• Film

La Mummia, perdite da quasi 100 milioni per la Universal

Incassi molto deludenti per La Mummia Universal.

Primo atteso capitolo del Dark Universe, La Mummia di Alex Kurtzman, con Tom Cruise e Russell Crowe mattatori, non ha certamente fatto sfracelli al botteghino. Anzi. Massacrato dai critici d’America, il film ha raccolto appena 58 milioni di dollari in patria in 10 giorni di programmazione, recuperando terreno all’estero con altri 236 milioni. Totale, ad oggi, 293,952,119 dollari worldwide. Ebbene a detta di Deadline il film dovrebbe chiudere la propria corsa a quota 375 milioni worldwide, perché anche l’agognato boom cinese è mancato (30 milioni al debutto, 81.4 fino ad ora ma solo il 25% torna nelle tasce dello studios). Se così fosse La Mummia farebbe perdere alla Universal circa 95 milioni di dollari.

Facile il conteggio. Il film sarebbe costato 195 milioni di dollari, e non 125 come annunciato, ai quali aggiungerne altri 150 tra spese di distribuzione e pubblicità. Visto e considerato che la metà di quanto incassato rimane più o meno nelle casse degli esercenti, il totale si fa pesantemente rosso. D’altronde tra pochi giorni Transformers 5 farà razzia di sale in mezzo mondo, uscendo contemporaneamente in 42 mercati, compresi Cina, Corea del Sud e Russia. 1.031 sale Imax in tutto il mondo saranno sue, contro le 363 de La Mummia nell’ultimo fine settimana. La vita cinematografica del film con Cruise è di fatto pronta a scemare, a tempo di record.

La Mummia non ha fatto furore neanche in Europa, con meno di 8 milioni di dollari incassati in Inghilterra, meno di 5 in Germania, poco più di 3 in Francia e Italia. Meglio non è andata in Sud America, con meno di 10 milioni di dollari in Messico e Brasile. Flebili speranze arrivano dalla Corea del Sud, dove il film ha incassato oltre 24 milioni, e dal Giappone, la cui uscita è datata 28 luglio.

Fonte: Deadiline