• Film

Critters – Gli extraroditori compie 35 anni: storia e curiosità sul film

Blogo celebra i 35 anni di “Critters – Gli extraroditori”, il cult anni ottanta di Stephen Herek con Dee Wallace, Emmet Walsh e Scott Grimes.

35 anni fa usciva nei cinema americani Critters – Gli extraroditori, uno spassoso mix di horror commedia e fantascienza americano del 1986 diretto da Stephen Herek al suo debutto alla regia e scritto con Domonic Muir e Don Keith Opper. Il cast include la Dee Wallace di E.T. l’extraterrestre, Emmet Walsh, Billy “Green” Bush e Scott Grimes al suo debutto cinematografico. La trama segue un manipolo di Kites aka Critters, piccole e voracissime creature aliene pelose, che evade da un asteroide adibito a penitenziario rubando una navicella e raggiungendo la Terra, qui cominceranno la loro invasione, mentre due cacciatori di taglie mutaforma sono già sulle loro tracce.

Il primo “Critters” è da molti, sottoscritto incluso, considerato un cult degli anni ottanta grazie allo humour nero e agli ottimi effetti speciali pratici forniti dai fratelli Chiodo. Da qui in poi i Critters cominciano il classico percorso di quasi tutti i prodotti low-budget, la formula si reitera ad oltranza, i soldi investiti si riducono e il prodotto finale diventa inevitabilmente materiale da direct-to video. Critters ha generato tre sequel, più un quinto progetto cancellato dal titolo Critters 5 – Christmas attack. Dal terzo capitolo in poi gli Extraroditori finiscono sugli scaffali delle videoteche. Da segnalare in Critters 3 un giovanissimo Leonardo DiCaprio nel cast, mentre il quarto capitolo si sposta nello spazio a bordo di un’astronave, nel cast Brad Dourif e Angela Bassett.

La storia del film

Stephen Herek strinse amicizia con Domonic Muir mentre lavorava come assistente al montaggio de I cavalieri del futuro (1984). Quando Herek stava cercando il suo prossimo progetto, Muir gli ha offerto la sceneggiatura di Critters, che aveva scritto tre anni prima. Dopo aver lavorato alla sceneggiatura, Herek l’ha proposta a Sho Films grazie ad un rapporto di lavoro esistente per ottenere consigli su come realizzare il film, in cui i loro dirigenti hanno accettato di svilupparlo. Le riprese principali sono iniziate a Valencia, in California, nel luglio 1985 con un programma di riprese di sei settimane.

Sebbene promossa come la risposta di New Line al Gremlins (1984) di Joe Dante, la sceneggiatura era stata scritta e acquisita prima che Gremlins fosse annunciato. Herek aveva basato la sceneggiatura su un incubo che aveva vissuto da bambino molto prima che Gremlins fosse concepito. Successivamente il film ha subito riscritture per ridurre le apparenti somiglianze tra i due film. “Critters” ha incassato un totale di 13,6 milioni di dollari a fronte di un budget di 3 milioni.

Curiosità

  •  Il film segna il debutto alla regia dello sceneggiatore Stephen Herek. Altri crediti di Herek includono regie di Stoffa da campioni (1992), I tre moschettieri (1993), il live-action La carica dei 101 – Questa volta la magia è vera (1996), Rock Star (2001) e Trappola in fondo al mare 2 (2009).
  • Corey Burton, che dà voce ai Critters, ha inventato anche la loro lingua, che ha descritto nelle interviste come una combinazione di elementi di francese e giapponese.
  • Charles Chiodo ha basato il design dei critters sul personaggio dei Looney Tunes Taz il Diavolo della Tasmania.
  • C’è un pupazzo di E.T. – L’extraterrestre (1982) nella stanza di Brad. Dee Wallace (Helen) ha recitato in E.T., interpretando anche in quell’occasione la madre di un ragazzo che entra in contatto con gli alieni.
  • Un Critter che emerge dalla toilette sembra un omaggio al film Ghoulies (1984), un film a tema simile che utilizzava un poster promozionale con uno dei piccoli mostri che fa capolino da un water. Il poster è un riferimento ad una scena di “Ghoulies” in cui purtroppo sul water c’è seduta una sfortunata vittima di uno dei zannuti mostriciattoli.
  • Il logo sul retro delle divise da bowling è una parodia dell’iconico stemma dei Ghostbusters. I colori dell’uniforme corrispondono ai colori dell’uniforme di Egon Spengler nella serie animata The Real Ghostbusters – I veri acchiappafantasmi (1986).
  • ‘Grovers Bend’, la città in cui si svolge la maggior parte di Critters, è un cenno alla famigerata trasmissione radiofonica del 1938 “La guerra dei mondi” di Orson Welles. La trasmissione riferiva in diretta che gli alieni stavano atterrando a “Grovers Mill” ed è stata eseguita così bene che migliaia di ascoltatori hanno creduto che la falsa notizia fosse vera. I residenti della zona furono presi dal panico e scambiando una torre dell’acqua per un UFO la fecero a pezzi. La trasmissione parla di alieni che atterrano a bordo di un’astronave e poi attaccano l’umanità, proprio come la trama di Critters.
  • Quando i Critters stanno distruggendo la camera da letto, ci si imbatte in un peluche in vinile di E.T. che viene divorato.
  • La sequenza del Critter che ingoia un petardo è stata controllata da burattinai che sono stati posizionati sotto il pavimento di un fienile per azionare i movimenti dello stomaco e degli occhi. Il membro dell’equipaggio Dwight Roberts ha commentato che ci è voluto uno sforzo per coordinare lo stomaco e gli occhi sporgenti dei Critters mentre erano inginocchiati nel fieno a causa del numero di persone necessarie per articolarlo.
  • Le riprese principali sono iniziate a Valencia, in California, e sono durate dal 29 luglio 1984 all’11 ottobre 1984.
  • Il coordinatore degli effetti speciali Chuck E. Stewart ha assunto Joe Lombardi come consulente per la scena dell’esplosione del fienile, dove hanno truccato il soffitto del secondo piano con Primacord (un sistema esplosivo ad alto potenziale) mentre un contingente dei vigili del fuoco della contea di Los Angeles era in standby, l’equipaggio ha aspettato fino alle 5:00 per far esplodere l’esplosione dopo che i venti si sono calmati e non si sono verificati incendi di cespugli nonostante la macchia secca circostante.
  • Il giocattolo che Brad fa esplodere alla fattoria è un’astronave Y-Wing di Star Wars dipinto d’argento.
  • Il secondo cacciatore di taglie (chiamato Lee in Critters 2) cambia le sue caratteristiche facciali tre volte: in quelle di Jeff Barnes (Ethan Phillips; comprese le caratteristiche del cadavere di Barnes come le ossa che sporgono dalla ferita sul viso), il reverendo Miller (Jeremy Lawrence) e Charlie McFadden (Don Keith Opper). Gli attori che interpretano la forma predefinita di Lee non sono accreditati e risultano sconosciuti.
  • Il film riunisce alcuni attori che hanno anche recitato nel franchise di Star Trek, vale a dire Ethan Phillips (Star Trek: Voyager), Scott Grimes (Star Trek: The Next Generation), Corey Burton (Star Trek: Starfleet Command: Orion Pirates). Il doppiaggio tedesco include anche Jörg Döring e Rita Engelmann: rispettivamente Capo Miles O’Brien e Dr. Crusher rispettivamente in Star Trek: The Next Generation.
  • I suoni laser della nave rubata dai Critters suonano come quelli di un AT-AT nel film L’Impero colpisce ancora (1980).
  • Il successivo film di fantascienza Alienator (1990) ha una trama simile a Critters: un assassino androide chiamato The Alienator va sulla Terra per dare la caccia ad un criminale alieno che è fuggito da un pianeta prigione.
  • A causa del suo ruolo di cacciatore di taglie (Ug) senza nome all’epoca, Terrence Mann è accreditato solo per aver interpretato Johnny Steele. Quest’ultimo appare brevemente in un video musicale mostrato in due scene: i cacciatori di taglie durante il briefing sulla Terra e quando Helen sta guardando la TV. In quest’ultimo si vede un’ulteriore ripresa di Steele in qualche luogo oltre al filmato della band.
  • Entrambi i cacciatori di taglie sono senza nome in questo film, ma i loro nomi sono stati poi forniti come Ug e Lee in Critters 2.
  • Il doppiaggio tedesco unisce Thomas Danneberg voce di Arnold Schwarzenegger e Sylvester Stallone con Manfred Lehmann voce di Bruce Willis e Dolph Lundgren.
  • Billy Zane, Art Frankel e Michael Lee Gogin hanno avuto tutti ruoli di guest star nella serie tv Streghe.
  • Il gatto di Brad si chiama Chewie, un possibile riferimento al Chewbacca di Star Wars.
  • Montrose Hagins avrà un piccolo ruolo anche in Critters 2 (1988).
  • Questo è l’unico film di Critters in cui uno di loro diventa a grandezza umana. Gli altri film non sembrano mostrare che crescono molto mangiando.
  • Ci sono solo 2 morti umane sullo schermo, tutti gli altri personaggi umani sono semplicemente feriti.
  • Don Keith Opper e Terrence Mann e i loro personaggi, rispettivamente Charlie McFadden e Ug, sono gli unici attori ad apparire in tutti e quattro i film dei Critters.

La colonna sonora

  • Le musiche originali del film sono del compositore David Newman (Bill & Ted’s Excellent Adventure, Matilda 6 mitica, Il professore matto, Galaxy Quest, Scooby-Doo).
  • Nel film sono presenti i brani “Low” di Robin Sherwell, “Control” di Soho Kings e “See you on Judgment Day! di Lasse Boman.
  • Terrence Mann esegue la canzone “Power of the Night” nei panni di Johnny Steele appositamente per questo film.

TRACK LISTINGS:

1. Main Title 6:46
2. Charlie’s Accident 0:43
3. Jay And Brad Look For The Critters 2:38
4. Jeff Is Dinner 0:59
5. Looking In The Cellar 4:25
6. The Bounty Hunters: Critters Get Steve 3:51
7. Critters Hunt For Lunch 3:56
8. Brad Burns A Critter 3:13
9. They’re Growing 2:09
10. Meanwhile Back At The House 2:08
11. Looking For Chewy 1:41
12. Brad Goes After April 2:17
13. The Critters Are Destroyed 3:50
14. The House Returns 5:06
15. Critter Skitter 3:27