Easy – Un viaggio facile facile: nuove clip della commedia di Andrea Magnani

Easy – Un viaggio facile facile: video, trailer, poster, immagini e tutte le informazioni sulla commedia di Andrea Magnani nei cinema italiani dal 31 agosto 2017.

 

Tucker Film ha reso disponibili 5 clip con scene tratte dal film Easy – Un viaggio facile facile, la commedia di Andrea Magnani in arrivo nei cinema il prossimo 31 agosto.

Il film interpretato da Nicola Nocella, Barbara Bouchet e Libero De Rienzo racconta di Isidoro, detto Easy, un 35enne sovrappeso e depresso che vive con la madre e passa il tempo davanti alla Playstation. Giornate lente, immobili, spese ingozzandosi di psicofarmaci e meditando (più o meno convintamente) il suicidio. Poi, però, qualcosa cambia: il fratello gli chiede di riportare a casa lo sfortunato operaio Taras, morto per un incidente sul lavoro, trasportando la sua bara fino in Ucraina. Niente di complicato, sulla carta, ma Isidoro è Isidoro e un lungo viaggio attraverso i Carpazi può rivelarsi davvero insidioso. Soprattutto alla guida di un carro funebre!

 

 

Il protagonista Nicola Nocella racconta cosa gli ha lasciato, personalmente e professionalmente, l’esperienza sul set di Easy – Un viaggio facile facile.

[quote layout=”big”]A livello personale mi ha insegnato che la bellezza è dappertutto: faticosa da conquistare, forse, ma è veramente dappertutto. Basta avere pazienza, basta avere lo sguardo giusto. In Ucraina ci piombava addosso all’improvviso, con i panorami mozzafiato che si vedono nel film, e ci ripagava di ogni sforzo. A livello professionale mi ha lasciato tantissimo. Mi ha cambiato tantissimo. Mi ha cambiato al punto che, adesso, non mi preoccupo più di piacere a Nicola Nocella: appena finisco di girare una scena, guardo il regista con cui sto lavorando e gli chiedo semplicemente «Sei contento?». Questo cambio di prospettiva lo devo tutto al rapporto con Andrea: una persona speciale, una persona che ammiro infinitamente. Spero solo di essere stato all’altezza del successo che merita.[/quote]

 

 

Il regista Andrea Magnani, al suo esordio in un lugometraggio cinematografico, parla della sceneggiatura del film e dei dialoghi volutamente scarni.

[quote layout=”big”]Nella sceneggiatura non ci sono molti dialoghi per due ragioni: la prima è a causa della personalità del protagonista, abituato a stare in disparte dalle vite degli altri e dalla sua stessa vita. La seconda è dovuta a un paese dove la lingua è così distante e impervia che diventa impossibile comunicare tramite parole e frasi. Isidoro è costretto a usare il suo misero inglese, i gesti, le espressioni. E noi, in tutto questo, impariamo assieme a lui: come leggere i volti degli altri, il tono delle loro voci, i loro gesti. E diventa sorprendente quanto sia facile comprendersi anche senza una lingua comune.[/quote]

 

 

Il protagonista Nicola Nocella racconta il freddo patito sul set, e in particolare di una scena particolarmente difficoltosa.

[quote layout=”big”]Una notte dovevo affrontare la scena più importante, la scena in cui Isidoro parla a cuore aperto con la bara di Taras, e c’era un temperatura infernale. In-fer-na-le. Durante le riprese sul fronte ucraino, che sono durate due lunghissimi mesi, ho pensato molte volte di non farcela, sarei bugiardo a sostenere il contrario, ma quella notte… Quella notte… Mi chiedo ancora come sarebbe andata a finire senza Rostik, il capo-attrezzista nonché mio personale angelo custode, che si è avvicinato con una bottiglia e mi ha detto «Drink». Ora: non so quanti conoscano la temibilissima samohonka, la vodka dei Carpazi, ma so che uno shottino di fuoco liquido mi ha salvato la vita e che Andrea Magnani ha trovato subito perfetto il primo take![/quote]

 

 

 

Easy – Un viaggio facile facile: trailer, poster e foto della commedia con Libero De Rienzo

 

Tucker Film ha reso disponibili trailer, foto e locandina di Easy – Un viaggio facile facile, la commedia di Andrea Magnani con Nicola Nocella, Barbara Bouchet e Libero De Rienzo in arrivo nei cinema il 31 agosto 2017.

 

Isidoro, detto Easy, ha 35 anni, molti chili di troppo e una bella depressione: vive con la madre e passa il tempo davanti alla Playstation. Giornate lente, immobili, spese ingozzandosi di psicofarmaci e meditando (più o meno convintamente) il suicidio. Poi, però, qualcosa cambia: il fratello gli chiede di riportare a casa lo sfortunato operaio Taras, morto per un incidente sul lavoro, trasportando la sua bara fino in Ucraina. Niente di complicato, sulla carta, ma Isidoro è Isidoro e un lungo viaggio attraverso i Carpazi può rivelarsi davvero insidioso. Soprattutto alla guida di un carro funebre!

 

Il cast è completato da Ostap Stupka, Veronika Shostak, Orest Garda, Katerina Kosenko, Lorenzo Acquaviva, Beso Moistsrapishvili, Orest Syrvatka, Volodimir Kuchma, Nina Naboka e Nadia Magnani.

Girato ammiccando affettuosamente al cinemascope dei grandi western, e percorso da un umorismo rarefatto che piacerebbe a Kaurismaki, Easy – Un viaggio facile facile è l’opera prima di Andrea Magnani: un bizzarro, divertente, poetico road movie che, trasformando i chilometri in cammino esistenziale, schiera Nicola Nocella (Nastro d’argento per il Figlio più piccolo di Pupi Avati), Libero De Rienzo (Santa Maradona, Smetto quando voglio) e Barbara Bouchet (amatissima da tutti gli italiani e, non dimentichiamolo, da un certo signor Quentin Tarantino, che la annovera tra le proprie muse).

 

 

Il regista esordiente Andrea Magnani si è fatto le ossa girando corti, documentari e firmando numerose sceneggiature per il grande e piccolo schermo (L’ispettore Coliandro). Prima coproduzione ucraino-italiana, “Easy” ci ricorda che abbiamo tutti un Taras da riportare a casa. E poco importa se non sarà un’impresa facile facile.

[quote layout=”big” cite=”Andrea Magnani – regista]Certi viaggi portano dentro di sé quel sapore speciale che possiamo anche definire “avventura”: Easy parla proprio di questo, parla di strade sbagliate e di deviazioni, di incontri surreali e di contrattempi non meno surreali, ma parla anche della forza con cui si devono affrontare le incertezze e le paure, cercando una rinascita e, perché no, una redenzione. Ecco perché i paesaggi dell’Ucraina si sono rivelati ideali per ambientarci il film: perché, prima di essere una commedia con bara, Easy è una storia di confini. Quello filosofico tra vita e morte, quello culturale tra mondo latino e mondo slavo, quelli artificiali, costruiti dagli uomini, tra Europa Occidentale e Orientale, che sono poi i confini che Isidoro deve attraversare.[/quote]

Prima dell’uscita ufficiale Il film verrà presentato in anteprima al Festival di Locarno martedì 8 agosto come unico film italiano in concorso (sezione Cineasti del presente).

 

 

 

Ultime notizie su Film Italiani

Tutto su Film Italiani →