• Film

L’esorcista: David Gordon Green dirigerà la nuova trilogia sequel

Il nuovo sequel de L’esorcista di Blumhouse diventerà una trilogia e sarà diretto dal David Gordon Green dei nuovi film di Halloween.

Il regista David Gordon Green dirigerà la nuova trilogia sequel de L’esorcista prodotta da Blumhouse che sarà ambientata direttamente dopo gli eventi del film originale del 1973. Secondo quanto riferito dal sito Total Film Leslie Odom Jr. (Quella notte a Miami…) reciterà nel film insieme a Ellen Burstyn, che per il ruolo della mamma di Regan ne L’esorcista del 1973 ha ricevuto una nomination all’Oscar.

Durante una recente intervista con Total Film, Green ha rivelato dettagli sul progetto: L’esorcista è scritto. Era uno dei miei progetti sviluppati durante la pandemia. Non è impreciso [che sarà un sequel del film originale]. Mi piacciono tutti i film de L’esorcista. E non solo mi piacciono, penso che possano rientrare tutti in una mitologia accettabile per quello che sto facendo. Non è che sto dicendo: “Fai finta che L’esorcista 2 non sia mai accaduto”. Va bene esistere. E’ un bene che gli altri film esistano e mi piacciono tutti. È un’altra eredità divertente di cui far parte, e speriamo di realizzarla nel prossimo futuro. Questa è un sacco di ricerca, piuttosto che solo una sceneggiatura impulsiva. È quella con cui parli. un sacco di gente. Leggi un sacco di libri e fai un sacco di interviste. C’era un’autenticità così drammatica in quello che è il film originale. È molto più di quanto mi aspettassi farne parte. E immagino di essere ingenuo a pensarlo, ma è stato molto esaltante essere coinvolto in molte di quelle conversazioni in cui ti trovi.

“L’esorcista” oltre ad un immarcescibile classico e un fenomeno dell’epoca ha segnato una tappa importante per il genere horror, l’enorme successo del film ha spinto l’Academy, sempre restia a premiare il genere, a candidare il film a 10 Premi Oscar, inclusi miglior film e regia, con due statuette vinte per il sonoro e la sceneggiatura non originale. Quell’anno vinse La stangata con Robert Redford, ma ci pensarono i Golden Globe a fare un po’ di giustizia con 4 premi: Miglior film drammatico, Migliore regia, Miglior attrice non protagonista (Linda Blair) e Migliore sceneggiatura. “L’esorcista” generò due sequel, un prequel e uno spin-off: L’esorcista 2: L’eretico (1977) a cinque anni dal primo capitolo torna la Blair, stavolta il prete esorcista è Richard Burton, seguirà L’esorcista 3 (1990), lo scrittore William Peter Blatty prende in mano la sua creatura e passa dietro la macchina da presa adattando un altro suo romanzo; il franchise si concluderà sul grande schermo con il travagliato prequel L’esorcista: La genesi (2004), pellicola funestata da incidenti e defezioni per un film non privo di suggestioni e lo spin-off Dominion: Prequel to the Exorcist del 2005 che racconta il primo incontro tra padre Lankester Merrin e il demone Pazuzu.

In una precedente intervista anche il produttore Jason Blum ha condiviso qualche dettaglio sul progetto: [Sarà] come il sequel di Halloween di David [Gordon Green]. Penso che sorprenderà piacevolmente tutti gli scettici là fuori. Avevamo molti scettici su Halloween e David gli ha fatto cambiare idea, e penso che cambierà le cose anche con L’esorcista. Voglio fare un film che funzioni per entrambi [il pubblico]. Voglio fare un film per le persone che conoscono e amano il primo Esorcista e sono furiosi che lo stiamo facendo, ma in qualche modo si trascinano al cinema. Voglio che escano felici. E voglio fare un film che piaccia davvero alle persone che non hanno mai sentito parlare dell’Esorcista. Penso che David l’abbia fatto con Halloween. Penso che lo farà anche con L’esorcista.

Secondo quanto riportato recentemente dal New York Times, la Universal Pictures annuncerà ufficialmente la nuova trilogia de “L’esorcista” questa settimana, e dicono anche che lo studio avrebbe sborsato più di 400 milioni di dollari per realizzare questa nuova trilogia.