Box Office Italia, vince il Coronavirus: Gli anni più Belli primo tra i cinema deserti

Muccino mantiene la vetta di un box office mai tanto desolante.

La settimana più nera della storia del box office italiano si è conclusa ieri, con cinema chiusi in quasi tutto il nord Italia e sale disertate anche nel resto del Paese. Quasi l'80% degli incassi in meno rispetto a un anno fa, con le grandi distribuzioni in fuga dal coronavirus e film a pioggia rinviati a data da destinarsi. In questo desolante e preoccupante quadro, che non si sa bene quando potrà realmente finire, Gli anni più Belli di Gabriele Muccino ha mantenuto la prima posizione, ma con appena 375.851 euro incassati in 4 giorni. La pellicola 01 è arrivata ai 5.315.967 euro totali, seguita da Bad Boys for Life, secondo con 1.2 milioni di euro. Poco sopra il milione troviamo Il Richiamo della Foresta, mentre Parasite, in trionfo agli Oscar, sfiora i 5 milioni e mezzo.

Ad un niente dai 2 e mezzo troviamo Sonic, seguito dai 403.698 euro di Cattive Acque, dai 353.210 euro del disastroso La mia banda suona il Pop, dai 7.4 milioni di Odio l'Estate, dai 291.814 euro totali di Memorie di un assassino e dai 4 e mezzo di Dolittle, riuscito ad entrare in Top10 con appena 45.982 euro incassati in 4 giorni. Le uniche tre novità del weekend sono rimaste fuori dai primi 10 incassi. Doppio Sospetto ha raccolto 36.618 euro, La Gomera 9.180 euro, La Partita addirittura 3.428 euro.

Sono numeri devastanti, che stanno uccidendo i cinema e frenando l'intera filiera cinematografica nazionale. Questo perché anche nelle regioni in cui le sale sono aperte, il pubblico non si vede. A Roma si è perso l'80% degli incassi in 7 giorni, senza neanche un caso di Coronavirus in città. La paura, è il vero morbo che sta azzannando il Paese alle caviglie. Tra le novità del prossimo weekend abbiamo Marie Curie, Picciridda, Honey Boy con Shia LaBeouf, Buñuel - Nel labirinto delle Tartarughe, Vulnerabili, Sola al mio matrimonio, Sono innamorato di Pippa Bacca.

  • shares
  • Mail