• Film

Ero in guerra ma non lo sapevo: la colonna sonora del film di Fabio Resinaro

Tutto quello che c’è da sapere su “Ero in guerra ma non lo sapevo”, il film basato su eventi reali solo al cinema il 24-25-26 gennaio 2022.

Fabio Resinaro regista di Dolceroma e Appunti di un venditore di donne torna nei cinema italiani con Ero in guerra ma non lo sapevo, Il palpitante racconto degli ultimi giorni di vita di Pierluigi Torregiani, interpretato da Francesco Montanari, titolare di una gioielleria a Milano, ucciso nel 1979 in un agguato dai Proletari Armati per il Comunismo. Le vicende del commerciante e della sua famiglia, che dopo aver reagito ad un tentativo di rapina, si ritrova addosso l’etichetta di “sceriffo” in pieni anni di piombo e viene condannato a morte dal gruppo terroristico. Ero in guerra e non lo sapevo sarà disponibile solo al cinema il 24-25-26 gennaio con 01 Distribution.

Trama e cast

La trama ufficiale: Milano, fine anni ‘70. Pierluigi Torregiani (Francesco Montanari), un gioielliere che si è fatto da sé, subisce un tentativo di rapina in cui muore un giovane bandito. Non è stato lui a sparare, ma molti giornali lo accusano di essere un giustiziere borghese. La tensione politica dell’epoca lo rende un obiettivo perfetto per i PAC, gruppo di terroristi guidato da Cesare Battisti, che individuano in lui un colpevole da punire. Torregiani e la sua famiglia ricevono minacce di morte: il pericolo è così concreto che gli viene assegnata una scorta. Ma le intimidazioni non si fermano: sempre più invasive, lo condizionano nel lavoro e soprattutto nei rapporti con i famigliari, che si consumano fino a sfiorare la rottura. Ero in guerra ma non lo sapevo racconta un uomo che, sotto attacco suo malgrado, vive una profonda crisi famigliare che si “ricompone” solo dopo la sua morte, avvenuta per mano di sedicenti rivoluzionari.

Il cast di “Ero in guerra ma non lo sapevo” è completato da Laura Chiatti, Stefano Fregni, Gianluca Gobbi, Luca Guastini, Juju Di Domenico, Pier Giorgio Bellocchio, Gualtiero Burzi, Maria Vittoria Dallasta, Paolo Pitossi, Alessandro Di Tocco, Raffaele Cantone e Michele Maccagno.

Ero in guerra ma non lo sapevo – trailer e video

Trailer ufficiale pubblicato il 10 gennaio 2022

Curiosità

  • Fabio Resinaro noto per aver co-diretto il thriller Mine con Fabio Guaglione dirige “Ero in guerra e non lo sapevo” da una sua sceneggiatura scritta con Mauro Caporiccio e Carlo Mazzotta ispirata al libro omonimo di Alberto Dabrazzi Torregiani e Stefano Rabozzi edito da A.CAR Edizioni.
  • Il team che ha supportato il regista Fabio Resinaro dietro le quinte ha incluso lo scenografo Pasquale Tricoci (Appunti di un venditore di donne), la costumista Enrica Barbano (I Banchieri di Dio), il direttore della fotografia Paolo Bellan (Dolceroma) e la montatrice Luciana Pandolfelli (Ritorno al crimine).
  • Il film è prodotto dalla Eliseo Multimedia di Luca Barbareschi in collaborazione con Rai Cinema e il sostegno di Regione Lazio.

Note di produzione

Cinque settimane di riprese per il nuovo film di Fabio Resinaro ispirato all’omicidio del gioielliere Pierluigi Torregiani, il famoso caso di cronaca nera che si intrecciò con il terrorismo degli anni di piombo. Torregiani venne assassinato a Milano il 16 febbraio 1979. L’omicidio, inizialmente attribuito alla malavita milanese, fu poi rivendicato dai Proletari Armati per il Comunismo (PAC) che professavano solidarietà alla criminalità che si riappropriava dei beni e giustiziavano chi rispondeva alle rapine con le armi. L’intreccio tra terrorismo e delinquenza trasformò imprenditori, negozianti, giudici in bersagli politici. Furono diversi gli omicidi perpetrati nei confronti di chi reagiva, rispondendo al fuoco. L’opinione pubblica si divise tra chi sosteneva le vittime e chi le accusava di farsi giustizia da sole.

Il libro originale

Pierluigi Torregiani la sera del 22 gennaio 1979 è in una pizzeria con i suoi gioielli portati ad una dimostrazione televisiva, ma nel locale entrano dei rapinatori. Torregiani è minacciato, reagisce con la sua arma e ne consegue una sparatoria che conta morti e feriti. Un gruppo di militanti armati del “Collettivo politico” assaltò, il 22 gennaio del 1979, una pizzeria dove in quel momento si trovava l’orefice Pierluigi Torregiani. Una persona addetta alla tutela di Torregiani sparò, uccidendo un assalitore. Nel conflitto a fuoco che ne seguì rimase ucciso anche un cliente della pizzeria. Il 16 febbraio successivo davanti al suo negozio un commando terrorista lo aspetta. Nel conflitto a fuoco che si genera muore lo stesso Torregiani ed il figlio Alberto, che lo accompagnava, viene ferito gravemente e rimarrà paralizzato. Lascia la moglie Elena e tre figli. Alberto Torregiani, figlio di Pierluigi ha scritto il libro “Ero in guerra e non lo sapevo” insieme a Stefano Rabozzi, edito da Agar Edizioni con prefazione di Toni Capuozzo. Autori del fatto furono individuati e condannati. Successivamente uno di essi, Cesare Battisti, evase rendendosi latitante per molti anni.

La trama ufficiale del romanzo: Dopo oltre trent’anni di fuga il Terrorista dei P.A.C. Cesare Battisti è stato arrestato in Bolivia e consegnato nei giorni scorsi all’Italia per scontare la sua pena. Il libro, riproposto con documenti e immagini ripercorre quella tragica giornata quando l’orefice Torregiani venne ammazzato da sicari ingaggiati appositamente. Il figlio, Alberto Torregiani rimase ferito nell’agguato e da quel giorno subisce il calvario di una sedia a rotelle a causa di un proiettile che lo colpì alla schiena. Il libro verità, scomodo, crudo… ripercorre quegli istanti, le giornate di gioia precedenti all’agguato, la seconda vita di Alberto e le considerazioni che hanno portato un ragazzino a chiedersi il perché di tanto dolore e tanta cattiveria. Prefazione di Toni Capuozzo.

Il libro “Ero in guerra ma non lo sapevo” è disponibile su Amazon.

Chi è Fabio Resinaro?

Nonostante la sua giovane età, Fabio Resinaro ha dimostrato di essere tra gli autori contemporanei più brillanti e originali nel panorama italiano. Il suo primo film, co-diretto con Fabio Guaglione, Mine (2016), è stato venduto e distribuito in tutto il mondo. Fabio Resinaro conosce Fabio Guaglione nel 1995. Entrambi appassionati di fumetti, scrittura, cinema, musica e tutto ciò che riguarda la comunicazione, sviluppano diversi progetti in comune. Nel 2004 raggruppano un team con cui realizzano un cortometraggio di fantascienza girato in 35 mm dal titolo E:D:E:N, che ottiene diversi riconoscimenti in diversi festival nazionali e internazionali. Nella seconda metà del 2009 fondano la loro società, la MERCURIO DOMINA, la cui prima produzione ufficiale è il cortometraggio Myshoes (2011), nel quale Fabio&Fabio rivestono il ruolo di produttori creativi. Nel biennio 2010-2011 la Mercurio Domina produce il lungometraggio True Love, psychological thriller con venature sci-fi, una coproduzione Italia/Stati Uniti girata tra Milano e Los Angeles. Nel 2014 nasce il nuovo progetto “Mine”: un film scritto e diretto da Fabio&Fabio, prodotto da Peter Safran (produttore di Buried e reduce dal successo di L’evocazione – The Conjuring, smash hit da 500 milioni di dollari al botteghino) e la sua Safran Company. Il protagonista della pellicola sarà Armie Hammer (The Lone Ranger, The Social Network, J.Edgar, The man from U.N.C.L.E.). Nel 2019 esce DolceRoma, il primo film che Resinaro dirige da solo (senza la collaborazione di Fabio Guaglione), liberamente ispirato al romanzo “Dormiremo Da Vecchi” di Pino Corrias e con il quale riscuote un enorme successo di critica. Il 2020 lo vede dietro la macchina da presa per Appunti di un venditore di donne, un magnifico noir tratto dall’omonimo romanzo di Giorgio Faletti. Nel 2021 co-dirige, insieme a Nico Marzano, “Impero” la nuova serie in 12 episodi da 50’ di Sky Original.

La colonna sonora

  • Le musiche originali del film sono di Andrea Bonini (Io e Angela, Ride, True Love). Bonini e il regista Fabio Resinaro hanno collaborato anche per il film Mine e cortometraggi E: D: E: N e Myshoes.

TRACK LISTINGS:

1. Il meccanismo 2:43
2. Agguato 1:36
3. Bracciale 2:07
4. Rapina 1:26
5. Un’uscita sul retro 2:02
6. Colazione 5:13
7. Alla porta 0:37
8. Casa Torregiani 2:38
9. Gioielleria 0:52
10. Ristorante 2:01
11. Hai fatto bene 1:31
12. Niente, nessuno 1:01
13. Offre la casa 2:19
14. Non e’ stata colpa tua 1:12

La colonna sonora di “Ero in guerra e non lo sapevo” è disponibile su Amazon.

Foto e poster