del 1977. Antilles è il capitano della corvetta Tantive IV e viene strangolato da Darth Vader quando si rifiuta di rinunciare ai piani per la Morte Nera, sostenendo che la sua nave non ha intercettato nessuna trasmissione. E’ stato visto in precedenza al termine del prequel La vendetta dei Sith, dove assume la proprietà temporanea di C-3PO e R2-D2. Sebbene non sia un giocatore chiave in Rogue One, ottiene due scene cruciali. La prima quando Bail Organa lascia Yavin IV per Alderaan e Bail comanda al capitano di tenersi pronto. Vediamo Reymus di nuovo alla fine del film, quando il suo equipaggio di ribelli sfugge all’ira di Darth Vader con lui che riesce a consegnare i piani della Morte Nera alla Principessa Leia.

 

Uomo tricheco e il Dottor Evazan

rogue-one-18-cameo-di-star-wars-che-forse-vi-siete-persi-2.jpgUn altro cameo che potrebbe rappresentare una sorta di test per i fan più fedeli è quello di Ponda Babba in principio chiamato “Uomo tricheco” dalla Kenner quando vennero lanciate le prime action figures di Star Wars, perché il personaggio non aveva ancora un nome proprio, e il Dr. Evazan, che invece non ha mai avuto una sua action figure. I due li possiamo vedere su Jedha, il pianeta sacro dei Jedi, dove in mezzo alla folla urtano letteralmente Jyn e Cassian.

 

Wedge Antilles

rogue-one-18-cameo-di-star-wars-che-forse-vi-siete-persi-3.jpgCameo anche per il leggendario pilota Wedge Antilles della Squadriglia Rogue parte del raid ribelle su Scarif che si svolge durante il terzo atto del film. Se ve lo state chiedendo per il canone di Star Wars Wedge e Raymus Antilles non sono parenti. Wedge non appare in carne e ossa ma sentiamo David Ankrum, che ha doppiato Wedge in Una nuova speranza. Dennis Lawson è l’attore che vediamo nei panni di Wedge nell’originale del 1977, ma la sua voce è stata doppiata da Ankrum perché l’attore non era riuscito a perfezionare il suo accento americano in tempo per le riprese, i realizzatori non volevano un accento britannico per il pilota. Mentre Ankrum non è accreditato per il suo lavoro in Rogue One ci sono fonti che confermano che è l’attore ad aver registrato la sua voce fuori campo come “Rogue Due” alias Wedge. da notare che Dennis Lawson non ha ripreso il suo ruolo per Star Wars: Il risveglio della Forza.

 

Capo Rosso e Oro

rogue-one-18-cameo-di-star-wars-che-forse-vi-siete-persi-5.jpgQuesto omaggio al classico originale è un po’ più evidente, si tratta dei piloti noti come Capo Rosso e Capo Oro presenti nell’attacco dei caccia su Scarif. Gli attori che interpretavano Capo Rosso (della squadra X-Wing) e Capo Oro (della squadra Y-Wing) sono tornati grazie all’aiuto della CG, del medesimo tipo avanzato che ha contribuito a riportare su schermo una giovane Principessa Leia. Le voci di Drewe Henley (che è morto l’anno scorso) e Angus MacInnes vengono utilizzate per ricreare questi ruoli.

 

L’originale Rosso 5

rogue-one-18-cameo-di-star-wars-che-forse-vi-siete-persi-4.jpgIn Una nuova speranza Rosso 5 era il nome in codice di Luke Skywalker durante l’attacco alla Morte Nera nel finale di Una nuova speranza. In Rogue One scopriamo che quel codice era già stato usato da un altro pilota caduto durante la battaglia di Scarif.

 

 

Generale Dodonna

rogue-one-18-cameo-di-star-wars-che-forse-vi-siete-persi-6.jpgQuesto cameo non è così oscuro come alcuni degli altri, ma i fan meno avvezzi probabilmente non conoscono il Generale Dodonna. Si tratta di una figura fondamentale dell’Alleanza ribelle. Questo comandante ribelle è colui che aggiorna i piloti sulla loro incursione sulla Morte Nera e colui che consegna a Han e Luke le loro medaglie alla fine di Una nuova speranza. In Rogue One è mostrato in alcune scene di gruppo, ma non gioca un ruolo significativo in questo prequel.

 

RA-7

rogue-one-18-cameo-di-star-wars-che-forse-vi-siete-persi-7.jpgRA-7 è un altro personaggio tenuto a battesimo dalla Kenner come parte della loro seconda linea di action figures. A quel tempo era definito “Droide della Morte Nera” poi ribattezzato RA-7. Il suo look include una testa che lo fa somigliare ad un insetto e un corpo argentato che ricorda molto C-3PO. Appare sulla Morte Nera ed è il primo droide visto nel mezzo di trasporto dei Jawa (Sandcrawler) che fa da sfondo alla scena in cui C-3PO e R2-D2 si riuniscono nel deserto dopo essere stati separati per qualche ora. Il droide appare due volte in Rogue One, la prima volta passa davanti a Jyn e Cassian su Jedha e un’altra versione del droide è poi visto su Scarif.

 

Mouse Droid

rogue-one-18-cameo-di-star-wars-che-forse-vi-siete-persi-8.jpgUn altro droide iconico che appare in Rogue One è il Mouse Droid visto sulla Morte Nera. Questo piccoletto viene spaventato dal ruggito di Chewbacca nel film originale con una spassosa fuga rimasta nella memoria dei fan. In Rogue One è solo parte dello sfondo ed è facile perdere il suo passaggio. Vediamo diversi Mouse Droids intorno agli Stormtroopers su Scarif.

 

Droide sonda imperiale

rogue-one-18-cameo-di-star-wars-che-forse-vi-siete-persi-9.jpgIl Droide Sonda Imperiale fa la sua prima apparizione sullo schermo in L’impero colpisce ancora sul pianeta di ghiaccio Hoth mentre in Rogue One è visto sullo sfondo di Jedha quando Cassian e Jyn camminano per le strade della città. Questo è uno dei pochi riferimenti a L’impero colpisca ancora visti nel film, a parte il gigantesco AT-ACT nel terzo atto. Si tratta di un camminatore simile all’AT-AT visto all’inizio del primo sequel di Star Wars e presente anche nella serie animata Star Wars Rebels.

 

Chopper

rogue-one-18-cameo-di-star-wars-che-forse-vi-siete-persi-10.jpgIn Rogue One ci sono molti riferimenti alla nuova serie animata Star Wars Rebels. Forse il momento più sorprendente e quando viene mostrato una versione live-action del droide astromeccanico Chopper che fino ad ora era stato rappresentato solo in animazione CG. Anche se nel film non appare l’equipaggio dell’astronave “Spettro” loro sono certamente presenti su Yavin IV. Chopper può essere visto passare accanto a Mon Mothma quando viene a sapere della missione di Rogue One su Scarif. Questo potrebbe voler dire che forse in futuro episodio di Star Wars Rebels  vedremo l’equipaggio dello Spettro nella battaglia di Scarif, con il raid raccontato da un punto di vista diverso.

 

Hera Syndulla

rogue-one-18-cameo-di-star-wars-che-forse-vi-siete-persi-11.jpgL’ipotesi di un prossimo episodio di Stars Wars Rebels su Scarif prende ancora più corpo grazie all’inclusione in Rogue One di Hera Syndulla personaggio della serie animata. Lei non appare fisicamente nel film, ma il riferimento al capitano Twi’lek dello Spettro è certamente una citazione non trascurabile. Hera Syndulla è ora un generale, lo apprendiamo quando il suo nome è chiamato dagli altoparlanti su Yavin IV.

 

Ghost / Spettro

rogue-one-18-cameo-di-star-wars-che-forse-vi-siete-persi-12.jpgMa i collegamenti con la serie animata Star Wars Rebels, cher ricordiamo ambientata cinque anni prima del film Star Wars e quattordici anni dopo La vendetta dei Sith, non finiscono qui. Anche la nave di Hera, lo Spettro, ottiene un cameo. La nave appare due volte in Rogue One. La prima volta è mostrata fuori del tempio Massassi quando Jyn, Cassian e K-2SO lasciano Yavin IV per Jedha. La ritroviamo anche dopo durante la grande incursione ribelle su Scarif.

 

Incrociatore Hammerhead

rogue-one-18-cameo-di-star-wars-che-forse-vi-siete-persi-13.jpgL’ultimo riferimento a Star Wars Rebels scoperto dai fan sono gli Incrociatori Hammerhead visti durante la battaglia di Scarif. In Rogue One un Hammerhead causa una collissione tra Star Destroyer. Questi Hammerhead hanno debuttato in un episodio di Star Wars Rebels e quella in Rogue One è la loro prima apparizione live-action.

 

Warwick Davis

rogue-one-18-cameo-di-star-wars-che-forse-vi-siete-persi-14.jpgCome è noto Warwick Davis ha debuttato nella recitazione in tenera età nel ruolo dell’Ewok Wicket in Il Ritorno dello Jedi per poi apparire in varie forme nel resto dei live-action di Star Wars. Lo scorso anno ha interpretato il bizzarro Wollivan in Il risveglio della Forza nella scena al castello di Maz Kanata. In Rogue One interpreta un personaggio completamente nuovo che seppur nella sua fugace apparizione resta impresso. Questa volta Warwick interpreta Weeteef Cyubee. Il personaggio milita tra i ranghi della banda dei Ribelli guidati da Saw Gerrera che si nascondono su Jedha. Aiuta ad abbattere un mezzo corazzato dell’impero nel cuore della città di Jedha ed è poi visto nella base segreta dei Ribelli.

 

Il regista Rian Johnson

rogue-one-18-cameo-di-star-wars-che-forse-vi-siete-persi-15.jpgRian Johnson regista di Star Wars 8 è un mega-fan di Star Wars, così ha colto al volo l’opportunità di apparire in un film della saga. Johnson interpreta uno degli operatori al laser sulla Morte Nera al fianco del produttore Ram Bergman, sono inquadrati mentre riparano i loro volti da una delle letali esplosioni della Stazione Spaziale. Per restituire il favore Johnson ha già dato al regista di Rogue One, Gareth Edwards, un cameo in Star Wars 8 che scopriremo quando il film debutterà nei cinema a dicembre 2017.

 

Mustafar

rogue-one-18-cameo-di-star-wars-che-forse-vi-siete-persi-19.jpgIn rogue One nuovi pianeti si aggiungono all’iconica “galassia lontana lontana”, vedi Scarif e Jedha, ma pianeti familiari ai fan della saga vengono citati come Mustafar dove viene confermato trovarsi il castello di Darth Vader costruito proprio nel bel mezzo di un fiume di lava. Si può ricordare questo pianeta come il luogo in cui Anakin Skywalker ha perso il duello contro Obi-Wan. Nei libri che sono ormai parte del canone di Star Wars noto come “Legends”, che non è il canone ufficiale associato con i film, Darth Vader ha invece vissuto sull’arido e desolato pianeta Vijun, devastato da pericolose piogge acide.

 

Coruscant

rogue-one-18-cameo-di-star-wars-che-forse-vi-siete-persi-16.jpg In Rogue One appare anche il pianeta Coruscant, che non è mai visto nella trilogia originale per poi apparire location chiave nella trilogia prequel. Coruscant è mostrato in Rogue One durante il flashback di Jyn, dove avviene l’incontro tra la sua famiglia e Krennic. Se la timeline risulta corretta questo flashback si riferisce all’incirca al periodo della caduta della Repubblica. La scena viene narrata più nel dettaglio nel recente romanzo prequel “Catalyst” che racconta di Krennic e il padre di Jyn, Galen Erso, che lavorano insieme al progetto della Morte Nera.

 

Carro Armato Juggernaut

rogue-one-18-cameo-di-star-wars-che-forse-vi-siete-persi-17.jpgUn altro mezzo da battaglia, stavolta terrestre, che appare in Rogue One è il Carro Armato Juggernaut visto nella trilogia prequel. E’ il mezzo che trasporta una Jyn adulta in una prigione sul pianeta Wobani, anagramma di Obi-Wan. Questa è una versione imperiale del Juggernaut della Repubblica, un imponente mezzo corazzato che è stato spesso mostrato in Star Wars Clone Wars, così come in La vendetta dei Sith e più precisamente su Kashyyyk, pianeta dei Wookie.

 

Obi-Wan Kenobi

rogue-one-18-cameo-di-star-wars-che-forse-vi-siete-persi-18.jpgL’ultimo cameo che vi proponiamo è in realtà un easter-egg dato che Ben Kenobi in realtà non compare sullo schermo, ma il volto della statua Jedi semisepolta nella sabbie di Jedha sembra proprio il maestro Obi-Wan. Inoltre quando Mon Mothma pensa che la missione segreta su Scarif non sia una buona idea, ma capisce che non potrà fermarla, chiede a Bail Organa di entrare in contatto con il suo vecchio amico Jedi. Questo amico ora nascosto che ha combattuto al suo fianco nelle Guerre dei Cloni non può che essere Obi-Wan.

 

 

Fonte: Movieweb / SWX

 

 

I Video di Cineblog

Ultime notizie su Star Wars

Tutto su Star Wars →