Box Office Usa, bene Le Mans '66 - flop Charlie’s Angels

Malissimo il nuovo Charlie's Angels della Sony.

Acclamato dalla critica, Ford v Ferrari, arrivato in Italia con il titolo Le Mans '66, ha fatto sua la vetta del box office americano. 31 milioni di dollari al debutto per la pellicola Fox, costata poco meno di 100 milioni di dollari. James Mangold ha così stracciato il reboot di Charlie’s Angels diretto da Elizabeth Banks. Costato 55 milioni di dollari, il film Sony ha clamorosamente fatto flop, con appena 8 milioni di dollari.

Il primo film, nel 2000, esordì con 40,128,550 dollari, mentre il secondo, nel 2003, con 37,634,221. Saranno i mercato esteri a dover scrivere l'eventuale futuro di un potenziale franchise partito malissimamente. E probabilmente già morto. Calo importante dopo il tutt'altro che eccezionale debutto di 7 giorni fa per Midway, arrivato ai 35 milioni di dollari complessivi. Ma ne è costati 100. A quota 25 milioni troviamo Playing with Fire, seguito dai 22 di Last Christmas, dai 25 del deludente Doctor Sleep e dai 5.6 della novità The Good Liar. Chiusura di chart con i 323 di Joker (1,016,599,593 worldwide), i 106 di Maleficent: Mistress of Evil (458,940,384 in tutto il mondo) e i 32 di Harriet. Fuori dalla Top10 con appena 57 per il disastroso Terminator: Dark Fate (233,685,077 dollari worldwide), mentre JoJo Rabbit i 13.6 milioni e Parasite i 14.5 (111 in tutto il mondo).

Fine settimana a 3 il prossimo grazie agli arrivi di 21 Bridges, dell'acclamato A Beautiful Day In The Neighborhood con Tom Hanks e soprattutto di Frozen II, a sei anni dai 400 milioni al debutto incassati dal primo capitolo solo negli Usa.

  • shares
  • Mail