• Film

Da IT a Stitches: 10 clown da film horror

“IT” debutta nei cinema italiani e Blogo vi propone una speciale classifica con 10 clown da film horror.

[blogo-video id=”766816″ title=”IT – Hai un sacco di amici, vero?” content=”” provider=”youtube” image_url=”http://media.cineblog.it/c/cd3/maxresdefault-jpg.png” thumb_maxres=”1″ url=”https://www.youtube.com/watch?v=BjabpNyVLhY” embed=”PGRpdiBpZD0nbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fNzY2ODE2JyBjbGFzcz0nbXAtdmlkZW9fY29udGVudCc+PGlmcmFtZSB3aWR0aD0iNTAwIiBoZWlnaHQ9IjI4MSIgc3JjPSJodHRwczovL3d3dy55b3V0dWJlLmNvbS9lbWJlZC9CamFicE55VkxoWT9mZWF0dXJlPW9lbWJlZCIgZnJhbWVib3JkZXI9IjAiIGFsbG93ZnVsbHNjcmVlbj48L2lmcmFtZT48c3R5bGU+I21wLXZpZGVvX2NvbnRlbnRfXzc2NjgxNntwb3NpdGlvbjogcmVsYXRpdmU7cGFkZGluZy1ib3R0b206IDU2LjI1JTtoZWlnaHQ6IDAgIWltcG9ydGFudDtvdmVyZmxvdzogaGlkZGVuO3dpZHRoOiAxMDAlICFpbXBvcnRhbnQ7fSAjbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fNzY2ODE2IC5icmlkLCAjbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fNzY2ODE2IGlmcmFtZSB7cG9zaXRpb246IGFic29sdXRlICFpbXBvcnRhbnQ7dG9wOiAwICFpbXBvcnRhbnQ7IGxlZnQ6IDAgIWltcG9ydGFudDt3aWR0aDogMTAwJSAhaW1wb3J0YW50O2hlaWdodDogMTAwJSAhaW1wb3J0YW50O308L3N0eWxlPjwvZGl2Pg==”]

 

L’horror IT debutta oggi 19 ottobre nei cinema italiani, un’uscita strategica a ridosso di Halloween che ci permette di prendere come si suol dire “due piccioni con un fava”, stilando una classifica di film horror che vedono protagonisti inquietanti e grotteschi clown.

Partendo idealmente dal nuovo Pennywise di Bill Skarsgard arrivando fino all’iconico Pennywise della miniserie tv anni ’90, abbiamo selezionato 10 clown da film horror scovando anche qualche titolo meno noto che magari vale la pena recuperare per ampliare un sottogenere piuttosto prolifico, ma molto altalenante dal punto di vista qualitativo.

Partendo dai due Pennywise vogliamo spendere due parole sulla differenza tra queste due nefaste incarnazioni clownesche. Un plauso a Tim Curry per aver lavorato in sottigliezza e ambiguità su una versione di clown che più classica non si può e contenuta all’interno di un formato televisivo fortemente limitante. Il giovane e talentuoso Bill Skarsgard ha invece potuto contare sul formato cinematografico e una censura di ultima generazione meno limitante, tratteggiando un clown più demoniaco di quello di Curry che contava sul suo look colorato e rassicurante per attirare e divorare bambini. Il Pennywise “danzante” di Skarsgard è decisamente più demoniaco, ammicca al Jack Torrance di Shining, ed è davvero poco rassicurante nel suo aspetto, un mostro mai sazio di cacciare bambini e incutere un terrore strisciante, due cose di cui si ciba avidamente.

Prima di lasciarvi alla nostra classifica non possiamo non fare un parallelo tra le versioni di Pennywise interpretate da Tim Curry e Bill Skarsgard e quelle dell’iconico Joker fornite da Jack Nicholson e il compianto Heath Ledger nel cinecomic Il cavaliere oscuro; versioni diverse ma complementari, approcci tra classico e moderno, due facce della stessa medaglia capaci di cogliere le mille sfumature della follia omicida.

 

 

IT (2017)

L’iconico Clown Pennywise torna per un nuovo adattamento di IT che rende finalmente giustizia al capolavoro horror di Stephen King. Il Pennywise di Bill Skarsgard trascende la popolare figura rassicurante dell’infanzia connotata da naso rosso, enormi scarpe e movenze spassose, il costume baroccheggiante e lo sguardo da infernale predatore seriale del nuovo Pennywise sembrano affermare con ferocia che c’è un nuovo mostro in città.

Curiosità: Bill Skarsgård ha rivelato che per il ruolo di Pennywise si è ispirato al Jack Torrance interpretato Jack Nicholson in Shining (e l’immagine che vedete in alto lo conferma decisamente).

 

Stitches (2012)

da-it-a-stitches-10-clown-da-film-horror-2.jpg

Il maldestro e poco divertente clown Richard “Stitches” Grindle si reca alla festa di compleanno del piccolo Tom, dove subisce uno scherzo dal migliore amichetto del festeggiato che lo porterà ad una morte accidentale. Sei anni dopo lo stesso Tom dà una festa di compleanno in casa per i suoi amici, e il clown risorge dalla tomba per perseguitare e uccidere tutti quelli che considera responsabili della sua morte. Stitches è un gioiellino che miscela horror, uno humour nerissimo e  una sorta di setta di clown che svolgono veri e propri rituali.

Curiosità: nel film viene menzionato l’Hypnocil, un farmaco fittizio della serie horror “Nightmare”.

 

Clownhouse (1989)

da-it-a-stitches-10-clown-da-film-horror-3.jpg

Poco prima di Halloween, tre fratellini che si trovano da soli in una grande casa  si ritrovano minacciati da tre pazienti psichiatrici in fuga che hanno ucciso alcuni clown del circo e hanno assunto le loro identità. Clownhouse, film d’esordio dell’attore Sam Rockwell, è un tipico slasher di routine dei molti prodotti negli anni ’80. Il film è diretto da Victor Salva (Jeepers Creepers) e co-prodotto da Francis Ford Coppola che rimasto impressionato dall’esordio di Salva con  Something in the Basement finanziò Clownhouse con 25.000$ (il budget totale si aggirava sui 200.000$).

Curiosità: Il film è stato realizzato in parte presso la casa di Francis Ford Coppola nella Napa Valley e girato con le stesse macchine da presa utilizzate da George Lucas per American Graffiti (1973).

 

Clown (2014)

da-it-a-stitches-10-clown-da-film-horror-4.jpg

Doo aver sostituito un clown professionista alla festa per il decimo compleanno del figlio, un amorevole padre di famiglia scopre che il vecchio costume da clown indossato per la festa è diventato come una seconda pelle e non solo, lo sta anche trasformando lentamente in un leggendario demone mangiabambini conosciuto come “Cloyne”. Clown prodotto da Eli Roth (Hostel) e diretto dall’allora esordiente Jon Watts (Spider-Man: Homecoming) è un interessante approccio a sfondo demoniaco alla figura del clown che ha il pregio di utilizzare make-up speciale ed effetti pratici invece della consueta overdose di CG.

Curiosità: Il film è stato originato da un fake-trailer approdato in rete che spacciava per imminente l’uscita di un horror diretto da Eli Roth con protagonista un clown killer. Il trailer è diventato virale ed è stato ripreso da moltissimi blog horror. Tutti pensavano che fosse vero e si chiedevano quando il film sarebbe uscito. La voce è arrivata in breve tempo a Eli Roth, che ha contattato personalmente i creatori del trailer, Jon Watts e Christopher Ford, a due giorni dalla pubblicazione online. Watts racconta: “La prima cosa che ho detto a Eli è stata ‘Ti prego, non ci fare causa!’ Ma lui si è messo a ridere e ha detto ‘Non voglio farvi causa, ragazzi, voglio produrre il film!’”.

 

 

Killer Klowns from Outer Space (1988)

da-it-a-stitches-10-clown-da-film-horror.jpg

Quando una piccola città viene invasa da alieni provenienti dallo spazio che catturano e uccidono i cittadini, nessuno prende seriamente la storia. Perché? Gli alieni hanno le sembianze di clown del circo, usano armi che sembrano giocattoli e mietono vittime sorridendo e improvvisando gag. Killer Klowns from Outer Space, esordio alla regia dei fratelli Chiodo che poi gireranno Critters, è un piccolo cult imperituro che può contare su una atmosfera surreale, alcune trovate geniali (le armi aliene che sparano popcorn viventi) ed effetti speciali squisitamente anni ’80, vedi teste animatroniche invece del consueto make-up speciale per i grotteschi clown alieni. Se non lo avete visto è un piccolo cult assolutamente da recuperare.

Curiosità: Il gigantesco “King Klown” che appare nella scena finale, affettuosamente soprannominato “Klownzilla” dai fratellie Chiodo, era manovrato da uno di loro (Charles Chiodo). Inoltre John Vernon che nel film interpreta l’anziano agente di polizia Curtis Mooney è noto per il ruolo di Dean Vernon Wormer in “Animal House.”

 

IT (1990)

da-it-a-stitches-10-clown-da-film-horror-11.jpg

Dopo aver sconfitto un demoniaco clown che alla fine degli anni ’60 divorava bambini nella loro cittadina, un gruppo di ragazzini ormai adulti si riunisce trent’anni dopo per tornare a combattere quella stessa entità maligna risorta e tornata a terrorizzare la loro città natale. Popolare miniserie tv in due parti degli anni ’90, IT viene ricordata soprattutto per la memorabile performance di Tim Curry nei panni del nefasto clown Pennywise e un finale tutto da dimenticare che stravolge il finale del libro e opta per un inguardabile e goffo ragno gigante. Il resto è un coraggioso tentativo di condensare le oltre 1.000 pagine del romanzo di Stephen King ben più violento e raccapricciante dell’edulcorata versione televisiva.

Curiosità: Tim Curry inzialmente era riluttante ad accettare il ruolo di Pennywise perché non voleva essere sepolto sotto strati di trucco. Curry aveva ancora in mente le infinite ore trascorse in sala trucco per il ruolo di Tenebra in Legend (1985) e non voleva ripetere l’esperienza. Per convincere Curry, il regista Tommy Lee Wallace ridusse al minimo la quantità di trucco dell’attore, e comunque non ne fu necessario molto poichè la performance di Curry era di enorme impatto.

 

Amusement – Giochi pericolosi (2008)

[blogo-video id=”766800″ title=”Amusement (2008) – Clown Scene” content=”” provider=”youtube” image_url=”http://media.cineblog.it/f/fb7/maxresdefault-jpg.png” thumb_maxres=”1″ url=”https://www.youtube.com/watch?v=NdkvVIHrdWU” embed=”PGRpdiBpZD0nbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fNzY2ODAwJyBjbGFzcz0nbXAtdmlkZW9fY29udGVudCc+PGlmcmFtZSB3aWR0aD0iNTAwIiBoZWlnaHQ9IjI4MSIgc3JjPSJodHRwczovL3d3dy55b3V0dWJlLmNvbS9lbWJlZC9OZGt2VklIcmRXVT9mZWF0dXJlPW9lbWJlZCIgZnJhbWVib3JkZXI9IjAiIGFsbG93ZnVsbHNjcmVlbj48L2lmcmFtZT48c3R5bGU+I21wLXZpZGVvX2NvbnRlbnRfXzc2NjgwMHtwb3NpdGlvbjogcmVsYXRpdmU7cGFkZGluZy1ib3R0b206IDU2LjI1JTtoZWlnaHQ6IDAgIWltcG9ydGFudDtvdmVyZmxvdzogaGlkZGVuO3dpZHRoOiAxMDAlICFpbXBvcnRhbnQ7fSAjbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fNzY2ODAwIC5icmlkLCAjbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fNzY2ODAwIGlmcmFtZSB7cG9zaXRpb246IGFic29sdXRlICFpbXBvcnRhbnQ7dG9wOiAwICFpbXBvcnRhbnQ7IGxlZnQ6IDAgIWltcG9ydGFudDt3aWR0aDogMTAwJSAhaW1wb3J0YW50O2hlaWdodDogMTAwJSAhaW1wb3J0YW50O308L3N0eWxlPjwvZGl2Pg==”]

 

Amusement racconta di uno stalker psicopatico che comincia a perseguitare tre ragazza in modo abbastanza creativo sfruttando le paure più profonde delle sue vittime. Il film di certo non memorabile include però un notevole costume da clown indossato dal folle in una delle scene più riuscite del film. Nella scena l’assassino si  mimetizza in una stanza piena di giocattoli fingendosi un grosso pupazzo (vedi video allegato).

Curiosità: Il film andò incontrò a disastrose proiezioni di prova e si rivelò un flop di critica tale da spingere i produttori a cancellarne l’uscita in sala, optando per una più consona e sicura distribuzione direct-to-video.

 

Badoet (2015)

da-it-a-stitches-10-clown-da-film-horror-7.jpg

 

La tragedia colpisce un complesso residenziale di Jakarta quando tre bambini vengono ritrovati misteriosamente morti. Sospettando sia stato commesso un crimine, tre inquilini decidono di indagare scoprendo che i bambini sono le vittime di una malevola forza demoniaca che ha preso le sembianze di un grottesco e ridanciano clown.

Curiosità: il film, una produzione indonesiana, è stato girato in 12 giorni. Il clown demoniaco Badut è stato interpretato dall’attore indonesiano Ronny P. Tjandra.

 

Drive-Thru (2007)

da-it-a-stitches-10-clown-da-film-horror-8.jpg

La diciassettenne Mackenzie Carpenter riceve messaggi sui suoi amici più stretti mentre vengono uccisi da Horny Il Clown, la mascotte della catena di fast-food Hella-Burger. Alla vigilia del suo diciottesimo compleanno e dopo la morte di un paio dei suoi amici, Mackenzie si rende conto che queste morti sono collegate ad un evento oscuro sepolto nel passato della madre Marcia. Uno slasher che miscela horror e black-comedy senza guizzi di sorta, ma il clown mascotte assassino ha quel certo “non so che” di stampo grottesco e surreale da meritare un posto nella nostra classifica.

Curiosità: Morgan Spurlock, che interpreta Robbie, il dirigente del fast food Hella Burger è il regista e protagonista del documentario Super Size Me. Drive-Thru è anche il primo lungometraggio cinematografico di Leighton Meester nota per il ruolo di Blair Waldorf nella serie tv Gossip Girl.

 

Scary or Die (2012)

da-it-a-stitches-10-clown-da-film-horror-9.jpg

 

Scary or Die è un’antologia horror composta da cortometraggi e quello che abbiamo scelto per la nostra classifica è naturalmente “Clowned”. Nel corto un ragazzo dopo il morso di un inquietante clown si trasformerà in una sorta di mostruoso pagliaccio mutante e carnivoro. Ben presto l’istinto di divorare bambini prenderà presto il sopravvento sul suo lato umano trasformando il suo fratellino in una ghiotta tentazione troppo forte da poter controllare. L’antologia nel suo complesso non è qualitativamente omogenea, ma “Clowned” merita senza dubbio la visione.