• Film

Joker, Martin Scorsese avrebbe potuto dirigerlo: “non avevo tempo, ma è un’opera straordinaria”

Todd Phillips era pronto a cedere Joker a Martin Scorsese.

Da ieri in selezionate sale italiane con il suo ultimo capolavoro The Irishman, Martin Scorsese ha confessato alla BBC che avrebbe potuto dirigere Joker, Leone d’Oro all’ultima Mostra del Cinema di Venezia e campione d’incassi con 934,011,992 rastrellati ad oggi in tutto il mondo. Un cinecomic per un regista che nell’ultimo mese ha scatenato un vespaio di polemiche dopo le sue considerazioni sui film Marvel?

Ho deciso che non avevo tempo per farlo. Todd mi disse, ‘Marty, questo è tuo’, e io gli dissi, ‘Non so se voglio’. Per motivi personali, non volevo essere coinvolto, ma conosco molto bene la sceneggiatura.

Phillips avrebbe proposto Joker a Scorsese per 4 anni, prima di cedere e dirigerlo in prima persona. Il regista di Taxi Driver, che in tanti hanno rivisto nelle immagini della pellicola Warner, non ha avuto il tempo né la voglia di dirigere un film interamente centrato su “un personaggio dei fumetti“, su “un’astrazione”. “Questo non significhi che sia cattiva arte“, ha insistito il regista, “ma non fa per me, mi segui?“. Perché Joker, per quanto diverso da qualsiasi cinecomic visto fino ad oggi al cinema, rimane pur sempre questo. Un personaggio dei fumetti.

Scorsese ha però molto apprezzato il lavoro di Phillips, con la performance di Joaquin Phoenix che a suo dire ha contribuito a trasformare il film in “un’opera straordinaria“.

Fonte: Variety