FIlm 2018-2019: Kristen Wiig per il remake Usa di Toni Erdmann - Jennifer Connelly per Alita: Battle Angel

Jennifer Connelly villain in Alita: Battle Angel.

Kristen Wiig attends the premiere of Masterminds, in Hollywood, California, on September 26, 2016. / AFP / JEAN-BAPTISTE LACROIX        (Photo credit should read JEAN-BAPTISTE LACROIX/AFP/Getty Images)

- Toni Erdmann: non solo Jack Nicholson per il remake americano di Toni Erdmann. Al fianco del divo 80enne, tre volte premio Oscar, troverà infatti spazio Kristen Wiig. Sarà lei ad indossare gli abiti vestiti nel titolo originale di Maren Ade da Sandra Hüller, premiata con un EFA come miglior attrice dell'anno. Il film racconta il complicato ma tenero rapporto di una giovane donna manager dedita al successo e alla carriera con l’eccentrico padre, che fa di tutto per farle tornare il senso dell’umorismo e la leggerezza. Ines, businesswoman tutta affari e tailleur nero, non dà spazio ai sentimenti e ai rapporti. Fino a quando… non irrompe Winfried/Toni Erdmann, un burlone bizzarro che ama i travestimenti e le scombina la vita. Ed è suo padre. Bisognerà ora trovare un regista.

- Alita: Battle Angel: Jennifer Connelly, premio Oscar per A Beautiful Mind, si è aggiunta al cast di Alita: Battle Angel, atteso live-action Usa del celebre manga diretto da Robert Rodriguez e prodotto da James Cameron. La Connelly sarà uno dei villain del film. Al suo fianco Rosa Salazar, Christoph Waltz, Jackie Earle Haley, Ed Skrein, Eiza Gonzales, Lana Condor, Leonard Wu e Mahershala Ali. Uscita in sala: 20 luglio 2018. Divisa in 9 parti, l'opera di Yukito Kishiro è ambientata in un futuro apocalittico. Qui, tra uomini, macchine e vie di mezzo, si erge una "città discarica", gigantesca metropoli sovrastata da Salem, la favolosa città sospesa tra le nubi che scarica sotto di sé i rifiuti. In una di queste discariche un cyberdottore, Daisuke Ido, ritrova Alita, ragazza cyborg priva di memoria gettata tra i rifiuti; il suo corpo ha subito gravissimi danni strutturali, mentre il suo cervello, sebbene in stato di "stasi", è ancora intatto. Il cyberdottore decide allora di ripararla e di donarle un nuovo corpo. Da queste premesse si dipana la storia di Alita, tra accenni al passato, digressioni filosofiche sull'umanità e sul valore della stessa, lotte all'ultimo sangue nelle quali Alita fa uso della più potente arte marziale mai concepita dall'uomo, il Panzer Kunst, disciplina sviluppata sulle colonie del pianeta Marte dal gran maestro Tiga Zauer; di fatto, il Panzer Kunst è l'elemento che permette alla giovane Alita di rammentare la sua vita prima del suo ritrovamento alla discarica, e che le permetterà di superare gli scontri più cruenti. Alita affronta un lungo percorso di maturazione mentale e psicologica che la condurrà a darsi importanti risposte sulla propria vita, sul significato e l'origine di Salem, la città sospesa, e sui misteri cui essa è legata.

- Ghosts of War: Brenton Thwaites, a breve in sala con Pirati dei Caraibi - La vendetta di Salazar, sarà il protagonista di Ghosts of War, war movie a tinte spiritiche diretto da Eric Bress. Al centro della trama 5 soldati americani nel pieno della seconda Guerra Mondiale. Nascosti in un castello francese prima occupato dai nazisti, i 5 saranno costretti a combattere un nemico ancor più spaventoso dei tedeschi. Perché sovrannaturale.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail