Box Office Usa, It batte anche Tom Cruise e torna in testa

Persino Tom Cruise si piega a Pennywise.

Inarrestabile e sempre più incredibile Pennywise. It, arrivato al suo 4° weekend di programmazione americana, ha riconquistato il trono del box office con 17.3 milioni di dollari incassati in 72 ore. Totale casalingo che ha toccato quota 291 milioni, con il record dell’Esorcista crollato anche a livello internazionale. Worldwide, infatti, la pellicola Warner ha raggiunto i 553 milioni di milioni di dollari, dopo esserne costati appena 35.

Sconfitto al debutto Barry Seal, crime-thriller Universal costato 50 milioni e incapace di andare oltre i 17 in 72 ore. Era dai tempi di Jack Reacher che Tom Cruise non incassava così ‘poco’ all’esordio americano. Calo importante dopo solo 7 giorni, – 56.4%, e altri 17 milioni in cassa per Kingsman: il cerchio d’Oro, arrivato ai 66.7 milioni di dollari totali (135 worldwide) e ormai certo di non poter replicare i 128 milioni del primo capitolo, di fatto irraggiungibili.

Massacrato dalla critica e costato 19 milioni, Flatliners, remake di Linea Mortale, ha debuttato con appena 6.7 milioni, mentre Battle of Sexes, ampliato a 1,213 copie, ha raggiunto i 4 milioni di dollari. A quota 35 milioni troviamo invece The LEGO Ninjago Movie, seguito dai 32 di American Assassin, dai 25 di Home Again e dai 16 del deludente Madre. Esordi con 1,567,966 dollari per ‘Til Death Do Us Part, infine, e 1,050,000 dollari per A Question Of Faith.

Weekend ricchissimo il prossimo grazie agli arrivi di The Mountain Between Us, con Kate Winslet e Idris Elba protagonisti, I Mini Pony e soprattutto Blade Runner 2049, trainato da recensioni entusiastiche.