La bambola assassina: il nuovo Chucky del remake NON si chiamerà "Buddi"

Il bambolotto killer del controverso remake "La bambola assassina" potrebbe finire con l'utilizzare il nome originale di Chucky.

Novità sul controverso remake / reboot del classico horror anni ottanta La bambola assassina. Nonostante Don Mancini e Universal stiano proseguendo con il franchise originale con film direct-to-video e una serie tv, MGM e Orion stanno rivisitando il classico originale. Il remake sarà distribuito da MGM che sta utilizzando i diritti acquisiti sul film originale prima che il franchise traslocasse alla Universal.

Un recente primo poster del rifacimento di Lars Klevberg ritraeva la scatola della nuova bambola killer e riportava in calce il nome "Buddi", quindi visto che il nome originale "Chucky" non era stato ancora incluso nel materiale promozionale del film abbiamo pensato che il nome del nuovo Chucky fosse Buddi, una scelta comprensibile visto che l'originale Chucky ancora impreca e sgambetta sullo schermo e che Don Mancini, creatore del franchise originale, non è stato coinvolto nel remake. E invece no, ora sappiamo via Bloody Disgusting che il bambolotto killer del remake "La bambola assassina" nelle sale l'anno prossimo non si chiamerà Buddi, e cosa ancor più irritante potrebbe alla fine mantenere il nome di Chucky, anche se questa nuova versione hi-tech non sarà posseduta dall'anima malvagia del serial-killer Charles Lee Ray e non avrà la voce di Brad Dourif.

Dopo una serie di remake horror insulsi, su cui svetta il famigerato "Nightmare" del 2010, il rischio di prendere una sonora cantonata e scatenare un'orda di fan inferociti è davvero molto alto per il regista Lars Klevberg, che dal canto suo si è proclamato un fan di lunga data di Chucky...e allora perché rimpiazzarlo con un bambolotto che sembra il fratello di Annabelle?

 

 

 

 

Fonte: Bloody Disgusting

 

 

 

  • shares
  • Mail