La bambina che amava Tom Gordon di Stephen King diventa film

Hollywood continua a saccheggiare Stephen King.

In attesa di vedere al cinema It - Parte 2 e Doctor Sleep, un altro romanzo di Stephen King sarà adattato ad Hollywood. Parliamo de La bambina che amava Tom Gordon, 20 anni fa edito in Italia da Sperling & Kupfer. Il defunto George A. Romero aveva a lungo cullato l'idea di un adattamento, e sarà ora la sua ex moglie Chris Romero a collaborare con i produttori Roy Lee e Jon Berg della Vertigo Films e Ryan Silbert della Origin Story.

Il romanzo ruota attorno a Trisha McFarland, bimba di nove anni. Alle dieci di una mattina di giugno era sul sedile posteriore della Dodge Caravan di sua madre con addosso la sua maglietta blu dei Red Sox (quella che ha 36 Gordon sulla schiena) a giocare con Mona, la sua bambola. Alle dieci e mezzo era persa nel bosco. Alle undici cercava di non essere terrorizzata, cercava di non pensare: 'Questa è una cosa seria, questa è una cosa molto seria'. Cercava di non pensare che certe volte a perdersi nel bosco ci si poteva fare anche molto male. Certe volte si moriva". Mentre cammina, disidratazione, fame e stanchezza le fanno avere delle allucinazioni, tanto da parlare con diverse persone, incluso il suo idolo, un giocatore di baseball di nome Tom Gordon.

È attualmente in corso la ricerca di uno sceneggiatore. George Romero, padre degli zombie, venne inizialmente legato al progetto nei primi anni '2000, dopo aver lavorato in precedenza con King su Creepshow e La metà oscura. Chris Romero, che è stata sposata con il regista per tre decenni, ha ora rianimato il progetto.

"Sono entusiasta che il mio libro venga portato sullo schermo e che la compagnia di George sia coinvolta. Chris (Romero) ha lavorato a lungo e duramente per realizzare questo progetto", ha dichiarato King in una nota.

Fonte: HollywoodReporter

  • shares
  • Mail