Emily Rose – Anneliese Michel

Berlino. Anneliese Michel non può camminare oltre una certa immagine di Gesù: una donna se ne accorge e inizia a sospettare. Un esorcista proveniente da un paese vicino la visita: la ragazza è posseduta dal demonio. Viene accordato il permesso di compiere l’esorcismo seguendo il rito del 1614.Secondo le carte, Anneliese ebbe una prima crisi

Berlino. Anneliese Michel non può camminare oltre una certa immagine di Gesù: una donna se ne accorge e inizia a sospettare. Un esorcista proveniente da un paese vicino la visita: la ragazza è posseduta dal demonio. Viene accordato il permesso di compiere l’esorcismo seguendo il rito del 1614.

Secondo le carte, Anneliese ebbe una prima crisi epilettica nel 1969 e dal 1973 soffriva di depressione con propensione al suicidio. Presto iniziò a vedere i volti di demoni in faccia alle persone e a sentire voci che la dichiaravano dannata.

Sotto l’influenza di questi demoni la Michel avrebbe iniziato a strapparsi i vestiti, a gattonare sotto al tavolo e ad abbaiare come un cane per due giorni, a cibarsi di ragni…

Dopo 67 esorcismi (24 furono registrati su nastro) Anneliese morì a 23 anni. Era il 1976.

Il Washington Post ha pubblicato online un bellissimo articolo di tre pagine che cerca di ricostruire la vicenda e tutto ciò che accadde dopo la morte della ragazza.