• Film

Five Nights at Freddy’s: sceneggiatura pronta, il film si gira a primavera 2021

Scott Cawthon, il creatore del franchise di videogiochi horror Five Nights at Freddy’s, ha recentemente aggiornato i fan sullo status del film.

Buone notizie per il film di Five Nights at Freddy’s, Scott Cawthon, il creatore del popolare franchise di videogiochi horror ha recentemente pubblicato su Reddit un lungo post in cui ha annunciato che l’adattamento cinematografico inizierà finalmente le riprese nella primavera del 2021.

Cawthon ha voluto scherzare un po’ con i fan titolando il post “Cattive notizie sul film della FNAF” per poi elencare tutte le sceneggiature scartate durante la lunga fase di sviluppo, iniziata ufficialmente nel 2017 quando è salito a bordo Jason Blum con la sua Blumhouse Productions.

A seguire trovate la lista delle sceneggiature cassate con trame e motivazioni annesse.

La sceneggiatura “F”

Configurazione di base: un gruppo di giovani provocatori irrompe da Freddy’s; ne deriva il caos

Problemi: sebbene fosse una configurazione piuttosto semplice, c’erano molte scelte strane qui, che sono diventate più strane man mano che la storia continuava. La storia si è conclusa con i nostri protagonisti in una fabbrica segreta sotterranea di animatronic che progettava robot per il governo. -___-

Verdetto: WT @ # $ @ Deviato troppo lontano dal materiale originale! Gettata.

—-

La sceneggiatura “Plushies Take Manhattan”

Configurazione di base: i peluche prendono Manhattan.

Problemi: i peluche che prendono Manhattan

Verdetto: data alle fiamme.

—-

La sceneggiatura “Random Charlie”

Configurazione di base: Charlie e i suoi amici si intrufolano da Freddy’s dopo l’orario di chiusura per recuperare un giocattolo perso.

Problemi: sebbene condividessero nomi di personaggi familiari della serie, questi personaggi non avevano nulla a che fare con le loro controparti del gioco e dei libri. Quindi, pur presentando elementi familiari dei giochi, sembrava troppo “vagamente basato” sul gioco e per questo ha perso molto del suo impatto.

Verdetto: sembrava un mix di elementi di FNAF senza una vera posta in gioco. Meh.

—-

La sceneggiatura “Silver Eyes”

Configurazione di base: Kira ed io abbiamo lavorato entrambi su tre versioni di una sceneggiatura di Silver Eyes nel corso di circa un anno, cercando di trovare il giusto approccio alla storia del primo libro.

Problemi: questi sono stati i primi tentativi che ho fatto di persona per scrivere una sceneggiatura dopo aver realizzato che sarebbe stato difficile trovare qualcun altro che capisse abbastanza bene la mitologia per farlo. Sfortunatamente, significava anche che queste sceneggiature soffrivano molto della mia inesperienza di scrittura. Persino Kira, con la sua esperienza di scrittura, non è riuscita a salvarli.

Verdetto: sebbene contenessero alcuni buoni elementi, alla fine ho deciso di concentrarmi sulla creazione di una sceneggiatura dai giochi e non dai libri.

—-

La sceneggiatura “Pawn Shop”

Configurazione di base: un ragazzo che controlla un banco dei pegni va incontro a dei problemi quando viene portato un animatronic. Si scopre che Freddy’s era stato derubato e che gli animatronic sono stati portati in diversi luoghi per la vendita. Gli altri animatronic vengono a recuperare quello al banco dei pegni, e il ragazzo e i suoi amici vengono coinvolti nell’avventura.

Problemi: un approccio creativo, ma sembrava un po ‘troppo come “un ragazzo e il suo animatronic”. Troppa avventura del doposcuola, non abbastanza horror.

Verdetto: sembrava una buona idea all’epoca.

—-

La sceneggiatura “Cassidy”

Configurazione di base: Immergendosi in profondità, questa sceneggiatura è ricca di mitologia e segue la storia di Cassidy.

Problemi: coprendo più periodi di tempo, seguendo più personaggi e presentando storie di più giochi, questo era piuttosto saturo, saturo fino all’eccesso. Potrebbe essere stato soddisfacente per i fan più accaniti, ma avrebbe lasciato la maggior parte delle persone confusa e persa. (Hey aspetta, forse questa ERA la sceneggiatura più accurata …)

Verdetto: in definitiva più un’enciclopedia visiva che un film, questo non è stato soddisfacente, nemmeno per me. Fuori.

—-

La sceneggiatura “Misfit Kid”

Configurazione di base: mamma single porta suo figlio in una nuova città; il ragazzo trova Freddy’a; ne consegue tanta ilarità.

Problemi: uno dei problemi nella creazione di una storia moderna con una vecchia ambientazione di Freddy’s è trovare un modo per collegare i protagonisti al ristorante, trovare un motivo per cui siano lì e trovare un motivo per cui rimanere. Il problema qui era che la ragione per cui questo ragazzo andava da Freddy’s e aveva disavventure era troppo artificiosa e troppo forzata.

Verdetto: non è una cattiva configurazione, ma semplicemente non ha funzionato. Se non sono interessato ai personaggi, allora ci sono buone probabilità che non lo sia nessun altro. Passo.

(Questa sarebbe stata LA sceneggiatura per un po’ perché non aveva difetti gravi. Alla fine però ho deciso che non era abbastanza buona.)

—-

La sceneggiatura “Ghost Trackers”

Configurazione di base: un gruppo di cacciatori di fantasmi dilettanti si intrufolano nel Freddy’s abbandonato.

Problemi: sebbene una configurazione di buon senso per questo tipo di film, è sorto di nuovo il problema su come dare a questi personaggi una connessione con lo stesso Freddy’s. Quello che è finito per accadere è stato che troppo della storia è andato ai loro retroscena e alle loro stesse difficoltà, e ha portato i riflettori lontano dalla storia di Freddy.

Verdetto: era necessaria una connessione più forte tra il protagonista e Freddy’s. Lezione imparata.

—-

La sceneggiatura “Insane”

Configurazione di base: un’altra variante di ghost tracker, questa includeva i Funtime Animatronics, i tunnel sotterranei con le vasche di palline e una marionetta in cerca di vendetta!

Problemi: poiché alcune altre sceneggiature si sono concentrate troppo sull’avventura, questa si è concentrata troppo sull’azione.

Verdetto: Troppo ovunque, con troppi personaggi che fanno troppe cose.

A questo punto Cawthon rivela l’ultima sceneggiatura e scopre le carte, dando finalmente la grande notizia ai fan.

La sceneggiatura “Mike”

Configurazione di base: Hmmmm. Questo ha senso. Perché non ci ho pensato prima?

Problemi: In realtà questo è un buon mix…ha loe parti migliori di tutte le sceneggiature precedenti…Non ci sono davvero problemi qui. Tutti i personaggi giusti, tutte le motivazioni giuste, tutte le puntate giuste…

Verdetto: Sì, stiamo andando con questa. È divertente, fa paura e ha una grande storia centrale!

—-

Oh giusto, quindi passiamo alle cattive notizie. La cattiva notizia è che non ci saranno più sceneggiature da aggiungere a questo elenco poiché stiamo ufficialmente realizzando la sceneggiatura di “Mike”. Le riprese iniziano in primavera !!! : D

“Five Nights at Freddy’s” è un franchise multimediale basato su una serie di videogiochi indipendenti creata, progettata, sviluppata e pubblicata da Scott Cawthon. La serie è incentrata sull’immaginario Freddy Fazbear’s Pizza, un pastiche di reali catene di pizzerie come Chuck E. Cheese’s e ShowBiz Pizza Place. Il giocatore è una guardia di sicurezza notturna nei primi tre giochi, che deve usare diversi strumenti (come il controllo delle telecamere di sicurezza) e sopravvivere a personaggi animatronici che prendono vita e uccidono. Il quarto gioco, che ha meccaniche di gioco diverse rispetto ai suoi predecessori, si svolge nella casa di un bambino che deve difendersi dalle versioni da incubo degli animatronic chiudendo le porte e scappando a piedi. Il quinto gioco è ambientato in una struttura di manutenzione di proprietà di una consociata della Freddy Fazbear’s Pizza. Il personaggio del giocatore è un tecnico (invece di una guardia notturna), che deve completare diversi compiti ogni notte impartiti da una IA. Nel sesto gioco il giocatore gestisce la pizzeria e deve decorarla con oggetti e lavorare al turno di notte. Il settimo gioco presenta un gameplayin realtà virtuale con i tre giochi originali, con il giocatore che affronta un personaggio virtuale che tenta di abbandonare il mondo reale. Il prossimo ottavo gioco sarà ambientato in un moderno centro commerciale. Il franchsie ha generato tre romanzi (“Five Nights at Freddy’s: The Silver Eyes”, “Five Nights at Freddy’s: The Twisted Ones” e “Five Nights at Freddy’s: The Fourth Closet”) ed è stato incluso nel Guinness dei primati (Gamer’s Edition), stabilendo un record per il maggior numero di sequel pubblicati in un anno. Nel 2020 è iniziata la pubblicazione di “Fazbear Frights: Short Stories Collection”, una raccolta in sette volumi di brevi racconti horror con protagonisti personaggi del franchise.

Fonte: Bloody Disgusting

I Video di Cineblog