• Film

Nightmare: 10 film di Freddy Krueger mai realizzati

10 progetti di film con Freddy Krueger mai andati in porto.

 

Freddy Krueger è uno dei personaggi horror più popolari di sempre. L’originale Nightmare – Dal profondo della notte del compianto Wes Craven è un classico immarcescibile. Per quanto riguarda invece i sequel si distinguono l’onirico Nightmare 3: I guerrieri del sogno scritto e prodotto da Craven e Nightmare 7 – Nuovo Incubo che vede il ritorno di Craven alla regia, quest’ultimo una sorta di reboot a metà che rievocava in maniera innovativa l’intero franchise e rivisitava lo stesso Freddy Krueger utilizzando una digressione “metacinematografica” che Craven poi riproporrà con i film della serie Scream.

Nonostante 6 sequel, un reboot, un crossover e una serie tv ci sono ancora molti progetti di Freddy Krueger rimasti in fase di sviluppo e mai realizzati. Oggi andiamo nei polverosi meandri di Hollywood in cui sono conservati da decenni una moltitudine di progetti accantonati, togliamo via quindi qualche ragnatela da 10 potenziali film con Freddy Krueger finiti in soffitta.

 

 

A Nightmare on Elm Street: First Kills

La trasformazione di Freddy Krueger in un demone dei sogni viene esplorata in Nightmare 6: La Fine del 1991 e in quello che è diventato il pilota “Istinto omicida / No More Mr. Nice Guy” della serie tv Freddy’s Nightmares diretto da Tobe Hooper, regista di Non aprite quella porta scomparso lo scorso agosto. In una recente intervista, la star della serie Robert Englund ha rivelato che il film prequel First Kills da lui proposto avrebbe avuto un approccio alla Henry, pioggia di sangue, con una corposa parte della trama a sfondo “legale”. New Line all’epoca aveva contattato il regista di Henry, John McNaughton, che però rifiutò non intenzionato a ripetersi. McNaughton era più entusiasta all’idea di ambientare un film all’inferno raccontando la storia di Freddy subito dopo che era stato bruciato vivo dai genitori delle sue vittime, e prima del suo rimergere nei sogni degli adolescenti di Elm Street. Ma a quanto pare il fallimento su tutti i fronti della commedia Little Nicky – Un diavolo a Manhattan di Adam Sandler spense ogni entusiasmo da parte della New Line che non tornò mai più sul progetto. “La New Line non ha voluto tornare all’Inferno”, ha detto McNaughton in un’intervista al sito Bloody Disgusting, “Non erano disposti ad andare all’Inferno con me ed è andato tutto a rotoli.”

 

 

Il prequel di Nightmare di John Saxon

nightmare-10-film-di-freddy-krueger-mai-realizzati-6.jpg

Il veterano John Saxon protagonista negli anni ’70 di diversi “polizieschi all’italiana” e dell’action I 3 dell’operazione Drago al fianco di Bruce Lee, ha interpretato il tenente Donald Thompson nell’originale Nightmare – Dal profondo della notte. Saxon era il padre di Nancy (Heather Langenkamp), la “Final Girl” del film. Entrambi sono tornati per il terzo film, “I Guerrieri del Sogno”, scritto e prodotto da Wes Craven. Nell’agosto 2017 Saxon ha messo il suo trattamento prequel di Nightmare all’asta su eBay. Intitolato How the Nightmare on Elm Street All Began, il prequel di Saxon era ambientato nel 1969 quando Nancy Thompson aveva solo cinque anni. La storia coinvolgeva il vero serial killer Charles Manson e una sua seguace che incastravano Krueger, che nel trattamento è un terapeuta, che finirà vittima innocente tra le mani di un gruppo di genitori in cerca di vendetta. Il trattamento aveva anche una versione alternativa con lo stesso Thompson che diventa un’incarnazione reale di Freddy Krueger con tanto di cappellaccio, maglione e guanto con lame. Recentemente il regista David F. Sandberg (Annabelle 2: Creation) si è offerto di realizzare un nuovo reboot di Freddy Krueger, anche se non è chiaro se quel progetto sia realmente in ballo.

 

 

Il “Nightmare 3” di Robert Englund

nightmare-10-film-di-freddy-krueger-mai-realizzati-1.jpg

Nightmare 3 – I Guerrieri del Sogno è l’unico film del franchise paragonabile all”originale. Dopo il deludente Nightmare 2: La rivincita, Wes Craven è stato riportato a bordo per ridare smalto al franchise, ma una volta che lui e Bruce Wagner hanno consegnato il loro progetto, New Line ha permesso a Frank Darabont e al regista Chuck Russell di apportare importanti cambiamenti. Robert Englund però all’epoca aveva le sue idee per un Nightmare 3, idee che coinvolgevano la prima vittima di Freddy, Tina. L’attore ha detto al sito Cinema Blend che nel suo trattamento Part 3: ” Avrebbe coinvolto una sorella. Su Tina che avrebbe avuto una sorella e la sorella di Tina che sarebbe arrivata a risolvere la questione”.

 

 

Il “Nightmare 6: Dream Lover” di Peter Jackson

nightmare-10-film-di-freddy-krueger-mai-realizzati-4.jpg

Nel momento il cui il franchise è andato incontro ad un sonoro flop al box-office con Nightmare 5 – Il Mito, Freddy non sembrava più così spaventoso. Tutta l’attenzione mediatica, le canzoni rap e gli omicidi sempre più grotteschi di Freddy avevano lasciato che l’icona pop prendesse il sopravvento sull’icona horror appannando inesorabilmente l’immagine del massacratore di Springwood. E’ in questo scenario che si fa strada l’idea di Peter Jackson per un Nightmare 6, il regista neozelandese avrebbe mostrato gli adolescenti di Springwood che si addormentavano intenzionalmente solo per affrontare il vecchio Freddy, che naturalmente di scontro in scontro sarebbe tornato alla gloria di un tempo instaurando u nuovo regno da incubo. Purtroppo Jackson a quel tempo non aveva ancora potere a Hollywood, comunque il regista alla fine ha finito per lavorare con New Line su un diverso franchise, qualcosa di monumentale come Il Signore degli Anelli.

 

 

Nightmare 13: Freddy incontra Jason

nightmare-10-film-di-freddy-krueger-mai-realizzati-8.jpg

L’idea di allestire sul grande schermo un brutale “match” tra Freddy e Jason è circolata per oltre un decennio, fino al 2003 quando si è materializzata nel crossover Freddy vs. Jason per la regia di Ronny Yu che si era fatto notare per aver rilanciato La bambola assassina con il sequel/reboot La sposa di Chucky. Ma dieci anni prima del film di Yu, questo scontro era già stato accennato nella scena finale di Jason va all’Inferno in cui veniva mostrato il guanto di Freddy che afferrava la maschera da hockey di Jason. Nel lasso di tempo intercorso tra “Jason va all’inferno” e “Freddy vs. Jason” c’è stato un trattamento di Lewis Abernathy per un poteziale crossover in cui membri di un culto di Krueger cercano di sacrificare una vergine per portare Freddy nel mondo reale, con Jason che viene resuscitato per fermarlo.

 

 

Freddy Vs. Jason: Friday the 13th Hearts of Darkness

nightmare-10-film-di-freddy-krueger-mai-realizzati-11.jpg

Il trattamento di Lewis Abernathy non venne accantonato subito, prima si tentò una riscrittura per mano di David J. Schow che rititolò lo script Freddy Vs. Jason: Friday the 13th Hearts of Darkness. Schow in precedenza era stato uno scrittore non accreditato per Nightmare 5, aveva scritto un episodio della serie tv Freddy’s Nightmares e scriverà la sceneggiatura de Il Corvo. Secondo la rivista Fangoria, c’erano state più di dieci sceneggiature da 18 scrittori differenti durante il processo di sviluppo di questo potenziale crossover durato un decennio. La resurrezione di Jason sembrava rimanere intatta durante la maggior parte delle bozze, così come l’idea di un culto di Freddy, che alla fine era stato battezzato “Fred Heads”. Lungo la strada il regista di Blade, Stephen Norrington, e il regista di Blade 2, Guillermo del Toro sono stati entrambi considerati per la regia con il futuro regista di Blade: Trinity, David Goyer, coinvolto in veste di sceneggiatore. Ad un certo punto dello sviluppo si era fatto anche il nome di Joss Whedon. In questo marasma creativo ci sono stati anche un paio di autori veterani di Star Trek che, forse ispirati dai titoloni su O.J. Simpson, ebbero l’idea di portare Jason in tribunale di fronte ad un giuria. Uno di quei veterani di Star Trek, Ronald D. Moore, è stato resposnabile del rilancio in grande stile di Battlestar Galactica. Nelle varie bozze che si sono succedute parti delle mitologie di ogni personaggio subirono dei cambiamenti e dei veri e propri “tagli”, Fortunatamente alla fine “Freddy vs. Jason” ha riportato le due icone horror e leggendari serial kllier nella loro forma originaria e intonsa, riuscendo persino ad essere quasi “imparziale” di fronte a due leggende horror di cotanto calibro.

 

 

Freddy Vs. Jason Vs. Ash

nightmare-10-film-di-freddy-krueger-mai-realizzati-12.jpg

Freddy vs. Jason incassò circa 115 milioni di dollari in tutto il mondo contro un budget di produzione di circa 30 milioni di dollari, rendendolo un enorme successo per la New Line e rivitalizzando l’interesse per entrambi i personaggi. Il duo era decisamente più forte insieme, almeno in termini di box-office. il fantascientifico Jason X aveva incassato solo 16.9 milioni in tutto il mondo l’anno prima. Così furono messi in atto dei piani per fare un sequel di Freddy vs. Jason, con il produttore Jeff Katz che scrisse un trattamento che aggiungeva nella mischia anche l’Ash dalla trilogia Evil Dead. La storia di Katz per Freddy vs Jason vs Ash alla fine è stata adattata in una serie a fumetti pubblicata nel 2008.

 

 

Il reboot Nightmare in stile Goonies

nightmare-10-film-di-freddy-krueger-mai-realizzati-9.jpg

Meno si parla del terribile reboot/remake Nightmare meglio è, ma vale la pena notare che la versione che arrivò nei cinema nel 2010 era partita come qualcosa di diverso. In un’intervista al sito Bloody Disgusting la coppia di registi francesi che ha recentemente diretto il prequel di Leatherface, altra operazione horror fallimentare, ha rivelato un loro trattamento per il remake di Nightmare: “L’idea era quella di realizzare una versione contorta de I Goonies, pensavamo che sarebbe stato grande per un remake sostituire gli adolescenti dell’originale con veri bambini. L’infanzia è il momento della vita in cui sei veramente e profondamente spaventato dai tuoi incubi, quando non riesci a vedere la differenza tra realtà e sogni”.

 

 

Freddy Vs. Jason 2

nightmare-10-film-di-freddy-krueger-mai-realizzati-13.jpg

Prima del deludente riscontro dei reboot di Nightmare e Venerdì 13, Warner Bros. aveva considerato di realizzare un altro film mash-up che, secondo a quanto riporta il sito Screen Rant, avrebbe incorporato personaggi e attori dei due reboot. Chiaramente le stroncature di fan e critica del Nightmare di Samuel Bayer che comunque incassò 115 milioni di dollari e del Venerdì 13 di Marcus Nispel che di milioni ne incassò 92 fece bloccare tutto l’ingranaggio creativo, e un nuovo scontro tra Freddy e Jason non ebbe mai luogo.

 

 

Nightmare on Elm Street di Robert Englund

nightmare-10-film-di-freddy-krueger-mai-realizzati-10.jpg

Anche l’unico e vero Freddy Krueger ha avuto qualche idea per la saga Nightmare. In un’intervista a Florida Today rilasciata per promuovere una convention Robert Englund ha dichiarato: “Ho pensato che sarebbe stato bello se i figli delle vittime precedenti, o semplicemente i bambini che erano cresciuti ascoltando storie su Freddy Krueger avessero la propria versione di Freddy Krueger. I bambini che sono cresciuti ascoltando storie di questo tizio Freddy Krueger e le cose terribili che ha fatto lo avrebbero immaginato a modo loro e questa è la versione che inizia a perseguitarli”.

 

Fonte: Movieweb

 

I Video di Cineblog