Borderlands: l'adattamento del videogioco vuole Cate Blanchett come Lilith

Lionsgate punta in alto per il film di Borderlands, adattamento live-action del popolare videogioco sparatutto in prima persona di Gearbox Software, lo studio starebbe guardando all'attrice premio Oscar Cate Blanchett per il ruolo di Lilith.

Il sito Variety riporta trattative in corso tra Cate Blanchett e Lionsgate per uno dei quattro personaggi giocabili protagonisti dell'originale Borderlands. Lilith aka la Sirena predilige le armi elementali ed è dotata di speciali poteri come l'invisibilità cruciale nei momenti "stealth" del gioco, la capacità di muoversi a velocità raddoppiata e di generare un'esplosione ad ampio raggio, vitale nei momenti più concitati. Borderlands è ambientato su Pandora, un pianeta ai margini della galassia che si rivelerà un buco nell'acqua per coloni e compagnie minerarie, finendo per trasformerà in una sorta di Far West dove vige la legge del più forte e violento. Il titolo originale uscito nel 2009 è stato seguito da Borderlands 2 uscito nel 2012, Borderlands: The Pre-Sequel del 2014 e Borderlands 3 uscito il 13 settembre 2019 e disponibile su Steam dal 13 marzo 2020.

Cate Blanchett dopo il ruolo di Elisabetta I d'Inghilterra in Elizabeth (1998), che gli è valsa la sua prima candidatura all'Oscar lanciandola a livello internazionale, ha vestito i panni di Galadriel nelle trilogie de Il Signore degli Anelli e Lo Hobbit, ha interpretato la divinità Ela in Thor: Ragnarok di Marvel Studios e ha vinto due Oscar alla miglior attrice non protagonista per il ruolo di Katharine Hepburn in The Aviator di Martin Scorsese e alla miglior attrice protagonista per Blue Jasmine di Woody Allen.

Eli Roth dirigerà Borderlands con la produzione di Avi e Ari Arad. Craig Mazin, che sta attualmente sviluppando la serie tv The Last of Us per HBO, ha scritto l'ultima bozza della sceneggiatura.

 

 

  • shares
  • Mail