Venezia 79, I Figli degli Altri: trailer e anticipazioni del film con Virgine Efira e Chiara Mastroianni

Tutto quello che c’è da sapere su “I figli degli altgri”, il film con Virgine Efira e Chiara Mastroianni i concorso a Venezia 79

Dopo la tappa in concorso ufficiale alla 79esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, a settembre arriva nei cinema italiani con Europictures I Figli degli Altri, un affresco tutto al femminile, leggero e al contempo profondo, diretto da Rebecca Zlotowski, sul delicato tema della maternità, del suo desiderio e delle sue molteplici e inaspettate forme.

Trama e cast

 

La trama ufficiale: La pellicola vede protagonista una splendida Virgine Efira nel ruolo di Rachel, una donna che ama la sua vita, i suoi studenti, i suoi amici, le sue lezioni di chitarra. Quando si innamora di Alì, Rachel stringe un legame profondo con sua figlia di quattro anni, Leila. Si prende cura di lei, come fosse sua madre, anche se non lo è. Il desiderio di una famiglia tutta sua si fa sempre più grande, ma il tempo stringe…

Il cast è completato da Chiara Mastroianni, Antonia Buresi, Yamée Couture, Victor Lefebvre, Mireille Perrier, Sébastien Pouderoux, Henri-Noël Tabary, Frederick Wiseman e Roschdy Zem.

I Figli degli altri – trailer e video

Curiosità

 

  • La regista francese Rebecca Zlotowski ha diretto anche il dramma Grand Central con Léa Seydoux, il fantasy Planetarium con Natalie Portman e la commedia Un’estate con Sofia con Mina Farid & Zahia Dehar.
  • Il team che ha supportato la regista Rebecca Zlotowski dietro le quinte ha incluso il direttore della fotografia George Lechaptois (Un’estate con Sofia), il montatore Géraldine Mangenot (La scelta di Anne – L’événement) e la costumista Floriane Gaudin (Da 5 Bloods – Come fratelli).
  • Virgine Efira ha recitato anche in Elle, 7 uomini a mollo, La doppia vita di Madeleine e Benedetta.

Chi è Rebecca Zlotowski?

Rebecca Zlotowski è nata a Parigi nel 1980. Si è laureata all’École Normale Supérieure e ha conseguito una laurea in lettere Agrégation. Voleva diventare insegnante prima di entrare nel dipartimento di sceneggiatura de la Fémis, dove ha avuto diversi incontri decisivi: Lodge Kerrigan, Philippe Grandrieux e Jean-Claude Brisseau, e, tra gli studenti, Teddy Lussi-Modeste, con il quale si è formata lavorando ad alcune collaborazioni. Nel 2010, il suo primo lungometraggio “Dear Prudence” è stato selezionato alla Settimana Internazionale della Critica a Cannes, dove ha ricevuto il Premio Louis Delluc come miglior opera prima e ha ottenuto a Léa Seydoux la nomination al César come miglior esordiente femminile. Nel 2013 ha diretto “Grand Central”, in selezione ufficiale al Festival di Cannes in Un Certain Regard. Nel 2016 dirige “Planetarium”, suo terzo lungometraggio scritto in collaborazione con Robin Campillo, mentre continua a scrivere insieme ad altri registi. Nel 2016 dirige Un’estate con Sofia, un racconto di formazione su un’estate a Cannes di due cugine dai caratteri agli antipodi.

Foto e poster

Foto: George Lechaptois

Ultime notizie su Festival di Venezia

Tutto su Festival di Venezia →