Shining: l'ascia di Jack Nicholson battuta all'asta per oltre 200.000$

L'ascia brandita dal Jack Torrance di Jack Nicholson in "Shining" venduta all'asta per oltre 200.000$.

La famigerata ascia brandita da Jack Nicholson nel cult Shining di Stanley Kubrick è stata venduta ad un'asta live a Londra all'esorbitante prezzo di 209.000$.

Adattato dall'acclamato romanzo di Stephen King, a sua volta ispirato ad un infestazione spettrale dello Stanley Hotel del Colorado, lo "Shining" di Kubrick segue Jack Torrance (Jack Nicholson), assunto come custode per la chiusura invernale dell'inquietante hotel. Scrittore ed ex-insegnante con problemi di alcol, Jack porta con sé sua moglie Wendy (Shelley Duvall) e il figlio Danny (Danny Lloyd) in questo labirintico edificio che durante l'ìnverno resta isolato a causa della neve. Il piccolo Danny possiede abilità psichiche, la cosiddetta "Luccicanza", che gli permettono di vedere ombre e manifestazioni del raccapricciante passato dell'hotel. Isolato da una interminabile tempesta di neve, Il senno di Jack inizia a deteriorarsi sotto l'influsso di una qualche entità malvagia che metterà in pericolo moglie e figlio dell'uomo. Una delle sequenze più amate e citate è proprio quella in cui Jack Nicholson sfodera il suo ghigno e brandendo un ascia distrugge una porta dietro alla quale si nasconde terrorizzata Shelley Duvall ("Cappuccetto rosso? Cappuccetto rosso? Su, apri la porta. Su, apri! Sono il lupo cattivo!").

Ora la stessa ascia usata da Nicholson su set di "Shining" ha un nuovo proprietario che l'ha acquistata all'asta a Londra per 170.000 sterline, ovvero circa 209.000 dollari. L'asta live era stata organizzata da Entertainment Memorabilia e l'ascia di Shining era tra in 900 articoli in offerta in questa asta a tema cinematografico.

L'ascia di Nicholson non è stato l'unico pezzo di storia di Hollywood venduto, tra i pezzi piazzati il costume indossato da Michael Keaton nel Batman di Tim Burton, l'armatura romana indossata da Russell Crowe ne Il Gladiatore e La Granata Sacra di Antiochia del film Monty Python e il Sacro Graal. Ulteriori oggetti di scena battuti all'asta hanno incluso pistola e silenziatore di James Bond dal film GoldenEye, la spada brandita da William Wallace in Braveheart e la spada laser di Samuel L. Jackson in "La vendetta dei Sith".

Il mercato dei memorabilia cinematografici resta tra i più redditizi di sempre, con pezzi battuti all'asta a prezzi da capogiro, vedi l'abito da cocktail bianco avorio indossato da Marilyn Monroe in Quando la moglie è in vacanza che ad oggi detiene il prezzo più alto di sempre con 4,6 milioni di dollari.

Fonte: EW

  • shares
  • Mail