Box Office Usa – è boom Get Out, caso horror di inizio 2017

L’horror Get Out sbanca il box office Usa detronizzando Lego Batman.

Travolto da critiche entusiastiche (100% su Rotten con media voto di 8.3), l’horror Universal Get Out ha fatto sua la vetta del box office americano. Diretto da Jordan Peele e costato poco meno di 5 milioni di dollari, il film ne ha incassati ben 30.5 in 3 giorni di programmazione, con una straordinaria media per sala di quasi 11.000 dollari. E’ di fatto il primo ‘caso’ cinematografico di questo 2017, con un passaparola positivo che potrebbe farlo schizzare verso il muro dei 100 milioni casalinghi. Detronizzato dopo 3 settimane di dominio The LEGO Batman Movie, comunque più che soddisfatto dei 133 milioni incassati fino ad oggi (226 in tutto il mondo), con John Wick: Chapter 2 sul podio a quota 74 milioni. Il primo si fermò a quota 43. Calo pesante e 103 milioni in cassa per Cinquanta sfumature di Nero, costato 55 milioni e ormai certo di non replicare i 166,167,230 dollari finali del capitolo 1. Worlwide siamo arrivati ai 330 milioni di dollari.

Delusione confermata negli States per The Great Wall, kolossal da 150 milioni di dollari qui ancora fermo ai 34 milioni (280 worldwide), seguito dai 153 de Il diritto di Contare, dai 23 di Fist Fight e dai 141 di La La Land, addirittura cresciuto di uno +0.2% rispetto agli incassi di 7 giorni fa e papabile trionfatore agli Oscar di questa notte. Se così sarà è facile immaginare un rialzo improvviso del musical di Damien Chazelle, ormai arrivato ad un passo dai 144 milioni casalinghi di Mamma Mia e ai 149 di Les Miserables. Più su troviamo solo Chicago, con 170 milioni, e Grease, a quota 188. Worldwide La La Land ha toccato quota 369 milioni di dollari, dopo esserne costati 30. Malissimo al debutto Rock Dog, uscito in 2000 copie e incapace di raggiungere i 4 milioni, con Autobahn – Fuori controllo riuscito persino a far peggio. 2045 copie e 1 milione e mezzo di dollari d’incasso, con una media per sala inferiore agli 800 dollari. Un disastro. Nel frattempo Split è arrivato ai 131 milioni (221 worldwide dopo esserne costati 9), Hacksaw Ridge ai 67 (175 in tutto il mondo) e Lion ai 43 (89 worldwide). Arrival ha invece abbattuto la soglia dei 100 milioni (196 worldwide). E’ il primo film di Denis Villeneuve a riuscire nell’impresa. In vista degli Oscar +41.6% sugli incassi per Moonlight, arrivato ai 22.2 milioni, con Barriere a quota 56 e Manchester by the Sea a quota 49.

Weekend a tre il prossimo grazie alle uscite del drama The Shack, del drama Before I Fall e soprattutto del cinecomic Logan, acclamato dalla stampa. Da battere gli 85,058,003 dollari all’esordio di X-Men Origins: Wolverine, uscito nel 2009.

I Video di Cineblog