• Film

District 10 è in sviluppo, lo conferma il regista Neill Blomkamp

Neill Blomkamp ha utilizzato Twitter per fornire ai fan un aggiornamento sull’atteso sequel District 10.

Neill Blomkamp ha utilizzato Twitter per fornire un aggiornamento su District 10, con il regista che ha detto che sta attualmente lavorando alla sceneggiatura per il seguito del suo acclamato esordio District 9.

Blomkamp nel tweet  ha rivelato che sta lavorando alla sceneggiatura di “District 10” insieme a Terri Tatchell, co-sceneggiatore di “District 9”, e all’attore protagonista del film originale Sharlto Copley. “Sta arrivando”, scrive Blomkamp riguardo al tanto atteso seguito.

Uscito nel 2009, “District 9” di Blomkamp rielaborava alcuni elementi del poliziesco fantascientifico anni ottanta Alien Nation, trattando come accadeva nel film con James Caan l’elemento alieno alla stregua di immigrato / profugo toccando elementi come segregazione, mancata integrazione e la creazione di ghetti, nel caso di “District 9” vere e proprie baraccopoli, dove venivano ammassati e separati dalla società “umana” i profughi alieni. Il film ambientato nel 1982 a Johannesburg, in Sudafrica e girato con un budget di soli 30 milioni di dollari, ha avuto un enorme successo con 210 milioni di dollari incassati nel mondo.

Neill Blomkamp che nasce come animatore 3D lavorando a serie tv come Stargate SG-1, Dark Angel e Aftershock – Terremoto a New York ha esordito col botto nel 2009 con l’acclamato “District 9” prodotto da Peter Jackson e basato su un cortometraggio di Blomkamp, Alive in Joburg del 2006. Il corto “Alive in Joburg” aveva talmente impressionato Jackson che in origine il regista volle affidare a Blomkamp l’adattamento live-action del videogioco Halo, il progetto purtroppo non decollò e Jackson non volle sprecare cotanto talento e così decise di produrre “District 9”, film che lanciò Blomkamp e che purtroppo il regista non riuscirà ad eguagliare nei suoi due lavori successivi: il discreto Elysium con Matt Damon e Jodie Foster e il mediocre Humandroid, in cui “Robocop incontra Pinocchio” e finisce per generare una sorta di Jar Jar Binks.  Blomkamp è stato anche coinvolto in una serie di progetti accantonati, tra questi il famigerato Alien 5, sequel diretto dell’Aliens di James Cameron, accantonato da 20th Century Fox per far spazio al deludente Alien: Covenant di Ridley Scott; altro progetto stavolta abbandonato da Blomkamp è l’atteso sequel Robocop Returns che avrebbe ignorato il remake del 2014,

Blomkamp nel frattempo ha sfruttato il periodo di stop causato dalla pandemia di Covid-19 per girare Demonic un film horror sovrannaturale in Canada durante l’estate. Blomkamp ha deciso di tenersi occupato con un film a basso budget dopo che che il suo prossimo film, il thriller d’azione The Inferno Taylor Kitsch, è stato posticipato.

Fonte: Collider