E’ morto Chadwick Boseman, il Black Panther dei film Marvel

Blogo ricorda Chadwick Boseman, attore americano scomparso a soli 43 anni.

E’ scomparso a 43 anni Chadwick Boseman, attore noto per il ruolo di Black Panther nell’Universo Cinematografico Marvel. Boseman è morto dopo una battaglia di quattro anni contro un cancro al colon. Boseman non ha mai parlato pubblicamente della sua diagnosi ed è riuscito a mantenerla segreta. La sua famiglia ha rilasciato la dichiarazione a seguire al sito AP News:

[quote layout=”big”]Un vero combattente, Chadwick ha perseverato in tutto questo e via ha portato molti dei film che avete imparato ad amare così tanto. Da Marcia per la libertà a Da 5 Bloods, da Ma Rainey’s Black Bottom di August Wilson a molti altri, tutti sono stati filmati durante e tra innumerevoli interventi chirurgici e chemioterapia. È stato l’onore della sua carriera riportare in vita il re T’Challa in Black Panther.[/quote]

 

Al di là delle sue apparizioni cinematografiche Boseman era ampiamente conosciuto per il suo lavoro nella comunità e per essere un attivista che combatte l’ingiustizia razziale in America e in tutto il mondo. Per commemorare il “Jackie Robinson Day” in aprile Boseman, che ha interpretato il campione di baseball Robinson nel film 42 – La vera storia di una leggenda americana, ha contribuito alla donazione di 4,2 milioni di dollari in dispositivi di protezione individuale per gli ospedali che servono le comunità nere in America.

“La morte di Chadwick è assolutamente devastante”, ha dichiarato Kevin Feige, presidente dei Marvel Studios e chief creative officer della Marvel in una dichiarazione. “Era il nostro T’Challa, la nostra Pantera Nera e il nostro caro amico. Ogni volta che ha messo piede sul set, ha irradiato carisma e gioia, e ogni volta che è apparso sullo schermo ha creato qualcosa di veramente indelebile. Ha incarnato molte persone straordinarie nel suo lavoro e nessuno era più bravo nel dare vita a grandi uomini. Era intelligente, gentile, potente e forte come ogni persona che interpretava. Ora prende il suo posto accanto a loro come un’icona per i secoli. La famiglia dei Marvel Studios è profondamente addolorata per la sua perdita e stasera siamo in lutto con la sua famiglia”.

Boseman è nato e cresciuto ad Anderson, nella Carolina del Sud, la madre era un’infermiera e il padre un operaio di una fabbrica tessile, entrambi gestivano anche un’attività di tappezzeria. Nel suo ultimo anno all’università, prima di laurerarsi, Boseman ha scritto la sua prima commedia, Crossroads, e l’ha messa in scena a scuola dopo che spararono e uccisero un compagno di classe.

Boseman ottiene il suo primo ruolo televisivo nel 2003, in un episodio di Squadra emergenza. I suoi primi lavori hanno incluso episodi della serie tv Law & Order, CSI: NY e ER. Nel frattempo continuava a scrivere opere teatrali, con la sua sceneggiatura per Deep Azure messa in scena dalla Congo Square Theatre Company di Chicago e nominata per un Joseph Jefferson Award 2006. Nel 2008 ha interpretato un ruolo ricorrente nella serie televisiva Lincoln Heights ed è apparso nel suo primo lungometraggio, il dramma biografico The Express che racconta la storia vera di Ernie Davis, primo afroamericano a vincere l’Heisman Trophy, il massimo riconoscimento del football universitario statunitense, morto di leucemia a soli 23 anni, quando aveva appena intrapreso la carriera professionistica.

Boseman ha avuto il suo primo ruolo da protagonista su grande schermo nel 2013 nel biopic sportivo 42 – La vera storia di una leggenda americana, in cui ha interpretato il pioniere e star del baseball Jackie Robinson. Stava dirigendo un’opera teatrale off-Broadway nell’East Village quando fece il provino per il ruolo, e all’epoca stava valutando la possibilità di rinunciare alla recitazione per dedicarsi alla regia a tempo pieno. Boseman per il ruolo di Robinson ha battuto altri 25 altri attori, con il regista Brian Helgeland che ha apprezzato il coraggio di Boseman e lo ha scelto dopo due audizioni. Nel 2013 Boseman ha anche recitato nel film indipendente The Kill Hole al fianco di Billy Zane.

Nel 2014, Boseman è apparso al fianco di Kevin Costner in Draft Day, in cui ha interpretato un candidato alla Draft NFL. Nello stesso anno, ha interpretato il ruolo di James Brown nel dramma biografico Get on Up. Nel 2016 ha interpretato il ruolo di Thoth, una divinità della mitologia egizia nel fantaasy d’azione Gods of Egypt e nel 2017 interpreta il giovane avvocato Thurgood Marshall, primo afroamericano nominato giudice della Corte Suprema degli Stati Uniti d’America, nel dramma biografico Marcia per la libertà (Marshall).

Nel 2016 è arrivato il ruolo di T’Challa / Black Panther in Captain America: Civil War che è stato il primo film di Boseman di un contratto di cinque film siglato con la Marvel. Nel 2018 è arrivato il secondo film, Black Panther, che ha entusiasmato la critica, sbancato il box-office con un incasso di 1 miliardo e 347 milioni di dollari e conquistato tre premi Oscar: migliore scenografia, costumi e colonna sonora. Boseman riprenderà il ruolo altre due volte in Avengers: Infinity War (2018) e Avengers: Endgame (2019) con quest’ultimo diventato il film con il maggior incasso di tutti i tempi. Nello stesso anno di “Endgame” Boseman ha recitato anche in City of Crime (21 Bridges) un film thriller d’azione in cui ha vestito i panni di un detective della polizia di New York che chiude gli omonimi 21 ponti di Manhattan per trovare due sospetti assassini di poliziotti. Nel 2019 viene diretto da Spike Lee nel film drammatico di guerra Da 5 Bloods – Come fratelli prodotto DA Netflix.

Prima della sua morte Boseman aveva finito di girare il dramma musicale Ma Rainey’s Black Bottom diretto da George C.Wolfe, suo ultimo ruolo sullo schermo. L’attore doveva riprendere il ruolo di T’Challa in Black Panther 2, ma ora bisognerà vedere se Disney e Marvel decideranno di sostituire l’attore o eliminare il personaggio dalle prossimi Fasi dell’Universo Cinematografico Marvel.

 

 

 

Fonte: Variety

 

 

Ultime notizie su Film Marvel

Tutto su Film Marvel →