• Film

Michael Parks, è morto il ‘più grande attore vivente’ secondo Quentin Tarantino – il ricordo di Blogo

Caratterista per una vita, è morto Michael Parks.

Se n’è ndato all’età di 77 anni Michael Parks, carattterista visto in oltre 100 titoli tra film e serie tv ma dai più conosciuto per aver preso parte ad alcuni progetti targati Quentin Tarantino e Robert Rodriguez. A confermare la notizia del decesso Kevin Smith, che l’aveva diretto in Red State e Tusk.

[quote layout=”big”]’Odio annunciare che Michael Parks, mia musa cinematografica, è morto. Michael è stato e rimarrà probabilmente per sempre il miglior attore che abbia mai conosciuto’.[/quote]

Opinione condivisa da Tarantino, che ha definito Parks ‘il più grande attore vivente‘. Quentin lo diresse in Dal tramonto all’alba, in Kill Bill – Vol 1 nel ruolo di Earl McGraw e in Kill Bill Vol. 2 nei panni del pappone Esteban Vihaio, nei due capitoli di Grindhouse e in Django Unchained. Nel 1965 l’esordio al cinema con Febbre sulla città, per poi farsi vedere in film come La Bibbia di John Huston, Nightmare Beach – La spiaggia del terrore di Umberto Lenzi, Dal tramonto all’alba 3 – La figlia del boia, L’assassinio di Jesse James per mano del codardo Robert Ford, Argo di Ben Affleck, We Are What We Are e in Blood Father di Jean-François Richet, suo ultimo film del 2016. Tra le tante serie da lui interpretate si ricordano I segreti di Twin Peaks, con il ruolo di Jean Renault, e Walker Texas Ranger, nel ruolo di Caleb Hooks, uno dei principali nemici del protagonista.

Fonte: Comingsoon.net

I Video di Blogo

Sky Cinema: promo con Alessandro Gassmann