Avengers: Endgame batterà gli incassi record di Avatar?

James Cameron saprà resistere alla corazzata Marvel di Avengers: Endgame?

Tra due settimane esatte Avengers: Endgame uscirà nei cinema d'America, chiudendo di fatto 10 anni di Universo Marvel. In casa Disney, ovviamente, sono pronti a brindare, perché la pellicola diretta da Joe Russo e Anthony Russo punta alla Storia del box office. Nazionale e internazionale.

Esattamente un anno fa, come dimenticarlo, Avengers: Infinity War debuttò con 257,698,183 al botteghino americano (miglior esordio di sempre), diventati 640.5 in tutto il mondo (miglior partenza di sempre). In appena 72 ore. Ebbene Endgame ha superato ogni record di prevendita su AMC e Fandango (stracciato il precedente record di Star Wars: The Force Awakens), con i ticket rivenduti su eBay a prezzi folli (migliaia di dollari l'uno).

Ad incidere sull'esordio della pellicola Marvel potrebbe essere la durata monster, apparentemente pari a 3 ore e 58 secondi rispetto alle 2 ore e 29 minuti di Infinity War, perché questo significherebbe uno spettacolo in meno al giorno. Soldi che volerebbero via. Eppure gli analisti ipotizzano una partenza lampo da 240/260 milioni di dollari solo in America, che potrebbero addirittura diventare un miliardo in tutto il mondo grazie all'uscita in contemporanea in Cina. Un miliardo in un fine settimana.

Lo scorso anno il titolo Marvel debuttò a maggio sul suolo cinese, con 202 milioni di dollari. Sommando questi ai 640.5 sopra menzionati, si arriverebbe ad un totale di 842.5 milioni di dollari. Vista la spasmodica attesa per Endgame, appare però complicato, se non impossibile, ipotizzare una crescita negli incassi al debutto, anche se teoticamente andrebbe contemplata, ma è sulla 'tenuta' che l'ultimo Avengers sogna il colpaccio.

All'orizzonte, infatti, c'è James Cameron. Avengers: Infinity War è ad oggi il 4° incasso della Storia del Cinema (inflazione esclusa) con 2,048,359,754 dollari. Davanti a lui non solo Star Wars: The Force Awakens (2,068,223,624 dollari), che al 99% cederà al collega Disney l'ultimo gradino del podio, ma anche, se non soprattutto, Titanic ed Avatar. Il primo con 2,187,463,944 dollari in tasca, il secondo apparentemente inarrivabile con i suoi spaventosi 2,787,965,087 dollari, all'epoca pompati dal sovrapprezzo 3D. Dal 2009 ad oggi nessuno si è neanche avvicinato, al titolo Fox, ma mai come in quest'occasione lo scettro potrebbe passare di mano. La Marvel ci crede, giustamente, mentre Cameron fa da spettatore chiaramente interessato. Perché non dovesse farcela Endgame, ci proverebbe proprio lui il 18 dicembre del 2020. Con Avatar 2.

  • shares
  • Mail