Box Office Usa, vola Il Grinch con 66 milioni al debutto

Il Grinch batte Bohemian Rhapsody nei cinema USA.

Christopher Meledandri ha colpito ancora. Il padre dei Minions ha sbancato il botteghino americano con il suo Grinch animato, in grado di incassare 66 milioni di dollari al debutto dopo esserne costati 75. Bohemian Rhapsody, 7 giorni fa primatista, è stato così spodestato, ma con altri 31 milioni in tasca e un totale americano di 100 milioni di dollari (210 worldwide). Il biopic Fox ne è costati solo 52. Chi proprio non decolla è Lo Schiaccianoci e i Quattro Regni della Disney, costato 120 milioni ma fermo ai 35 negli States, mentre Overlord della Fox ha esordito con 10 milioni di dollari dopo esserne costati 38. Era dai tempi di Morning Glory che un film prodotto da J.J. Abrams non incassava così poco al debutto.

Ancora peggio è andata a Millennium - Quello che non uccide. Quasi 3000 copie per il reboot/sequel Sony, costato 43 milioni ma incapace di andare oltre gli 8 all'esordio. The Girl with the Dragon Tattoo di David Fincher era partito con 13 milioni. Saranno fondamentali gli incassi esteri per giustificare un eventuale sequel. A quota 178 milioni è arrivato il fenomeno A Star is Born (308 in tutto il mondo), seguito dai 24 di Nobody’s Fool, dai 206 di Venom che nell'ultimo fine settimana ha spopolato in Cina (674 worldwide), dai 157 del mostruoso Halloween (245 in tutto il mondo) e dai 27 di The Hate U Give. Boy Erased, ampliato a 77 sale, ha raggiunto il milione, mentre The Front Runner, uscito in 4 sale, ha incassato 76,199 dollari e Suspiria di Guadagnino ha agguantato la soglia del milione.

Weekend assai ricco il prossimo grazie a Widows di Steve McQueen, Instant Family con Mark Wahlberg e soprattutto Animali fantastici - I crimini di Grindelwald. Da battere i 74,403,387 dollari all'esordio incassati due anni fa dal primo capitolo.

  • shares
  • Mail