• Film

Come un gatto in tangenziale 2: trailer del sequel con Paola Cortellesi e Antonio Albanese

Il 26 agosto arriva nei cinema, con anteprime il 14 e 15 agosto, Come un gatto in tangenziale 2 – Ritorno a Coccia di Morto con Cortellesi e Albanese.

Il 26 agosto arriva nei cinema, con anteprime il 14 e 15 agosto, Come un gatto in tangenziale 2 – Ritorno a Coccia di Morto secondo capitolo della commedia campione d’incassi del 2018 diretta da Riccardo Milani con protagonisti Paola Cortellesi e Antonio Albanese.

La trama ufficiale: Tre anni dopo. Mentre Alessio e Agnese si rincontrano in un pub di Londra, a Roma Monica finisce in carcere per colpa delle gemelle che nascondevano merce rubata nei fusti dell’olio di “Pizza e Samosa”, e chiama Giovanni (Antonio Albanese) in cerca di aiuto. Il nostro “pensatore”, ora legato alla giovane e rampante Camilla (Sarah Felberbaum), è impegnato in un progetto di recupero di uno spazio in periferia. Per far uscire Monica di prigione, Giovanni riesce a far commutare la detenzione con un lavoro nella parrocchia di San Basilio guidata da Don Davide (Luca Argentero), tanto bello quanto pio. È così che le vite di Monica e Giovanni si intrecciano nuovamente ma questa volta, pur con le solite differenze del caso e i mille guai in cui si cacceranno, tra i due sembra nascere una vera storia d’amore. Intenzionati a rivelare al mondo la loro relazione, organizzano un pranzo a Coccia di Morto con tutta la famiglia, compresi Sergio (Claudio Amendola), Luce (Sonia Bergamasco) e ovviamente i due ragazzi. Ma è proprio qui che succede l’impensabile…

Nel cast, accanto a Cortellesi e Albanese, tornano Sonia Bergamasco e Claudio Amendola. Il cast si arricchisce con la presenza di Luca Argentero e Sarah Felberbaum.

“Tante cose sono più importanti di un film, anche se, in certi momenti, poche cose possono diventare importanti quanto un film. Gatto torna al cinema e io sono felice quanto lui e quanto il suo pubblico che lo aspettava. Buona ripartenza a tutti. E arrivederci a Coccia di Morto…” ha dichiarato il regista Riccardo Milani.

Massimiliano Orfei, Amministratore Delegato di Vision Distribution: E’ per Vision motivo di orgoglio aver coprodotto e poter distribuire Come un Gatto in Tangenziale – Ritorno a Coccia di Morto nelle sale italiane. La distribuzione del film, nei nostri obiettivi, rappresenta il grande evento cinematografico che decreterà il ritorno in sala del grande pubblico e la vera ripartenza del mercato. Con l’uscita di Come un Gatto in Tangenziale – Ritorno a Coccia di Morto il 26 agosto, il grande cinema popolare italiano si prende finalmente una data che è stata sempre appannaggio dei grandi blockbuster hollywoodiani, in uno dei periodi tradizionalmente più ricchi dell’intera stagione distributiva. È un’operazione che ha tutti i numeri per cambiare in modo permanente i modelli distributivi e il suo successo è fondamentale non solo per Vision, per i produttori e per il film, ma per le prospettive di crescita dell’intera industria nazionale. Il nostro ringraziamento va a Riccardo, Paola e Antonio, a Mario Gianani e alla Wildside, a tutta la straordinaria squadra che ha realizzato il film.

Mario Gianani, Amministratore Delegato della Wildside, società del gruppo Fremantle: Questo è per noi il film della ripartenza e non solo in senso commerciale. Grazie a Riccardo Milani, Paola Cortellesi e Antonio Albanese – insieme con Vision – vogliamo restituire al pubblico la solida spensieratezza che questo film saprà regalarci. Farlo d’estate, in un momento tradizionalmente appannaggio dei film americani, è una sfida che, siamo sicuri, Come un Gatto in Tangenziale – Ritorno a Coccia di Morto, saprà cogliere.

“Come un gatto in tangenziale 2 – Ritorno a Coccia di Morto” è prodotto da Mario Gianani e Lorenzo Gangarossa per Wildside, società del gruppo Fremantle, e Vision Distribution, in collaborazione con Sky e Amazon Prime Video.

La sceneggiatura è firmata da Furio Andreotti, Giulia Calenda, Paola Cortellesi e Riccardo Milani. La fotografia è di Saverio Guarna, la scenografia di Maurizia Narducci, i costumi di Alberto Moretti, il montaggio di Patrizia Ceresani e Francesco Renda.

Fonte: YouTube