Stasera in tv: “Bumblebee” su Italia 1

Su Italia 1 “Bumblebee”, il prequel/reboot della saga live-action dei Transformers con Hailee Steinfeld e John Cena, dal regista di Kubo e la spada magica.

Cast e personaggi

Hailee Steinfeld: Charlie Watson
John Cena: agente Jack Burns
Jorge Lendeborg Jr.: Memo
John Ortiz: dottor Powell
Pamela Adlon: Sally Watson
Jason Drucker: Otis Watson
Rachel Crow: Celia
Kenneth Choi: Ken
Gracie Dzienny: Tina
Ricardo Hoyos: Tripp
Lenny Jacobson: Roy
Megyn Price: Amber
Stephen Schneider: Ron
Len Cariou: zio Hank
Glynn Turman: gen. Whalen

Doppiatori originali

Dylan O’Brien: B-127/Bumblebee
Peter Cullen: Optimus Prime
Dennis Singletary: Ratchet
Andrew Morgado: Cliffjumper
Steve Blum: Wheeljack
Grey Griffin: Arcee
Kirk Baily: Brawn
Angela Bassett: Shatter
Justin Theroux: Dropkick
David Sobolov: Blitzwing
Jon Baily: Soundwave, Shockwave
Kirk Bailey: soldati Decepticon

Doppiatori italiani

Emanuela Ionica: Charlie Watson
Stefano Alessandroni: agente Jack Burns
Alex Polidori: Memo
Massimo De Ambrosis: dott. Powell
Luca Tesei: Otis Watson
Alessandra Cassioli: Sally Watson
Veronica Puccio: Tina
Manuel Meli: Tripp
Alessandro Budroni: Roy
Angela Brusa: Amber
Gianfranco Miranda: Ron
Bruno Alessandro: zio Hank
Angelo Nicotra: gen. Whalen
Ivan Zaytsev: B-127/Bumblebee
Alessandro Rossi: Optimus Prime
Daniele Di Matteo: Cliffjumper
Antonella Giannini: Shatter
Simone D’Andrea: Dropkick
Nicola Braile: Blitzwing

Trama e recensione

È il 1987 e Bumblebee, durante la sua fuga, trova rifugio in una discarica in una piccola città balneare della California. Charlie (Hailee Steinfeld), alla soglia dei 18 anni e alla ricerca del suo posto nel mondo, trova Bumblebee, sfregiato dalle battaglie e inutilizzabile. Quando Charlie lo fa rivivere, capisce subito che non si tratta di un normale VW bug giallo.

Curiosità

  • Quando Charlie ha il coraggio di saltare dalla scogliera, Bumblebee suona brevemente “The Touch” di Stan Bush alla sua radio. “The Touch” è stata la sigla principale di Transformers: The Movie (1986) e successivamente utilizzata nella serie televisiva.
  • Peter Cullen (voce di Optimus Prime) è l’unico membro del cast ad apparire in ogni film dei Transformers uscito nelle sale. Aveva doppiato il personaggio in The Transformers: The Movie (1986) e ha ripreso il ruolo nei film live-action, incluso questo.
  • La modalità alternativa di Bumblebee in questa funzione è un Maggiolino Volkswagen, la sua modalità originale nella serie tv Transformers (1984). Il suo design da robot (corto e compatto, con corna e frontalino) si basa sulle sue versioni Transformers (1984) e Transformers Animated (2007).
  • In questo film, Transformers assume un aspetto più classico dalla serie di cartoni animati originale.
  • Nonostante i nomi ricevuti, Shatter, Dropkick e Blitzwing non vengono mai indicati come tali nel film.
  • Hailee Steinfeld è nata solo nove anni dopo l’ambientazione del film e ha dovuto imparare ad usare alcuni elementi tipici dell’era degli anni ’80, come ad esempio come usare uno Walkman, che le era completamente estraneo.
  • La scena in cui Charlie sta cercando di riparare Bumblebee e attiva involontariamente il messaggio olografico di Optimus Prime dopo aver dichiarato “C’è qualcosa bloccato qui” è un omaggio a Star Wars (1977), con la stessa scena che si verifica tra Luke Skywalker, R2-D2 e l’ologramma della principessa Leia.
  • In tutto il film vengono mostrati diverse clip di Breakfast Club (1985). In particolare la fine quando il personaggio di Judd Nelson lascia la scuola e alza il pugno contro il cielo. Judd Nelson era in The Transformers: The Movie (1986) come voce di Hot Rod / Rodimus Prime.
  • Questo è il primo Transformers live-action che Michael Bay non ha diretto, ma il regista è rimasto a bordo come produttore.
  • Escludendo il parlare attraverso la radio, Bumblebee ha solo 8 battute durante l’intero film.
  • La proiezione di prova di Bumblebee presentava molte differenze rispetto al taglio finale arrivato nelle sale, tra cui una scena che avrebbe completamente confermato il film come prequel del film Transformers del 2007. Questa scena dopo i titoli coda raffigura gli agenti del Settore 7 che affermano che gli Autobot non possono apprendere dell’esistenza di NBE-1, NBE-1 ovviamente è quello che il gruppo chiamava Megatron nel film del 2007. L’inquadratura sarebbe stata tagliata su Megatron in stile G1, come appariva il resto del cast di Transformers, conservato criogenicamente. Questa scena è stata tagliata dalla versione finale a causa del regista Travis Knight che voleva che il film fosse un’avventura “standalone” in grado di essere compresa anche senza aver viso i precedenti Transformers di Michael Bay.
  • Questo film è ambientato nel 1987, l’anno in cui si concluse la serie tv originale Transformers (1984).

  • Ad un certo punto del film, un certo agente del Settore 7 impaziente ha delle novità per l’agente Burns. Burns si riferisce a lui come all’agente “Simmons”, una versione più giovane del personaggio di John Turturro dai film precedenti della serie.
  • Ci sono diversi episodi in tutto il film che sono un omaggio a film diretti o prodotti da Steven Spielberg: Il poster della sala cinematografica mostra “Gremlins” prodotto da Spielberg. La tuta che Charlie indossa durante il suo discorso sul suo defunto padre ha le iniziali BFG, che si riferiscono al film di Spielberg “The B.F.G.” (Il G.G.G. – Il Grande Gigante Gentile) La stanza di Memo ha un poster de”I predatori dell’arca perduta”. Il tunnel in cui l’auto della pattuglia della polizia insegue Bumblebee, Charlie e Memo è lo stesso tunnel utilizzato nel climax di “Ritorno al futuro: parte II” e l’ingresso a Toon Town in “Chi ha incastrato Roger Rabbit?”
  • Il modello di Bumblebee è un Maggiolino Volkswagen del 1967 con paraurti disponibili solo per le versioni da esportazione del Maggiolino. Anche il colore giallo di Bumblebee era disponibile solo per la versione da esportazione delle Volkswagen poiché il colore in Germania era utilizzato dall’allora servizio postale tedesco di proprietà statale (Deutsche Bundespost) e quindi il colore non è stato disponibile al pubblico fino al 1990.
  • Dopo che Charlie ha versato la limonata su Tripp, se guardi da vicino noterai che la targa dell’auto di Tripp (2FAN321) è la stessa targa del Pork Chop Express Truck di Jack Burton nel film “Grosso Guaio a Chinatown”.
  • Sia lo zio Hank che la famiglia di Charlie sono visti guardare AL ,  una sitcom su una famiglia che adotta un alieno mentre il governo gli da la caccia come accade in Bumblebee. Charlie ad un certo punto dice a Bumblebee di non mostrare a nessuno la sua vera forma perché se fosse stato catturato lo avrebbero tenuto in un laboratorio e lo avrebbero fatto a pezzi, che è quello che il governo stava cercando di fare ad ALF nella serie tv
  • Ad un certo punto Memo tiene in mano un libro dei “GoBots” e lo lascia cadere quando sorpreso. La linea di giocattoli GoBots era il principale concorrente di Transformers negli anni ’80 e da allora il marchio è stato acquisito da Hasbro, la società che possiede la proprietà Transformers. Memo parlava dei GoBots in una scena eliminata.
  • Questo è il primo film live-action del regista e animatore Travis Knight dopo l’esordio con il film animato in stop-motion Kubo e la spada magica (2016).
  • Hailee Steinfeld è la prima protagonista femminile del franchise cinematografico dei Transformers.
  • Il design del Decepticon Blitzwing sembrava quasi identico al design di Starscream della serie tv Transformers (1984). Questo ha portato molti fan a credere che questo personaggio fosse Starscream, fino a quando il regista Travis Knight non lo ha smentito. Nel cartone originale, Blitzwing era un Decepticon viola e beige che poteva trasformarsi sia in un jet che in un carro armato.

  • Questo è il primo film live-action dei Transformers in cui Megatron non appare affatto. Questo perché il film, che era stato originariamente sviluppato come prequel delle puntate precedenti, si svolge in un momento in cui era ufficialmente disperso, poiché entrò in stand-by quando si schiantò sulla Terra migliaia di anni prima e fu successivamente tenuto sotto osservazione presso la diga di Hoover.
  • Il team degli effetti speciali ha costruito un modello a grandezza naturale di Bumblebee come riferimento e per aiutare Hailee Steinfeld a recitare sul set. Hanno costruito una copia a grandezza naturale della testa, del petto e delle braccia di Bumblebee, con dettagli in vernice e occhi luminosi.
  • Mentre il cast di Transformers assume un aspetto più G1 in questo film, il personaggio titolare conserva solo la modalità veicolo della sua controparte degli anni ’80, apparendo più come una versione arrotondata del suo design in stile Bay.
  • “Bumblebee” è l’unico film della serie cinematografica “Transformers” ad avere una durata inferiore alle 2 ore (circa 1 ora e 54 minuti). Tutti i film precedenti sono durati ben oltre le 2 ore.
  • Peter Cullen ha rivelato af una convention nel 2020 che non gli è piaciuto particolarmente lavorare a questo film. Questo perché lo studio ha deciso di utilizzare un doppiatore diverso durante la produzione, quindi non avrebbero dovuto pagare Cullen per più sessioni di registrazione, e lo hanno portato solo alla fine per registrare nuovamente tutti dialoghi. In quanto tale, Cullen doveva corrispondere alla performance dell’altro attore, poiché l’animazione di Optimus Prime era già stata completata e non poteva essere modificata.
  • In un’intervista Hailee Steinfeld ha rivelato che la sua sceneggiatrice / regista / produttrice di “17 anni (e come uscirne vivi)” Kelly Fremon Craig ha riscritto la sceneggiatura.
  • Nel secondo trailer, è possibile vedere un certo numero di Transformers dalla serie tv Transformers (1984), nel loro design originale G1. Tra questi ci sono Optimus Prime, Shockwave, Soundwave e la sua cassetta Ravage. C’è anche una scena che sembra svolgersi su Cybertron, che mostra un aereo a forma di piramide. La scena sembra molto simile ad una scena del primo episodio della serie originale dal titolo “Transformers: More Than Meets the Eye: Part 1”.
  • Durante la scena dell’inseguimento in macchina prima del ponte, Bumblebee esce dal bordo ma si impiglia nella ringhiera e torna sulla strada prima del tunnel. Questa scena è girata quasi inquadratura per inquadratura come l’inseguimento di apertura del film d’animazione Lupin III – Il castello di Cagliostro (1979) di Hayao Miyazaki, nella scena Lupin guida una Fiat gialla che assomiglia molto ad un Maggiolino Volkswagen.

  • Fino a febbraio 2019, Bumblebee era ampiamente dibattuto per essere un reboot del franchise live-action o un prequel del live-action Transformers (2007). Hasbro ha ufficialmente confermato che Bumblebee è un reboot del franchise.
  • Quando Bumblebee lascia la casa distrutta si trasforma parzialmente, lasciando la sua metà inferiore con le ruote. Questa forma ricorda la forma di Rattrap nella serie tv Beast Machines del 1999. Nella continuità di Beast Wars, un sequel della serie tv Transformers, Rattrap è come Bumblebee ed è un soldato di prim’ordine utilizzato principalmente come ricognitore.
  • Grey Griffin torna a dare la voce alla donna Autobot Arcee nella sequenza di apertura di Cybertron, in precedenza aveva doppiato il personaggio, così come Elita-1 e Chromia, in Transformers – La vendetta del caduto (2009).
  • Ambientato nel 1987, nella sequenza di apertura del film i militari di John Cena usano veicoli militari noti come Humvee (High Mobility Multipurpose Wheeled Vehicle). L’esercito degli Stati Uniti non ha iniziato ad usare Humvee prima del 1989.
  • Travis Knight ha battuto altri cinque contendenti per il lavoro di regista: Chris McKay, Seth Gordon, Jaume Collet-Serra, Rick Famuyiwa e i Nee Brothers.
  • Nonostante la direzione di Travis Knight differisse dallo stile dei film precedenti, Michael Bay non ha mai cercato di costringere Knight a cambiare la direzione più incentrata sulla storia, sostenendo invece Knight durante la produzione.
  • Hailee Steinfeld aveva già 20 anni quando ha interpretato Charlie, che nel film sta per compiere 18 anni.
  • Travis Knight ha paragonato il lavoro in live-action al suo precedente lavoro in stop-motion, e ha detto di aver trattato le scene con i robot come se fossero scene animate, facendo ampio uso di storyboard, abbattendo la sceneggiatura e pianificando tutti i dettagli.
  • La cassetta che Bumblebee espelle con tale forza da colpire il muro è Rick Astley: Never Gonna Give You Up (1987).
  • .John Cena è il terzo wrestler ad apparire in un film di “Transformers”, dopo Dwayne Johnson (che ha interpretato Cliffjumper nella serie animata “Transformers Prime” del 2010) e Joe Seanoa (che ha interpretato Predaking nella serie animata per internet “Transformers: Power of the Primes” del 2018). Cena è anche il terzo wrestler ad apparire in un film di Michael Bay, dopo Johnson (che era nel film di Bay “Pain & Gain – Muscoli e denaro”) e Stephen Farrelly (che ha interpretato Rocksteady in “Tartarughe Ninja – Fuori dall’ombra”).

  • Hasbro, proprietario del marchio Transformers, ha presentato una denuncia il 28 agosto 2017 contro Warner Bros. e DC Comics, accusandoli di violazione della proprietà intellettuale su Bumblebee. Bumblebee è il nome dell’Autobot giallo del mondo di Transformers; è anche quella di un’adolescente con le ali che è in grado di rimpicciolirsi e appartiene alla DC Super Hero Girls (2015), una proprietà della DC Comics che ruota attorno a delle supereroine.
  • Il nome originale di Bumblebee è B-127. Il nome potrebbe essere un riferimento all’indirizzo di rete di casa, 127.0.0.1, utilizzato per visualizzare le connessioni di rete su un computer. Questo avrebbe senso, dal momento che Bumblebee stava cercando di trovare una casa per la sua specie.
  • Quando si trova di fronte al Settore 7, Shatter presenta se stessa e Dropkick come “Decepticon Peacekeepers” agli umani per ottenere la loro fiducia e l’accesso al satellite. Questo può o non può essere un riferimento alla Decepticon Justice Division della serie di fumetti IDW.
  • I produttori hanno citato Il gigante di ferro come la principale influenza per il film. Come si può vedere quando Bumblebee riacquista la memoria e attacca l’esercito in difesa di Charlie. Gli occhi di Bumblebee si illuminano di rosso proprio come il gigante di ferro e persino il suo braccio si trasforma in una pistola allo stesso modo e si calma allo stesso modo.
  • Un easter egg viene mostrato durante lo scontro finale tra Bumblebee e il Decepticon Dropkick. Quando durante il loro combattimento Dropkick lancia la modalità robot Bumblebee solo per far trasformare Bumblebee nella sua modalità veicolo e atterrare in sicurezza a terra e invertire verso Dropkick e trasformarsi di nuovo in robot modalità e prendere a pugni i faccia Dropkick. Questo è tratto direttamente dai titoli di testa originali della prima stagione della seri animata G1 del 1984 in cui la stessa identica mossa viene eseguita da Decepticon Skywarp su Autobot Jazz che a sua volta esegue la stessa mossa di Bumblebee.
  • Solo ora Bumblebee riacquista la sua modalità veicolo Wolkswagen Maggiolino perché la società non voleva che l’auto fosse associata all’azione e alla violenza per cui i film di Bay sono così famigerati. Hanno permesso un uso più prominente dell’auto qui a causa della rappresentazione più fedele della serie G1 molto più morbida e adatta alle famiglie. Tuttavia ottiene la sua modalità Camaro (dalla serie Bay) alla fine del film.
  • I Transformers G1 originali che appaiono nel film includono Ratchet, Optimus Prime, Bumblebee, Arcee, Wheeljack, Ironhide, Brawn, Blitzwing, Soundwave, Shockwave, Cliffjumper e Ravage.
  • La trama è pesantemente ispirata dall’albo Marvel Comics Transformers n.20 (settembre 1986), dove l’Autobot Skids viene ferito durante una battaglia e finisce per essere curato da una ragazza che gli mostra tutto del mondo umano. Prende anche elementi dal numero 16 (1° maggio 1986) intitolato “Bumblebee’s Last Stand”.

  • John Cena, che interpreta l’agente Burns, originariamente avrebbe dovuto interpretare un cattivo di nome “Scarface” visto dalle foto dietro le quinte della sua controfigura Joseph Kelly.
  • Verso la fine del climax, quando Charlie ha interrotto il caricamento del segnale Decepticon, la barra mostra che era completo all’84%. Il 1984 è stato l’anno in cui i cartoni animati, i giocattoli e i fumetti originali dei Transformers hanno fatto il loro debutto.
  • La morte di Cliffjumper è un riferimento diretto alla serie animata Transformers Prime (2010), dove ha avuto un destino simile per mano di Starscream. Dropkick che lo accoltella al petto è quasi un parallelo diretto di quella scena.
  • Simile a Ratchet in Transformers 4 – L’era dell’estinzione (2014), Cliffjumper viene ucciso dopo aver rifiutato di dare la posizione di Optimus Prime ai Decepticon, nonostante si offrano di lasciarlo vivere se lo facesse. Entrambi usano anche le stesse ultime parole: “Mai”.
  • Sebbene Shatter e Dropkick siano i due Triple Changer più importanti nei live-action dei Transformers finora, non sono tecnicamente i primi. Autobot Drift di “L’era dell’estinzione” (2014) presentava sia un elicottero che la modalità Bugatti Veyron, la prima modalità era completamente assente dal film successivo, “L’ultimo cavaliere”.
  • La scoperta del Maggiolino è molto simile ai film di Herbie il Maggiolino tutto matto, che svelano un Maggiolino senziente.
  • Mentre Bee si trasforma nella Camaro e se ne va, Charlie può essere visto nello specchietto retrovisore lato guida che ha l’avvertenza “Gli oggetti nello specchio sono più vicini di quanto sembrano”, che di solito si trova solo sullo specchietto del passeggero.
  • Quando Charlie si prepara a lasciare la casa e aiutare Bumblebee dopo che è stato preso, i preparativi e la musica assomigliano a quelli dell’iconico film d’azione degli anni ’80 Commando (1985).
  • Il budget di Bumblebee è stimato in 128 milioni di dollari. Per fare un confronto, Transformers (2007) è costato 150 milioni, Transformers – La vendetta del caduto (2009) 200 milioni, Transformers 3 (2011) 195 milioni, Transformers 4 – L’era dell’estinzione (2014) 210 milioni e Transformers – L’ultimo cavaliere (2017) 217 ​​milioni.
  • Nonostante sia il film dei Transformers con il minor incasso della serie (con un incasso mondiale di 468 milioni di dollari), Bumblebee è ancora considerato un successo al botteghino in primis per il budge contenuto e anche a seguito del flop d’incassi registrato da Transformers – L’ultimo cavaliere (2017), che secondo quanto riferito ha fatto perdere allo studio 100 milioni di dollari.

[Per guardare il video clicca sull’immagine in alto]

La colonna sonora

  • Il Premio Oscar Dario Marianelli (Espiazione) ha composto le musiche originali del film, rendendo questa la prima volta che Steve Jablonsky non ha scritto uno dei film della serie Transformers. Il film segna la seconda collaborazione di Marianelli con il regista Steven Knight dopo il film animato Kubo e la spada magica. Altri crediti di Marianelli includono musiche per Orgoglio e pregiudizio, Anna Karenina, V per Vendetta, Paddington 2 e il Pinocchio di Matteo Garrone.
  • La colonna sonora include anche hit degli anni ottanta e il singolo “Back to Life” interpretato dalla protagonista del film Hailee Steinfeld.

TRACK LISTINGS:

1. Back to Life (Hailee Steinfeld) 3:53
2. Bigmouth Strikes Again (The Smiths) 3:15
3. Things Can Only Get Better (Howard Jones) 3:56
4. Runaway (Bon Jovi) 3:52
5. Save a Prayer (Duran Duran) 3:46
6. Higher Love (Steve Winwood) 5:49
7. Take On Me (a-ha) 3:48
8. Everybody Wants To Rule the World (Tears for Fears) 4:12
9. It Takes Two (Rob Base & DJ EZ Rock) 5:01
10. The Touch (Stan Bush) 3:56
11. I Can’t Wait (Nu Shooz) 3:38
12. I Can’t Drive 55 (Sammy Hagar) 4:12
13. Dance Hall Days (Wang Chung) 4:00
14. Girlfriend In a Coma (The Smiths) 2:04
15. Don’t You (Forget About Me) (Simple Minds) 4:22
16. Back to Life (80s Remix) [Bonus] (Hailee Steinfeld) 3:13

[Per guardare il video clicca sull’immagine in alto]

I Video di Cineblog

Ultime notizie su Film in tv

Tutto su Film in tv →