Denzel Washington sarà insignito della prestigiosa Medaglia presidenziale della libertà

Denzel Washington è stato selezionato dal Presidente degli Stati uniti Joe Biden per ricevere la Medaglia presidenziale della libertà.

Denzel Washington, attore, regista, produttore e due volte premio Oscar è stato selezionato come destinatario della Medaglia presidenziale della libertà. Istituita nel 1963 dal presidente John F. Kennedy, questo prestigioso riconoscimento viene conferita a coloro che hanno dato: “un contributo meritorio speciale per la sicurezza o per gli interessi nazionali degli Stati Uniti, per la pace nel mondo, per la cultura o per altra significativa iniziativa pubblica o privata”.

I destinatari del premio sono scelti direttamente dal Presidente degli Stati Uniti e nel corso degli anni diversi attori e registi hanno ricevuto l’onorificenza, tra cui Sidney Poitier, Charlton Heston, Steven Spielberg, Robert De Niro e Tom Hanks. Assieme alla Medaglia d’oro del Congresso, la Medaglia presidenziale della libertà è considerata una delle massime onorificenze civili conferite negli Stati Uniti.

La Casa Bianca ha rilasciato un comunicato stampa ufficiale in cui annuncia le selezioni del presidente Joe Biden per la Medaglia presidenziale della libertà. Washington è tra i 17 destinatari che riceveranno il premio presso la Casa Bianca il 7 luglio.

Il presidente Biden ha affermato da tempo che l’America può essere definita con una parola: possibilità. Questi diciassette americani dimostrano il potere delle possibilità e incarnano l’anima della nazione: duro lavoro, perseveranza e fede. Hanno superato ostacoli significativi per ottenere risultati impressionanti nelle arti e nelle scienze, hanno dedicato la loro vita a difendere i più vulnerabili tra noi e hanno agito con coraggio per guidare il cambiamento nelle loro comunità – e in tutto il mondo – aprendo strade per le generazioni a venire.

Unico rappresentante quest’anno del settore dell’intrattenimento, altri destinatari del riconosimento includono il ginnasta Simon Biles, la deputata Gabby Gifford, la medaglia d’oro olimpica Megan Rapinoeis e il compianto Steve Jobs, co-fondatore/presidente di Apple. Washington è celebrata per i suoi contributi all’industria cinematografica e per il suo lavoro senza scopo di lucro. Dal 1993 Washington è stato portavoce nazionale dei “Boys & Girls Clubs Of America” ed è apparso in diversi annunci pubblicitari che promuovono il lavoro dell’organizzazione. Washington non solo ha servito come portavoce dell’organizzazione, ma anche come membro del consiglio, posizione che ricopre dal 1995.

Denzel Washington è noto per le sue magistrali interpretazioni di personaggi storici come l’attivista sudafricano Steve Biko in Grido di libertà, l’attivista per i diritti umani Malcolm X nel film omonimo, il pugile Rubin “Hurricane” Carter in Hurricane – Il grido dell’innocenza, l’allenatore di football Herman Boone in Il sapore della vittoria (2000), il poeta ed educatore Melvin B. Tolson in The Great Debaters – Il potere della parola (2007).  ha ricevuto tre Golden Globe, un Tony Award e due premi Oscar: uno come miglior attore non protagonista per il film di guerra Glory – Uomini di gloria (1989) e uno come miglior attore per il suo ruolo di poliziotto corrotto nel poliziesco Training Day (2001). Nel 2016 Washington ha ricevuto il Golden Globe alla carriera. Nel 2019 ha ricevuto il prestigioso premio alla carriera dall’American Film Institute. Nel 2016 è uscito il suo terzo lungometraggio da regista, Barriere; con sé stesso nel ruolo di protagonista affiancato da Viola Davis, la pellicola è stato nominata all’Oscar al miglior film. Nel 2022 ha ricevuto la sua decima candidatura al Premio Oscar nella categoria miglior attore protagonista per la sua interpretazione nel film Macbeth di Joel Coen.

Washington ha annunciato che tornerà per il sequel The Equalizer 3, terza volta dell’attore nel ruolo di Robert McCall. Al momento non è stato confermato Antoine Fuqua, regista dei due film precedenti, ma è stata ufficializzata Dakota Fanning come protagonista femminile al fianco di Washington. Alla sceneggiatura è tornato Richard Wenk, scrittore dei precedenti The Equalizer – Il vendicatore e The Equalizer 2 – Senza perdono nonché del remake I magnifici 7, sempre con protagonista Washington, e dei thriller d’azione I mercenari 2 e Jack Reacher: Punto di non ritorno. Wenk ha anche scritto il film live-action Kraven the Hunter, quarto film del Sony’s Spider-Man Universe (SSU) con Aaron Taylor-Johnson nei panni dell’antieroe Marvel e celebre antagonista di Spider-Man.

Fonte: Casa Bianca