• Film

Howard e il destino del mondo compie 35 anni: storia e curiosità del film di George Lucas

Storia e curiosità di Howard e il destino del mondo, il debutto live-action del fumetto Marvel di Howard il papero compie 35 anni.

35 anni fa usciva nelle sale americane Howard e il destino del mondo (Howard the Duck) uno dei flop più clamorosi della storia del cinema prodotto dalla Lucasfilm di George Lucas ad oggi considerato un cult da uno zoccolo duro di fan e uno dei film più brutti della storia del cinema dalla critica. Basato sull’omonimo personaggio della Marvel Comics, il film doveva originariamente essere un film d’animazione, ma l’adattamento cinematografico è diventato live-action a causa di un obbligo contrattuale.

Howard il papero è la vittima inconsapevole di un esperimento scientifico di uno scienziato terrestre interpretato da Jeffrey Jones che strappa Howard dal suo mondo in stile “Paperopoli” per lasciarlo sperduto in un mondo che non conosce, e dove le anatre non solo non parlano, ma vengono allevate e mangiate. Howard però trova subito un’amica in quel mondo pericoloso e sconosciuto, la cantante Beverly Switzler interpretata dalla Lea Thompson di Ritorno al futuro, la leader di una band tutta al femminile (Cherry Bomb) che accoglierà Howard in casa, attratta dalla natura aliena di quel bizzarro papero chiacchierone. Sarà proprio Beverly che aiuterà Howard nel suo tentativo di tornare a casa, che finirà per trasformarlo in un eroe che salverà la Terra dall’invasione degli “Occulti Super Sovrani dell’Universo” una razza di malvagi alieni pronti a distruggere il pianeta.

Perché “Howard e il destino del mondo” è un cult

“Howard e il destino del mondo” richiede allo spettatore uno sforzo d’immaginazione che va ben oltre la cosiddetta “sospensione dell’incredulità”, ma è proprio questo suo solleticare un immaginario che fa parte dell’infanzia di molti, in cui giocattoli e pupazzi prendono vita e diventano spesso migliori amici, in cui risiede la forza di un film senza dubbio bizzarro, ma che andrebbe rispolverato di tanto in tanto nel tentativo di ritrovare quel senso di ingenuo stupore irrimediabilmente perduto con l’età adulta. Howard e il destino del mondo utilizza un personaggio dei fumetti Marvel creato nel 1973 noto come Howard il papero, ma a parte alcuni elementi di base il film non è una trasposizione fedele del materiale originale e sta qui gran parte del suo fascino che miscela nostalgia anni ’80 e un bizzarro tentativo di raccontare le avventure di un papero alieno dall’aspetto decisamente posticcio e improbabile all’interno di uno scenario realistico, e per quanto possa sembrare disarmonico l’effetto “Alf” prende il sopravvento e ci si ritrova a tifare per un logorroico e scorbutico “pupazzo” e la sua avventura che ne farà un eroe per caso. Definire Howard e il destino del mondo uno dei peggiori film mai realizzati sembra un tantino eccessivo e di film realmente brutti ce ne sono davvero a bizzeffe. Quello che forse ha stonato all’interno di un fumettoso scenario fantastico, spesso utilizzato nei “film per famiglie”, potrebbero essere gli ammiccamenti ad un immaginario prettamente “adulto”, tali da aver fatto storcere il naso a molti, vedi la papera nuda nella vasca da bagno nell’incipit del film, il flirt tra Howard e Beverly e qualche “volgarità” ammorbidita dal doppiaggio italiano, tutti elementi che invece richiamano l’irriverenza del fumetto originale in cui Beverly Switzler era addirittura un modella pornografica, una serie a fumetti che alla fine pagò pegno per questa sua stravaganza in netto anticipo sui tempi con la chiusura della testata all’inizio degli anni ’80.

La storia del film

George Lucas ha proposto di adattare il fumetto in seguito alla produzione di American Graffiti (1973). Dopo molteplici difficoltà di produzione e risposte contrastanti alle proiezioni di prova, Howard e il destino del mondo è uscito nelle sale americani il 1° agosto 1986. Al momento della sua uscita, il film è stato un fallimento critico e commerciale, ed è stato criticato per il suo umorismo, le performance, il tono incoerente e l’aspetto del personaggio, anche se gli effetti speciali e la colonna sonora sono stati per lo più elogiati. Negli anni successivi, è stato considerato tra i peggiori film di tutti i tempi, ma ha anche sviluppato un seguito di culto. È stato nominato a sette Razzie Awards (vincendone quattro) e ha guadagnato circa 38 milioni di dollari nel mondo (15 milioni di dollari a livello nazionale) rispetto ad un budget stimato di 30-37 milioni di dollari.

Il film è diretto da Willard Huyck, sceneggiatore con la moglie Gloria Katz di “American Graffiti” e Indiana Jones e il tempio maledetto, qui alla sua quarta regia e secondo flop consecutivo dopo la commedia La miglior difesa è la fuga. George Lucas ha frequentato la scuola di cinema con Willard Huyck e Gloria Katz. Dopo la conclusione della produzione del film, Lucas raccontò a Huyck e Katz del fumetto di “Howard il papero”, scritto principalmente da Steve Gerber, e descriveva la serie come “molto divertente” e lodava i suoi elementi di film noir e assurdo. Nel 1984 Lucas lasciò la presidenza della Lucasfilm per concentrarsi sulla produzione di film. Secondo il documentario “A Look Back at Howard the Duck”, Huyck, Katz e Lucas hanno iniziato a prendere seriamente in considerazione l’idea di adattare “Howard il papero” in un film e si sono incontrati con Gerber per discutere del progetto. Il resoconto di Steve Gerber differisce leggermente; ricorda che nel momento in cui è stato contattato per discutere del film, Lucas non era ancora coinvolto nel progetto. Il film era originariamente pensato per essere animato sulla base del personaggio creato da Steve Gerber e citando le sceneggiature di Bill Mantlo. In particolare la storia di “Duckworld” dal fumetto “Howard the Duck n.6” doveva servire come base per la sceneggiatura. Un obbligo contrattuale richiedeva a Lucas di fornire ad un distributore un film live-action, quindi ha deciso di realizzare il film utilizzando attori dal vivo e di utilizzare effetti speciali per la creazione di Howard. Katz ha detto che un film d’animazione “avrebbe richiesto troppo tempo e troppi soldi”. La sceneggiatura ha alterato in modo significativo la personalità del personaggio originale, rimuovendo  gli elementi surreali e aggiungendo al mix elementi sovrannaturali che potessero evidenziare il lavoro di effetti speciali svolto da Industrial Light & Magic di Lucas. I realizzatori si sono consultati con gli avvocati della Disney per assicurarsi che Howard non somigliasse troppo al personaggio Disney Paperino. L’aspetto di Howard è stato ridisegnato più volte durante il processo, compresi i suoi vestiti e la forma del suo becco. Il film stesso è stato adattato in formato fumetto dallo scrittore Danny Fingeroth e dall’artista Kyle Baker per la Marvel Comics. L’adattamento è apparso sia in “Marvel Super Special n.41” che in una serie limitata di tre numeri. Katz afferma che alcuni lettori erano confusi dagli elementi sessuali contenuti nella sceneggiatura che li rendeva insicuri rispetto a chi fosse realmente destinato il film, agli adulti o ai bambini? Huyck e Katz hanno scritto il finale lasciando la storia aperta per un sequel, che però visto il responso di critica e incassi non è mai stato prodotto.

Il fumetto originale “Howard il papero” della Marvel

Duckworld, un pianeta in un’altra dimensione in cui la vita intelligente si è evoluta dagli uccelli acquatici, assomiglia alla Terra in un numero sorprendente di modi, incluso il fatto che le anatre parlano inglese. (In effetti, Howard ha scambiato la Terra per Duckworld al suo arrivo, finché non ha visto le “scimmie glabre” che vagavano in giro.) Howard è nato figlio maggiore di Dave e Dottie, ma oltre a godersi il suo cavallo a dondolo a Natale da bambino, ha deluso loro in ogni altro modo. Non riusciva a mantenere nessun lavoro, serio o frivolo, e non riusciva ad inserirsi in nessun gruppo. Howard si ritrovò intrappolato in un mondo sconosciuto quando il demone assetato di potere Thog the Nether-Spawn (un demone del regno extra-dimensionale) usò la sua magia per spostare l’Asse Cosmico interdimensionale nella speranza che tutte le realtà potessero essere collassate in una sotto il suo controllo. Howard è stato prelevato da Duckworld e lasciato cadere nel mezzo delle Everglades della Florida sulla Terra, il sito del Nexus di tutte le realtà di questo mondo. Scoraggiato dalla possibilità di non poter mai tornare a casa, Howard salva la giovane modella Beverly Switzler con i due che finiscono per innamorarsi. Sebbene Howard abbia cercato di vivere una vita il più normale possibile, considerando che è una papera parlante in un mondo di esseri umani, ha continuamente incontrato (per così dire) varie minacce insolite, tuttavia attraverso l’intelligenza, la perseveranza e (forse soprattutto) la fortuna, Howard è sempre riuscito a sconfiggere o sfuggire ai suoi avversari. Howard è arrivato alla notorietà pubblica quando è diventato un candidato alla presidenza degli Stati Uniti. Tuttavia, la popolazione si è rifiutata di credere che Howard fosse una vera papera parlante, pensando invece a lui come una persona piccola in un costume da papera, il pubblico ha respinto la sua candidatura credendola un qualche scherzo. Bev alla fine ha lasciato Howard che  nonostante i suoi sentimenti per lei, accetta ma intraprende un viaggio senza meta, vagabondaggio che lo porta in giro per il paese, da Chicago a New York fino a San Francisco. Le sue avventure alla fine lo hanno riportato a Cleveland dove Howard e Bev si sono riuniti. Dopo che i due si sono riuniti Howard ha affrontato diversi e strani nemici come Ducktor Doom (Larval Earth), Spider-Ham (Larval Earth), Captain Americana, Jackpot, Grey Panther, Kidney Lady, Mister Chicken, Pinball Lizard e molte altre creature e persone con poteri fantastici. Quando la nemesi di Howard, il dottor Angst, tentò di “schiacciare” tutte le realtà in uno stato universale di inerzia, Howard fu scelto dall’entità cosmica chiamata Critic per unirsi a She-Hulk nell’affrontare il dottor Angst e la Banda dei Bland, e gli universi furono ripristinati al loro legittimo ordine. Più di recente, Bev ha trovato un nuovo lavoro in una società dot com, solo per scoprire che era gestita dal dottor Bong che la prende in ostaggio. Howard ha salvato Bev e nel frattempo è stato gettato in una vasca di sostanze chimiche che lo hanno trasformato in un topo umanoide. Mentre cercava la sua vendetta, il dottor Bong ha distrutto la casa di Howard e Bev per poi essere sconfitto da Howard grazie al magico Amuleto di Pazuzu. In seguito gli fu chiesto di partecipare al talk show di Iprah, ma Iprah era posseduta dall’ibrido demone-angelo Deuteronomio. Howard distrusse il Deuteronomio usando uno speciale sigaro, ma un tiro di quello stesso sigaro disintegra all’istante Howard. Ora libero dal suo corpo di papera, l’anima di Howard è passata nell’aldilà e Howard ha avuto una conversazione con Dio sul significato della vita. Non molto tempo dopo quella conversazione, Dio permise a Howard di tornare nel corpo di una papera e riottenere il suo posto sulla Terra. È stato visto di recente al processo di She-Hulk, dove ha garantito per lei al fine di non essere cancellata dalla storia.

 

La trama del fumetto: Quando nel 1973 Howard il Papero uscì a passi dondolante dalle Everglades della Florida e incontrò l’Uomo Cosa, nessuno – di certo non la creatura incrostata di fango, né i lettori, né tanto meno i creatori – si aspettava che il personaggio fosse qualcosa di più di una fugace comparsa. Tuttavia, quando le parole iniziarono a uscir dal suo becco, grazie all’arguzia di Steve Gerber, si rivelò innovativo e sensazionale, e la gente se ne accorse. Successivamente Howard fu chiamato a svolgere i ruolo di protagonista in una serie di storie brevi in appendice a Giant-Size Man-Thing. Il pennuto di Gerber era perfetto per ironizzare sugli stereotipi dell’horror, e i lettori reagirono con rinnovato entusiasmo. La Marvel chiese a Gerber di scrivere una serie in solitario, e fu la nascita di un fenomeno.

Fonte: Marvel

Curiosità sul film

  • Il film è basato sul personaggio di Howard il papero della Marvel Comics, creato nel 1973 da Steve Gerber e Val Mayerik.
  • Al momento del rilascio del film, George Lucas era fortemente indebitato (avendo appena costruito lo Skywalker Ranch costato 50 milioni di dollari) e contava su questo film per recuperare i costi. Quando il film si è rivelato un flop il regista è stato costretto a vendere alcuni beni di sua proprietà per rimanere a galla. Il suo amico Steve Jobs, amministratore delegato di Apple Computer, offrì il suo aiuto proponendo di acquistare la divisione di animazione in CG di Lucasfilm per un prezzo ben al di sopra del valore di mercato e Lucas, in condizioni disperate e grato per l’assistenza, accettò l’offerta. Quella divisione alla fine è diventata la Pixar Animation Studios.
  • Questo è il primo film per il grande schermo basato su un fumetto della Marvel.
  • In un commento via Twitter, l’attrice Lea Thompson ha rivelato di avere ancora la chitarra Les Paul con cui ha interpretato le sue canzoni con le “Cherry Bomb” e che qualche volta la suona ancora.
    Howard il papero ha fatto una seconda apparizione cinematografica nella scena dopo i titoli di coda del cinecomic Guardiani della Galassia (2014), esattamente 28 anni e un giorno dopo che Howard e il destino del mondo usciva nel 1986. Entrambi i film sono basati su fumetti Marvel.
  • L’Occulto Super Sovrano dell’universo si basa sul villain Marvel che ha originariamente portato Howard sulla Terra. Il suo titolo completo nei fumetti è “Thog the Nether-Spawn, Overmaster of Sominus”.
  • Per il suo look in puro stile anni ’80 Lea Thompson (Beverly) doveva tenere sessioni di due ore al giorno per preparare l’acconciatura. L’attrice in seguito ha ammesso di non essere molto contenta del trattamento ricevuto e che sarebbe stato meglio indossare una parrucca.
  • Il produttore esecutivo George Lucas spese 2 milioni di dollari per il costume da papero di Howard con otto diversi attori che hanno lavorato all’interno del costume. In origine ci doveva essere un attore bambino per il ruolo principale di Howard, ma non funzionò; un altro attore, Ed Gale, ha finito per eseguire le principali scene come Howard e per questo si è guadagnato un credito all’inizio del film.
  • A causa della disastrosa performance al box-office statunitense il titolo del film è stato cambiato da “Howard the Duck” a “Howard: A New Breed of Hero” per l’uscita del film in diversi territori stranieri non statunitensi come il Regno Unito e l’Australia.
  • In uno dei commenti del DVD si sostiene che George Lucas rassicurò uno dei collaboratori del flm che il progetto nei vent’anni successivi sarebbe stato rivalutato diventando una pellicola di culto. Ciò è avventuto solo in parte, poiché attualmente il film è ancora considerato una delle peggiori pellicole mai realizzate.
  • La cantante Tori Amos ha sostenuto un provino per la parte di Beverly Switzler poi interpretata da Lea Thompson.
  • Il film è stato candidato a sette Razzie Awards vincendone quattro: Peggior attore esordiente (“i sei ragazzi e ragazze in costume d’anatra”), Peggiori effetti visivi, Peggior sceneggiatura e Peggior film (insieme a “Under the Cherry Moon” di Prince).
  • In origine John Landis, amico di lunga data di George Lucas, era candidato alla regia, ma dopo aver letto la sceneggiatura ha rifiutato a causa della serie di scene con incidenti stradali che coinvolgevano la polizia nel finale. Landis sentiva che quella parte era troppo simile a ciò che aveva fatto in The Blues Brothers (1980).
  • Questo film ha segnato il secondo flop consecutivo per il regista Willard Huyck dopo La miglior Difesa è … La Fuga (1984).
  • Paula Abdul, Kim Basinger, Jodi Benson, Sarah Jessica Parker e Lori Singer sono state tutte prese in considerazione per il ruolo di Beverly.
  • John Cusack e Martin Short hanno sostenuto un provino per doppiare Howard.
  • La cantante Belinda Carlisle ha dichiarato di aver sostenuto un provino per un ruolo nel film.
  • I nomi dei film interpretati da paperi nelle locandine mostrate nel film sono “Splashdance” (parodia di Flashdance) e “Breeders of the Lost Stork” (parodia de I predatori dell’Arca perduta).
  • Phoebe Cates ha sostenuto un provino per il ruolo di Beverly che alla fine è andato a Lea Thompson.
  • Il velivolo ultraleggero utilizzato nel film è un Quicksilver MX.
  • Il nome della band tutta al femminile è “Cherry Bomb”.
  • Howard è approdato sulla Terra l’8 settembre. In quella stessa data del 1966 debuttava sulla NBC la serie Classica di Star Trek.
  • Nella camera di Howard c’è un poster del film Mia bella pollastrella (“My Little Chickadee”) interpretato da Mae Nest e W.C. Fowl.
  • Il cuoco del ristorante di sushi indossa una t-shirt del film Indiana Jones e il tempio maledetto, un’altra produzione Lucasfilm scritta da Willard Huyck e Gloria Katz.
  • Il film costato 37 milioni di dollari ne ha incassati nel modo circa 38, di questi 16 milioni provenienti dal box-office statunitense.

La colonna sonora

  • Le musiche originali del film sono di John Barry, compositore Premio Oscar noto per aver musicato 12 film di James Bond.
  • Gran parte della colonna sonora di John Barry per il film è rimasta inutilizzata, dopo che la produttrice Gloria Katz l’ha ritenuta troppo antiquata e priva di energia. Sylvester Levay è stato assunto per rimusicare gran parte del film, tra cui quasi tutto il terzo atto finale.
  • Lea Thompson ha interpretato di persona tutte le canzoni della band del suo personaggio, così come le altre attrici del gruppo.
  • La colonna sonora oltre ai pezzi delle “Cherry Bomb” include anche i brani “I’m On My Way” di Thomas Dolby e “Don’t Turn Away” di Stevie Wonder.