• Film

Hostile Territory: trailer e anticipazioni del western basato su eventi storici reali

Tutto quello che c’è da sapere su “Hostile Territory”, il dramma western basato su eventi reali diretto e interpretato da Brian Presley.

Il 14 giugno debutta negli Stati Uniti Hostile Territory, un dramma western scritto e diretto da Brian Presley (Balto e Togo – La leggenda), che è anche il protagonista. Nell’America del dopoguerra, quando si presume che un soldato dell’Unione sia morto, i suoi figli vengono inviati sul treno degli orfani.

Trama e cast

La trama ufficiale: Al ritorno a casa dopo la guerra civile, l’ex prigioniero di guerra Jack Calgrove (Brian Presley) scopre che sua moglie è morta e che i suoi figli, ora presunti orfani, sono stati caricati su un treno diretto in un territorio ostile nel profondo del West americano. Con l’aiuto di un commilitone dell’Unione, una truppa di tiratori scelti nativi americani e un’ex schiava che cerca disperatamente sua figlia, Calgrove corre per intercettare il treno degli orfani prima che ogni speranza sia persa.

È affiancato nel cast da Craig Tate (12 anni schiavo), Matt McCoy (L’uomo dei ghiacci – The Ice Road), Lew Temple (C’era una volta…a Hollywood), Brad Leland (Friday Night Lights), Brea Bee, Cooper North, Emily Shenaut, Emma Presley, Brianna Elias, Timothy Patrick Cavanaugh, Lorna Larkin, Jackson Presley, Natalie Whittle, Charles Stanton, Lyndell Chee, Olivia St. Peter, Marissa Erickson, Tom Dragt, Kelly Benson e Cory Crouser.

Hostile Territory – trailer e video

Curiosità

  • “Hostile Territory” è diretto e interpretato dall’attore Brian Presley alla sua seconda prova dietro la macchina da presa dopo aver diretto e interpretato il dramma d’avventura Balto e Togo – La leggenda (2019). I crediti come attore di Presley includono ruoli in Home of the Brave – Eroi senza gloria, Borderland – Linea di confine, Oltre la legge e USS Indianapolis.
  • Il direttore della fotografia di Hostile Territory è Mark David, i cui crediti includono Beyond the Lines, The House of Locke, Ant Farm, Bloody Bobby e Una donna tradita. David e il regista Brian Presley hanno già collaborato per “Balto e Togo – La leggenda”, colonna sonora che è stata eseguita dai membri dell’Orchestra Filarmonica della Città di Praga.

La storia vera

L’Orphan Train Movement era un programma assistenziale supervisionato che trasportava bambini dalle affollate città orientali degli Stati Uniti a famiglie affidatarie situate in gran parte nelle aree rurali del Midwest. Gli Orphan Train operarono tra il 1854 e il 1929, trasferendo circa 250.000 bambini. I co-fondatori del movimento Orphan Train hanno affermato che questi bambini erano orfani, abbandonati, maltrattati o senzatetto, ma questo non era sempre vero. Erano per lo più figli di nuovi immigrati e figli delle famiglie povere e indigenti che vivevano in queste città. Le critiche includono una supervisione inefficace dei tutori, il monitoraggio insufficiente sui collocamenti e il fatto che molti bambini siano stati usati come manodopera agricola rigorosamente schiavizzata. Tre istituzioni di beneficenza, Children’s Village (fondata nel 1851 da 24 filantropi), la Children’s Aid Society (fondata nel 1853 da Charles Loring Brace) e successivamente, il New York Foundling Hospital, si impegnarono ad aiutare questi bambini. Le istituzioni sono state sostenute da ricchi donatori e gestite da personale professionale. Le tre istituzioni svilupparono un programma che collocava i bambini di città senzatetto, orfani e abbandonati, che si stima fossero circa 30.000 nella sola New York negli anni ’50 dell’Ottocento, in famiglie affidatarie in tutto il paese. I bambini sono stati trasportati nelle loro nuove case su treni etichettati come “orphan trains” o “baby trains”. Il primo gruppo di 45 bambini arrivò a Dowagiac, nel Michigan, il 1° ottobre 1854. I bambini avevano viaggiato per giorni in condizioni scomode. Erano accompagnati da E. P. Smith della Children’s Aid Society. Lo stesso Smith aveva lasciato che due diversi passeggeri sul battello fluviale da Manhattan adottassero dei ragazzi senza controllare i loro riferimenti. Smith ha aggiunto un ragazzo che ha incontrato nello scalo ferroviario di Albany, un ragazzo la cui pretesa di essere orfano non si è mai preso la briga di verificare.[4] In una riunione a Dowagiac, Smith ha giocato sulla simpatia del suo pubblico, sottolineando che i ragazzi erano a portata di mano e le ragazze potevano essere utilizzate per tutti i tipi di lavori domestici. In un resoconto del viaggio pubblicato dalla Children’s Aid Society, Smith ha affermato che per avere un figlio, i richiedenti dovevano ricevere raccomandazioni dal loro pastore e da un giudice di pace, ma è improbabile che questo requisito fosse rigorosamente applicato. Alla fine di quel primo giorno, quindici ragazzi e ragazze erano stati affidati a famiglie locali. Cinque giorni dopo, altri ventidue bambini erano stati adottati. Smith e gli altri otto bambini si recarono a Chicago, dove Smith li mise da soli su un treno per Iowa City, dove un reverendo CC Townsend, che gestiva un orfanotrofio locale, li accolse e tentò di trovarli come famiglie affidatarie. Questa prima spedizione fu considerata un tale successo che nel gennaio 1855 la società inviò altri due gruppi di bambini senzatetto in Pennsylvania. Questo trasferimento di bambini terminò negli anni ’20 con l’inizio dell’affidamento organizzato in America.

La colonna sonora

Le musiche originali del film sono del pluripremiato compositore John Koutselinis, che vanta collaborazioni che comprendono musica scritta per registi e produttori cinematografici come Gary Kurtz (Star Wars IV e V), Richard Bazley (Disney , Warner Bros), Steve Stone (Entity), Danny Wilson (Nephilim) e Mel Smith (regista di High Hills and Low Lifes, Radioland Murders – Story by George Lucas). Koutselinis e il regista Brian Presley hanno già collaborato per “Balto e Togo – La leggenda”.

TRACK LISTINGS:

1. Memories of Years Past 0:56
2. Main Theme (Suite) 5:12
3. Jack and Desmond Embark on Their Journey 1:07
4. Through the Snowy Mountains 1:02
5. The Ambush & Charlie’s Demise 2:39
6. This Land (Suite) 3:20
7. The Battle of High Bridge 3:04
8. In Hope to Belong 3:15
9. Arriving at the Orphanage & The Beginning of a New Family 2:22
10. The Capture & An Act of Kindness 1:47
11. The Battle & Father and Son Reunite 2:00
12. The Rescue 1:00
13. The Reunion 1:07
14. Riding on The Great Plains & The Time of Peace 3:02
15. Finale & End Credits 6:43

La colonna sonora di “Hostile Territory” è disponibile su Amazon.

Foto e poster