• Film

Joker: Kevin Smith svela un audace finale alternativo del film

Un potenziale finale alternativo del film “Joker” avrebbe cancellato l’esistenza di Batman.

Joker di Todd Phillips ha sbancato il box-office con oltre un miliardo di dollari incassati nel mondo, ha conquistato la critica e la performance in odore di Oscar di Joaquin Phoenix nei panni del Principe Pagliaccio del Crimine si è meritata un posto nella “Hall of Fame” delle interpretazioni dell’arcinemico di Batman, accanto a quelle di Jack Nicholson e Heath Ledger.

Il film di Phillips pur essendo un film DC è stato concepito per non avere alcun collegamento con l’Universo Esteso DC, che è già fornito di un suo Joker interpretato da Jared Leto. Inoltre pur essendo il film una storia di origine, la trama crea delle flebili connessioni con Batman a ribadire che il film è stato creato a prescindere da fumetti e cinema, e come un palese omaggio al cinema anni ’70 e al regista Martin Scorsese, in primis al film Re per una notte, ma nella pellicola ci sono anche reminiscenze ben percettibili di Taxi Driver.

Anche il finale del film è stato creato ad arte per lasciare in sospeso ogni eventuale collegamento al Cavaliere Oscuro, e ora sappiamo che esiste un potenziale finale alternativo del film, svelato dal regista Kevin Smith durante un suo podcast, che avrebbe addirittura impedito la stessa esistenza di Batman.

[quote layout=”big”]È in ospedale e ride, ridacchia e la signora fa per andarsene. “Cosa c’è di così divertente?” e lui dice “Stavo solo pensando a qualcosa di divertente”. Quello che si suppone dovesse accadere è un flashback che riporta alla morte di Thomas e Martha Wayne. E’ stato lui ad uccidere Thomas e Martha Wayne e il ragazzino sta urlando e piangendo. Lui si gira per andarsene, poi si è gira di nuovo, e dopo aver fatto spallucce spara al ragazzino. Titoli di coda….[/quote]

 

Smith apre un nuovo capitolo rispetto alle teorie circolate sul finale del film. Qualcuno ha ipotizzato che tutto quello che si vede nel film sia in realtà avvenuto solo nella testa di Arthur Fleck, altri ipotizzano che sia stato Batman ad internare Fleck nell’istituto psichiatrico. Il finale prospettato da Smith avrebbe senza dubbio scatenato controversie, i fan più puristi non hanno gradito di vedere l’iconico Joker in un contesto tanto realistico quanto lontano dai fumetti, ma cancellare con un colpo di spugna la potenziale esistenza di un futuro Batman in quella Gotham “alternativa” sarebbe stato davvero un po’ troppo.

 

Fonte: GeekTyrant

 

 

I Video di Blogo

Sky Cinema: promo con Alessandro Gassmann