L’equilibrio: trailer e poster del film di Vincenzo Marra

L’equilibrio: video, trailer, poster, immagini e tutte le informazioni sul film drammatico di Vincenzo Marra nei cinema italiani dal 21 settembre 2017.

[blogo-video id=”758051″ title=”L’EQUILIBRIO – Trailer Ufficiale (Al cinema dal 21 settembre)” content=”” provider=”youtube” image_url=”http://media.cineblog.it/e/e4c/maxresdefault-jpg.png” thumb_maxres=”1″ url=”https://www.youtube.com/watch?v=ivhfUAuLJYg” embed=”PGRpdiBpZD0nbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fNzU4MDUxJyBjbGFzcz0nbXAtdmlkZW9fY29udGVudCc+PGlmcmFtZSB3aWR0aD0iNTAwIiBoZWlnaHQ9IjI4MSIgc3JjPSJodHRwczovL3d3dy55b3V0dWJlLmNvbS9lbWJlZC9pdmhmVUF1TEpZZz9zdGFydD03JmZlYXR1cmU9b2VtYmVkIiBmcmFtZWJvcmRlcj0iMCIgYWxsb3dmdWxsc2NyZWVuPjwvaWZyYW1lPjxzdHlsZT4jbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fNzU4MDUxe3Bvc2l0aW9uOiByZWxhdGl2ZTtwYWRkaW5nLWJvdHRvbTogNTYuMjUlO2hlaWdodDogMCAhaW1wb3J0YW50O292ZXJmbG93OiBoaWRkZW47d2lkdGg6IDEwMCUgIWltcG9ydGFudDt9ICNtcC12aWRlb19jb250ZW50X183NTgwNTEgLmJyaWQsICNtcC12aWRlb19jb250ZW50X183NTgwNTEgaWZyYW1lIHtwb3NpdGlvbjogYWJzb2x1dGUgIWltcG9ydGFudDt0b3A6IDAgIWltcG9ydGFudDsgbGVmdDogMCAhaW1wb3J0YW50O3dpZHRoOiAxMDAlICFpbXBvcnRhbnQ7aGVpZ2h0OiAxMDAlICFpbXBvcnRhbnQ7fTwvc3R5bGU+PC9kaXY+”]

 

Warner Bros. ha reso disponibili trailer e poster de L’equilibrio, il film drammatico di Vincenzo Marra in arrivo nei cinema italiani il 21 settembre.

“L’Equilibrio” è descritto dal regista come uno “scontro” ideologico e spirituale di due sacerdoti che vivono il loro percorso in modo diverso. Don Antonio, interpretato da Mimmo Borrelli nell’intento di fare del bene e tutelare le buone persone che vivono in quel territorio è costretto a fare dei compromessi con la propria coscienza, con la realtà delle cose che lo circondano, l’altro invece, Don Giuseppe interpretato da Roberto Del Gaudio per formazione, anima e coscienza, non riesce a “chiudere gli occhi” e deve andare avanti senza compromessi Il film racconta il dilemma su quale sia la scelta giusta da fare in una terra “abbandonata”.

[quote layout=”big” cite=”Vincenzo Marra]Per disegnare il protagonista del film “Don Giuseppe” mi sono ispirato non solo all’osservazione della realtà, ma anche ad un percorso cristologico. Don Giuseppe è sostanzialmente un uomo che non ha paura, non teme, lui come un monolite va avanti, la sua luce è la fede e i principi in cui ha sempre creduto, come tutti gli esseri umani, però è pervaso da dubbi e tentazioni, ma rispetto alle scelte, al suo percorso spirituale non si fa mettere in crisi da niente e da nessuno, pur di aiutare il prossimo.[/quote]

 

Giuseppe, un sacerdote campano già missionario in Africa, opera in una piccola diocesi di Roma. Messo in crisi nella sua Fede, chiede al Vescovo di essere traferito in un comune della sua terra, e così viene spostato in un piccolo paesino del napoletano. Giuseppe prenderà il posto del parroco del quartiere, Don Antonio, un uomo dal grande carisma e dalla magnifica eloquenza, ascoltato e rispettato da tutti perché combatte una battaglia contro i sotterramenti illegittimi di rifiuti tossici. Don Antonio, per meriti acquisiti, sta per essere trasferito a Roma. Prima di partire Don Antonio introduce Giuseppe nella dura realtà del quartiere. Una volta rimasto solo, il sacerdote si dà da fare cercando di aiutare in tutti i modi la comunità, fino a quando scoprirà la vera, scomoda realtà di quel luogo. Giuseppe decide di seguire il suo percorso spirituale senza paura ma malgrado la sua grande tenacia e il suo coraggio, si scontrerà con una realtà molto dura che lo metterà nell’angolo. Una storia commovente che parla di umanità e della forza di difendere la propria fede davanti al dolore.

 

Il cast è completato da Astrid Meloni, Paolo Sassanelli, Francesca Zazzera, Giuseppe D’Ambrosio, Lucio Giannetti, Vincenza Modica, Autilia Ranieri e Sergio Del Prete.

[quote layout=”big” cite=”Vincenzo Marra]L’idea di come poter sviluppare il concetto di paura è stato da sempre un ossessione per questo film. Viviamo un momento storico dove nella quotidianità siamo bloccati dalla paura, ogni giorno di più abbiamo paura del futuro, di deludere e di rimanere delusi, di rimanere da soli, del giudizio conformista, di dover esprimere il nostro dissenso, figuriamoci il dover “affrontare” situazioni molto più grandi di noi come in alcuni territori la malavita organizzata, le malattie, in definitiva la morte. Don Giuseppe non cerca il martirio, non vuole emulare Gesù, ma semplicemente va avanti passo dopo passo, cercando di essere coerente con se stesso e con le cose normali della vita.[/quote]

 

 

 

Ultime notizie su Film Italiani

Tutto su Film Italiani →