Fairytale Una Fiaba: trama e trailer italiano del film di Aleksandr Sokurov al cinema

Tutto quello che c’è da sapere su “Fairytale Una Fiaba”, il nuovo film del regista russo Aleksandr Sokurov al cinema dal 22 dicembre.

Dopo la tappa al Locarno Film Festival, dal 22 dicembre nei cinema d’Italia con Academy Two arriva Fairytale Una Fiaba (Skazka), il nuovo film del regista russo Aleksandr Sokurov (Francofonia), Leone d’oro a Venezia 2011 con il film Faust. Il film realizzato esclusivamente assemblando materiali d’archivio d senza l’uso di deep fake o altri mezzi di intelligenza artificiale, ci porta in un non luogo dove stanno “sostando” uomini e dittatori che con le loro azioni hanno fatto la storia. Il film viene descritto come “una fusione incredibile, inimmaginabile di film e di finzione, di animazione e dei cinegiornali e si dispiega come un limbo”.

 

C’erano una volta due vagabondi… no… – tre… No, erano quattro… Ma ce n’erano anche
altri, molto diversi… sapevo chi erano. Per molto tempo. Per molti anni. Ma ero costretto
ad andare in giro con loro. Poi è successo qualcosa e sono scomparsi.
E per molti anni non ho saputo più nulla di loro.
C’era una volta… Erano in quattro…
Ero immerso nella vita e in nuovi guai. Ma negli ultimi anni, di tanto in tanto, in modo in-
spiegabile mi è venuta in mente la sensazione che qualcuno stesse venendo a spasso
con me, camminando, camminando…
Di notte sentivo voci, frammenti di domande complesse, parole in lingue straniere, ge-
miti, l’ululato di milioni di voci…
Un’emozione inspiegabile mi prese…
Quella notte il cielo si aprì
ed esplose

[Aleksandr Sokurov]

 

Fairytale Una Fiaba – Trama e cast

La trama ufficiale: Adolf Hitler, Benito Mussolini, Yosif Stalin, Winston Churchill, Napoleone Bonaparte. Gli uomini e i dittatori che hanno per sempre cambiato la Storia si trovano ora in un limbo in attesa di varcare la porta di Dio. Mentre aspettano l’ascesa in paradiso o la calata all’inferno parlano, litigano, scherzano e i loro discorsi si accavallano in una babele di lingue e di declinazioni del potere.

Il cast di doppiatori include Igor Gromov (Forza Suprema), Stalin (Vakhtang Kuchava), Lothar Deeg & Tim Ettelt (Hitler), Fabio Mastrangelo (Mussolini), Alexander Sagabashi & Michael Gibson (Churchill), Pascal Slivansky (Napoleone Bonaparte).

Fairytale Una Fiaba – Trailer e video

Curiosità sul film

  • Aleksandr Sokurov è nato il 14 giugno 1951 nel villaggio di Podorvikha nella Regione di Irkutsk in Russia. Si è laureato in Storia all’Università di Gorky e successivamente in Regia al VGIK (Istituto Panrusso per la Cinematografia). Nel 2011 il suo film “FAUST” è stato premiato con il Leone d’oro alla Mostra del Cinema di Venezia.
  • “Fairytale Una Fiaba” è scritto, immaginato e diretto da Aleksandr Sokurov e prodotto da Nikolay Yankin.
  • Effetti visivi: Yury Mokiyenko, Vitaliy Suvalov, Alexander Yefimov, Stepan Masychev, Dmitry Ushanov, Alexander Zolotukhin, Katerina Solovyova, Polina Ivanova, Evdokiya Bannaya, Ekaterina Yermolayeva
  • Le musiche del film sono fantasie dai temi di compositori europei, russi e sovietici del XIX e del XX secolo provenienti dall’archivio personale di Aleksandr Sokurov eccetto che per le composizioni di Murat Kabardokov, eseguite dall’orchestra «Tavrichesky» diretta da Mikhail Golikov e il brano “Extraliscio Primavera notturna” musiche di Mirko Mariani & Betty wrong (Edizioni musicali di Elisabetta Sgarbi).
  • Materiali originali Pierre-Olivier Barate / Coordinamento internazionale Alyona Shumakova, Yaroslav Klykov / Lavorazione dei materiali storici Denis Fedorin / Assistente alla regia Margarita Afonina / Ingegnere informatico Roman Rasskaza / Produttore esecutivo Natalia Smagina.
  • L’autore ringrazia il Direttore del Museo Hermitage Mikhail Piotrovsky / Ringraziamenti speciali a Vladimir Smirnov, Magomed Musayev / Ringraziamenti a Sophia Shifrin, Vakhtang Kuchava, Allan Kaldoja, Pavel Kaplevich, Alexey Bokov, Cédric Bergamini, Oleg Berezin, Elisabetta Sgarbi, Mikhail Ivanov.

Note di regia

  • Questo è un momento difficile e non aggiungo altro. Un tempo immerso in tragedie, sventure, nel crollo della civiltà.
  • Intere città sono andate in rovina, le foreste ridotte in cenere, milioni di persone che abitavano nelle zone rurali con il loro bagaglio di usi e tradizioni popolari locali, sono stati spazzati via.
  • Come possiamo comprendere il paradosso della vita umana, dell’umana esistenza? Come possiamo non affogare ancora una volta nelle lacrime, nella disperazione e non trovare risposte alle domande più semplici?
  • Come autore cercherò di guardare ai miei eroi con umorismo leggero e anche con tono sarcastico. Come farò? Non lo so Guarderò i cinegiornali in cui si muovono quelli che abbiamo designato come eroi e cercherò di rimuovere il pathos e la maestosa grandezza da persone conosciute nel mondo come esempi di potenza o malvagità.
  • Proverò a costruire un film in forma di racconto parallelo, un tempo in cui saremo immersi nel mondo dei monologhi interiori dei nostri “eroi”, che non riporteranno le loro idee politiche quanto piuttosto le loro reazioni alle piccole cose della vita quotidiana, i loro capricciosi cambiamenti di umore e il parlarsi addosso sulla loro grandezza e il loro potere illimitato.
  • Sorridiamo, ridiamo, cerchiamo di capire attraverso una prospettiva paradossale, il punto di vista dei personaggi al potere nelle cui mani c’era il destino della Storia. Chi erano le persone di cui si circondavano, i vincitori e gli sconfitti. Che cosa avrebbero detto l’uno all’altro se si fossero incontrati tutti insieme nella vita? Di cosa avrebbero parlato?
  • Cosa pensa di loro chi li osserva nelle piazze o dalle trincee? E tutte quelle persone sono davvero unite nella loro delizia e referenza?
  • Cercheremo di capirlo guardando i volti di italiani, francesi, tedeschi e inglesi, proveremo ad ascoltare cosa stanno dicendo in quel momento, sussurrando o gridando.
  • Quanto universale, unificato, uniforme, solido fosse l’atteggiamento nei confronti di quel momento difficile.
  • Film multilingue, così da sottolineare che ognuno dei personaggi esiste, parla la propria lingua nel film. La recitazione delle voci che hanno doppiato i nostri protagonisti e un lavoro certosino di lip synk sulle loro facce – tutte immagini vere di repertorio – permetteranno di creare un effetto particolare che renderà sorprendente ciò che vedremo sullo schermo.
  • Per ognuno di loro proviamo a tenere a mente qual è il destino che li aspetta.
  • Ciascuno di loro, ognuno a modo proprio, concluderà le proprie riflessioni sicuro della vittoria.
  • Cosa penserà lo spettatore dopo aver visto questo film?
  • Cosa penserà della natura umana di ogni gesto che ha segnato la Storia e della causa umana di ogni tragedia…
  • Dietro ogni cosa c’è un uomo semplicemente con la sua umanità.

Fairytale Una Fiaba – Foto e poster

 

Ultime notizie su Film Europei

Tutto su Film Europei →