Daniel Radcliffe risponde a JK Rowling su dichiarazioni transgender

J.K. Rowling, popolare autrice britannica creatrice di Harry Potter e della saga cinematografica Animali fantastici ha di nuovo espresso opinioni giudicate transfobiche su Twitter, e stavolta l'esternazione è arrivata in giugno che è anche il mese dell'orgoglio LGBTQ.

Se il sesso non è reale, non c'è attrazione per lo stesso sesso. Se il sesso non è reale, la realtà vissuta delle donne a livello globale viene cancellata. Conosco e amo le persone trans, ma cancellare il concetto di sesso rimuove la capacità di molti di discutere in modo significativo delle loro vite. Non è odio dire la verità.

 

Rowling lo scorso dicembre aveva twittato in difesa della ricercatrice Maya Forstater, donna britannica che ha perso il lavoro dopo aver twittato "Gli uomini non possono trasformarsi in donne". La scrittrice dal canto suo nega fortemente di essere transfobica: "Rispetto il diritto di ogni persona trans di vivere in un modo che sia autentico e confortevole per loro. Avrei marciato con voi se foste discriminati sulla base dell'essere trans."

Tra le reazioni alle ultime dichiarazioni di Rowling c'è stata quella di Daniel Radcliffe, attore che ha interpretato sul grande schermo l'amato mago creato dalla scrittrice. Radcliffe che collabora da molti anni con The Trevor Project, organizzazione che fornisce servizi di intervento e supporto in caso di crisi e prevenzione del suicidio a giovani lesbiche, gay, bisessuali, transessuali, (o transgender) e queer, ha risposto a Rowling citando statistiche in cui il 78% dei giovani transgender e non-binari ha riferito di essere stato oggetto di discriminazione a causa della loro identità di genere.

Alcuni organi di stampa probabilmente vorranno dipingerlo come un conflitto tra J.K. Rowling e me, ma non è proprio di questo che si tratta, né è importante in questo momento. Le donne transgender sono donne. Qualsiasi affermazione contraria cancella l'identità e la dignità delle persone transgender e va contro ogni consiglio dato dalle associazioni sanitarie professionali che hanno molta più esperienza in materia rispetto a Jo o Io...È chiaro che dobbiamo fare di più per sostenere le persone transgender e non-binarie, non invalidare le loro identità e non causare ulteriori danni. Per tutte le persone che ora ritengono che la loro esperienza con i libri sia stata offuscata o diminuita, mi dispiace profondamente per il dolore che questi commenti vi hanno causato. Spero davvero che non perderete del tutto ciò che per voi è stato prezioso in queste storie. Se questi libri vi insegnassero che l'amore è la forza più forte dell'universo, capace di vincere qualsiasi cosa; se vi hanno insegnato che la forza si trova nella diversità e che le idee dogmatiche di purezza portano all'oppressione dei gruppi vulnerabili; se ritieni che un determinato personaggio sia trans, non-binario, gender fluid, o che sia gay o bisessuale; se hai trovato qualcosa in queste storie abbiano raggiunto il tuo cuore e ti hanno aiutato in qualsiasi momento della tua vita, allora è tra te e il libro che leggi ed è sacro. E secondo me nessuno può toccarlo. Quello che significa per te resta tale e spero che questi commenti non lo contaminino troppo.

 

I lavori più recenti di Daniel Radcliffe l'hanno visto protagonista della commedia d'azione Guns Akimbo, la storia vera Escape from Pretoria, il film tv Unbreakable Kimmy Schmidt: Kimmy vs il Reverendo e la serie tv Miracle Workers. J.K. Rowling ha scritto la sceneggiatura del sequel Animali Fantastici 3 che arriverà nei cinema in uscita nel 2021.

 

 

 

 

Fonte: The Guardian

 

 

  • shares
  • Mail