• Film

E’ morta Daria Nicolodi, attrice e icona di Profondo Rosso

È scomparsa a 70 anni l’attrice Daria Nicolodi; ex compagna del regista Dario Argento, madre dell’attrice Asia Argento e protagonista di “Profondo Rosso”.

È scomparsa a 70 anni l’attrice Daria Nicolodi; ex compagna del regista Dario Argento e madre dell’attrice Asia Argento, Nicolodi era nota principalmente per ruoli in thriller e horror degli anni 70 e 80, periodo d’oro del cinema di genere italiano. Interpretò la giornalista di Gianna Brezzi nel cult horror Profondo Rosso, pellicola che diede inizio ad un sodalizio sentimentale e artistico con il regista Dario Argento.

Daria Nicolodi nasce a Firenze il 19 giugno 1950, scopre la sua passione per la recitazione da giovanissima e si trasferisce a Roma alla fine degli anni sessanta per studiare all’Accademia di Arte Drammatica. Le prime esperienze sono in tv (Babau per la Rai) e a teatro. Nel 1970 esordisce sul grande schermo nei panni di una crocerossina nel dramma di guerra Uomini contro diretta da Francesco Rosi. Nel 1972 partecipa alla trasposizione cinematografica dell’opera teatrale Salomè di Carmelo Bene e l’anno dopo recita con Flavio Bucci e Ugo Tognazzi in La proprietà non è più un furto di Elio Petri.

[Per guardare il video clicca sull’immagine in alto]

Nel 1974 l’attrice conosce Dario Argento durante il casting per il film Profondo rosso, incontro che darà inizio ad una lungo sodalizio sul set e fuori. La coppia dopo il successo internazionale di “Profondo Rosso” collaborerà anche per Suspiria (1977) di cui Nicolodi fu anche co-sceneggiatrice, Inferno (1980), Tenebre (1982), Phenomena (1985), Opera (1987) e La terza madre (2007).

Tra una collaborazione e l’altra con Argento, Nicolodi reciterà a teatro (La commedia di Gaetanaccio) e inciderà un 45 giri con Gigi Proietti e lavorerà anche con Mario Bava (Schock, 1977), Sergio Citti (Il minestrone, 1981), Ettore Scola (Maccheroni, 1985), Lamberto Bava (Le foto di Gioia, 1987), Enzo G. Castellari (Sinbad of the Seven Seas, 1989) e Luigi Cozzi (Paganini Horror, 1989).


[Per guardare il video clicca sull’immagine in alto]

Negli anni novanta Nicolodi torna all’horror con un ruolo in La setta di Michele Soavi (1991) in cui Dario Argento è coinvolto in veste di produttore e co-sceneggiatore; nel 1993 recita per Cristina Comencini nei panni di un’avvocatessa in La fine è nota al fianco di Fabrizio Bentivoglio, Massimo Wertmüller e Mariangela Melato; nel 1998 è nel cast della commedia Viola bacia tutti che vede protagonista la figlia Asia Argento, Massimo Ceccherini, Valerio Mastandrea e Rocco Papaleo; lo stesso anno
interpreta anche la madre di Valeria Bruni Tedeschi nel dramma La parola amore esiste di Mimmo Calopresti.

Nel 2000 Nicolodi viene diretta dalla figlia Asia Argento che debutta alla regia con il dramma Scarlet Diva, pellicola che vede le due attrici nei panni di madre e figlia; lo stesso anno Nicolodi interpreta la madre di Chiara Muti in Rosa e Cornelia di Giorgio Treves. Dopo aver interpretato nel 2004 il cortometraggio Soleado di Gregg Guinta, nel 2007 Nicolodi interpreta il suo ultimo ruolo sul grande schermo ancora diretta dall’ex compagno Dario Argento nell’horror La terza madre, dove ritrova anche la figlia Asia Argento.

Fonte: Il Messaggero