Justice League: Zack Snyder abbandona per un lutto in famiglia, Joss Whedon terminerà il film

Zack Snyder annuncia una tragedia in famiglia e abbandona Justice League passando il testimone a Joss Whedon.

justice-league-zack-snyder-abbandona-dopo-la-morte-della-figlia-joss-whedon-terminera-il-film.jpg

Zack Snyder ha abbandonato il film Justice League per trascorrere del tempo con la sua famiglia dopo una tragedia che lo ha recentemente colpito. Snyder ha annunciato che sarà Joss Whedon, regista di Batgirl, a completare Justice League mentre il regista starà con la sua famiglia come è giusto che sia.

Snyder e sua moglie hanno parlato con Hollywood Reporter e hanno rivelato che la loro figlia appena ventenne è morta per suicidio lo scorso marzo. Snyder per evitare speculazioni che potevano scaturire dal suo abbandono ha voluto spiegare pubblicamente le sue motivazioni.

Ecco la cosa, non ho mai pianificato di renderlo pubblico, ho pensato che sarebbe rimasto in famiglia, una questione privata, un dolore che avremmo dovuto affrontare nel privato. Quando è diventato evidente che dovevo fare una pausa, sapevo che ci sarebbero state storie inventate su Internet. Facciano quel vogliono. La verità è che in questo momento non mi importa minimamente.

Snyder ha spiegato che come la maggior parte delle persone che affrontano un lutto non sapeva cosa fare, e in un primo momento ha pensato sarebbe stato meglio per lui buttarsi a capofitto nel lavoro, ma le pressioni nel lavorare ad un progetto imponente come Justice Legue non hanno sortito l'effetto voluto.

Nella mia mente ho pensato che fosse una cosa catartica tornare al lavoro, immergermi totalmente e vedere se questa era una strada da percorrere. Le incombenze di questo lavoro sono piuttosto intense, ti consumano. E così negli ultimi due mesi sono arrivato ad una consapevolezza...ho deciso di fare un passo indietro dal film per stare con la mia famiglia, stare vicino ai miei figli, che hanno veramente bisogno di me. Stanno passando un momento difficile. Io sto passando un momento difficile.

Con l'eccesso di astio creatosi verso il lavoro di Snyder sui film DC e una parte di Internet pronta a fare illazioni su ogni minimo episodio legato alle riprese, Snyder ha preferito stroncare sul nascere ogni potenziale chiacchiera che potesse scaturire dal suo abbandono.

Warner Bros. e la troupe sono accanto a Snyder e alla sua famiglia e hanno anche offerto di posticipare l'uscita del film, ma Snyder ha rifiutato e ha preferito lasciare che Joss Whedon subentrasse per terminare il progetto. Whedon tra l'altro era già coinvolto in Justice League avendo collaborato alla sceneggiatura e a varie riscritture. Warner Bros. ha tenuto a sottolineare che Whedon non apporterà alcun cambiamento al film, ma porterà a termine quella che è la visione di Snyder. Toby Emmerich presidente di Warner Bros. ha commentato questo cambio al timone.

Il lavoro di regia è minimo e dovrà rispettare lo stile e il tono e il modello che Zack ha impostato: non stiamo introducendo nuovi personaggi, sono gli stessi personaggi in alcune nuove scene. Sta passando il testimone a Joss, ma i percorso in realtà è stato già tracciato da Zack. Credo ancora che, nonostante questa tragedia, possiamo ancora portare a casa un grande film.

La data di uscita di Justice League quindi rimane la stessa con il film pervisto nei cinema per il 17 novembre 2017.

  • shares
  • Mail